Supracef*5cpr Disp 400mg Compresse Orodispersibili / Compresse Sublinguali

Principio attivo: Cefixima

Forma: Compresse Orodispersibili / Compresse Sublinguali

Fornitore: Ist.Lusofarmaco D'Italia Spa *

Conservazione: NON CONSERVARE AL DI SOPRA DI +30 GRADI CENTIGRADI

Degrassi: Specialita' Medicinali Con Prescrizione Medica

Categoria merceologica: FARMACO ETICO

Confezione: BLISTER

Prodotto In Commercio

Supracef*5cpr Disp 400mg

Foglietto illustrativo - Bugiardino

Il foglietto illustrativo e la relativa posologia di questo prodotto sono indicazioni generali, soggette a cambiamenti. Vi consigliamo di rivolcervi sempre al vostro medico di cura per un utilizzo appropriato

Denominazione

SUPRACEF

Categoria Farmacoterapeutica

Antibatterici per uso sistemico.

Principi Attivi

Compresse rivestite e dispersibili: cefixima 400 mg. Granulato per sospensione orale: cefixima 2 g/100 ml.

Eccipienti

Compresse rivestite, nucleo: cellulosa microcristallina, amido pregelatinizzato, calcio fosfato dibasico diidrato, magnesio stearato; rivestimento: idrossipropilmetilcellulosa, sodio laurilsolfato, titanio biossido, paraffina liquida. Granulato per sospensione orale: saccarosio,gomma xanthan, sodio benzoato, aroma di fragola. Compresse dispersibili: cellulosa microcristallina, idrossipropilcellulosa, silice colloidale anidra, povidone, aroma di fragola FA 15757, aroma di fragola PV 4284, magnesio stearato, saccarina calcica, colorante arancio-giallo (E110).

Indicazioni

Trattamento delle infezioni sostenute da microorganismi sensibili allacefixima ed in particolare: infezioni delle alte vie respiratorie (faringite, tonsillite); infezioni otorinolaringoiatriche (otite media, ecc.); infezioni delle basse vie respiratorie (polmonite, bronchite); infezioni del rene e delle vie urinarie.

Controindicazioni/Eff.Secondar

Ipersensibilita' verso il principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Soggetti con ipersensibilita' alle penicilline e alle cefalosporine.

Posologia

Adulti: 400 mg/die in unica somministrazione giornaliera. La compressarivestita deve essere deglutita; la compressa dispersibile puo' essere disciolta in poca acqua (e poi bevuta) oppure deglutita tal quale. L'assunzione della compressa dispersibile, previa dissoluzione in acquae' particolarmente adatta nei pazienti con difficolta' funzionali odorganiche di deglutizione. Bambini: la dose consigliata di cefixima insospensione al 2% e' di 8 mg/Kg/die in unica somministrazione, ovveroin funzione del peso. Il prodotto puo' essere assunto indifferentemente sia in prossimita' che lontano dai pasti. In base a dati clinici sperimentali 7 giorni di terapia possono essere sufficienti a curare lamaggior parte delle infezioni. Tuttavia nei casi piu' gravi il medicinale puo' essere utilizzato anche per 14 giorni. Alla confezione del granulato sono annessi un misurino ed una siringa tarati, che consentonoun preciso dosaggio del farmaco sia nei bambini piu' grandi che in quelli piu' piccoli. Schemi posologici particolari: nei pazienti con valori della clearance della creatinina < 20 ml/min, in dialisi peritoneale ambulatoriale od in emodialisi, la posologia consigliata e' di 200mg una volta al giorno. In genere, non sono richiesti schemi posologici particolari nei soggetti con clearance della creatinina >20 ml/min,negli anziani e nei soggetti con insufficienza epatica.

Conservazione

Granulato per sospensione orale: conservare a temperatura non superiore a 30 gradi C. La sospensione dopo ricostituzione deve essere conservata a temperatura non superiore a 25 gradi C; una volta ricostituita deve essere utilizzata entro 14 giorni. Non conservare in frigorifero.Compresse rivestite e compresse dispersibili: conservare a temperaturanon superiore a 30 gradi C.

Avvertenze

In alcuni pazienti in trattamento con cefixima sono state segnalate gravi reazioni avverse cutanee come la necrolisi epidermica tossica e lasindrome di Stevens-Johnson. Se si verificano gravi reazioni avversecutanee, il trattamento con cefixima deve essere interrotto e deve essere istituita una terapia appropriata e/o messe in atto misure idonee.Prima di iniziare il trattamento bisogna raccogliere un'anamnesi accurata onde evidenziare eventuali reazioni precedenti di ipersensibilita' nei confronti di cefalosporine, penicilline od altri farmaci. Usarecon cautela nei soggetti allergici alle penicilline. Sia in vivo (nell'uomo) che in vitro e' stata accertata allergenicita' crociata parziale tra penicillina e cefalosporine e, per quanto rari, sono stati segnalati casi di pazienti che hanno presentato reazioni di tipo anafilattico, specie dopo somministrazione parenterale. Gli antibiotici vanno somministrati con cautela a tutti quei pazienti che abbiano in precedenza manifestato fenomeni di allergia, soprattutto nei confronti dei farmaci. L'insorgenza di una qualsiasi reazione di tipo allergico impone la sospensione del trattamento. L'uso prolungato di antibiotici puo' provocare lo sviluppo di germi non sensibili ed in particolare una alterazione della normale flora del colon con possibile selezione di clostridi responsabili di colite pseudomembranosa. Casi lievi di colite pseudomembranosa possono regredire con l'interruzione del trattamento. Sela colite non regredisce con l'adozione di queste misure, bisogna somministrare vancomicina per os che rappresenta l'antibiotico di scelta in caso di colite pseudomembranosa. Nelle forme di media o grave entita' il trattamento sara' integrato dalla somministrazione di soluzioni elettrolitiche e proteine. L'uso contemporaneo di farmaci che riduconola peristalsi intestinale deve essere assolutamente evitato. Antibiotici ad ampio spettro devono essere somministrati con cautela in pazienti con storia di malattie gastrointestinali, particolarmente coliti. Sono state occasionalmente rilevate variazioni, peraltro lievi e reversibili, dei parametri legati alla funzionalita' epatica, renale e dellacrasi ematica (trombocitopenia, leucopenia ed eosinofilia). Nei pazienti con insufficienza renale grave, in emodialisi o in dialisi peritoneale la posologia del farmaco deve essere opportunamente ridotta. La sicurezza di cefixima nel bambino prematuro o neonato non e' stata stabilita.

Interazioni

Cefixima deve essere somministrata con cautela nei pazienti trattati con anticoagulanti cumarinici, ad esempio warfarin. Dal momento che cefixima puo' aumentare gli effetti degli anticoagulanti, puo' verificarsi un innalzamento del tempo di protrombina con o senza sanguinamento.La somministrazione delle cefalosporine puo' interferire con i risultati di alcune prove di laboratorio, causando false positivita' della glicosuria con i metodi Benedict, Fehling e "Clinitest" (ma non con i metodi enzimatici). Sono state segnalate in corso di trattamento con cefalosporine positivita' del test di Coombs (talora false).

Effetti Indesiderati

Con le cefalosporine reazioni indesiderate sono essenzialmente limitate a disturbi gastrointestinali e, occasionalmente, a fenomeni di ipersensibilita'. La possibilita' di comparsa di questi ultimi e' maggiorein individui che in precedenza abbiano manifestato reazioni di ipersensibilita' ed in quelli con precedenti anamnestici di allergia, febbreda fieno, orticaria ed asma di natura allergica. In corso di terapia con cefixima sono state raramente segnalate le seguenti reazioni: Patologie gastrointestinali : glossite, nausea, vomito, pirosi gastrica, dolori addominali, diarrea e dispepsia. Il passaggio alla somministrazione biquotidiana (200 mg due volte al giorno) puo' ovviare al problemadella diarrea. Il manifestarsi di diarree gravi e prolungate e' statomesso in relazione con l'impiego di diverse classi di antibiotici. Intale evenienza si deve considerare la possibilita' di colite pseudomembranosa. Nel caso che l'indagine coloscopica ne confermi la diagnosi,l'antibiotico in uso deve essere sospeso immediatamente e si deve instaurare trattamento con vancomicina per os. I farmaci inibitori della peristalsi sono controindicati. Patologie del sistema immunitario: reazione simile alla malattia da siero, anafilassi, artralgia, febbre da farmaci ed edema facciale Patologie del sistema emolinfopoietico: variazioni di alcuni parametri di laboratorio: transitoria neutropenia, granulocitopenia, trombocitopenia ed eosinofilia. Sono stati segnalati casi di anemia emolitica in seguito a trattamento con cefalosporine. Patologie epatobiliari: ittero, aumento transitorio delle transaminasi sieriche (ALT, AST), della fosfatasi alcalina e della bilirubina totale.Patologie renali e urinarie: transitorio aumento dell'azoto ureico edelle concentrazioni sieriche di creatinina. Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche: dispnea. Patologie della cute e del tessutosottocutaneo: orticaria, rash cutaneo, prurito, eritema multiforme, sindrome di Stevens-Johnson, necrolisi epidermica tossica. Patologie delsistema nervoso: cefalea, vertigini. Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione: febbre, anoressia, vaginiteda Candida.

Gravidanza E Allattamento

Nelle donne in stato di gravidanza e durante l'allattamento il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessita'. In particolare, benche' non sia stata dimostrata alcuna azione embriotossica, la somministrazione del farmaco va evitata, in via cautelativa, nei primi tre mesi di gravidanza. Non si hanno dati sul passaggio del farmaco nel latte materno.

Consigli e commenti su Supracef*5cpr Disp 400mg

Domande e risposte su Supracef

Open Question: SUPRACEF per la bronchite. Quanto aspetto? ENTRARE PER FAVORE.?

Thu, 30 Apr 2015 07:06:02 +0000

Buonasera a tutti. Oggi devo prendere questo antibiotico, ho letto le istruzioni e dice che devo prenderlo lontano dai pasti. Visto che molti dicono che é meglio mangiare prima dell'antibiotico (e normalmente io faccio cosi) quanto devo aspettare per prenderlo? Per favore rispondetemi grazie.

Compresse rivestite sciolte in acqua?

Wed, 07 Apr 2010 02:35:36 +0000

Salve, dovrò prendere delle compresse rivestite (Supracef per la precisione) per i prossimi 5 giorni... cosa succede se le sciolgo in acqua?

Rispondete vi prego!?

Mon, 01 Apr 2013 05:17:12 +0000

Antibiotico supracef ha interazioni con alcool e sigarette? Help

Antibiotici e mare...?

Mon, 27 Jun 2011 07:35:44 +0000

Mamme durante l'assunzione dell'antibiotico si può portare al mare? Oppure bisogna aspettare qualche giorno ancora dopo la sospensione? Quali sono i rischi? L'antibiotico che sta prendendo la mia principessa è il Supracef Lo prende perchè a causa delle gengive infiammatissime ha pianto tanto si è infiammata anche la gola e aveva continuamente febbri alte la takipirina non faceva nulla e mi hanno prescritto l'antibiotico. Ora è già 2 giorni che sta benissimo ma l'antibiotico lo deve prendere fino a mercoledì notte. X giusy: Non devo portare l'antibiotico al mare (quello lo prende la notte) ma la bambina :)

Tosse, tosse, ancora tosse?

Fri, 30 Nov 2012 06:27:57 +0000

ciao mamme, ennesimo tentativo fallito, dopo 7 giorni di supracef e argento proteinato, controllo fatto martedì, il pediatra diece he la congestione sta passando, perchè in realtà non è nemmeno un raffreddore, perchè i bimbi hanno le narici più piccole e bla bla bla... oggi è venerdì e da ieri a daniele è tornata la tosse, non può essere che son due mesi che sta così, che dopo due giorni che interrompe la terapia si torna al punto di partenza. a questo punto, per scrupolo, lunedì chiamo il pediatra privato, primario della pediatria di un ospedale qua vicino, non so più che pensare! la febbre per ora non è ancora tornata, ma chi lo sa quanto dura? mamme, voi che ci siete passate prima di me, cosa fareste al mio posto? mio marito che insiste col tampone, mia madre con una radiografia... non so più che dire... cioè, voglio capire, perchè il pediatra di mio figlio dice che non è niente, se è normale che ci portiamo naso chiuso e tosse per tutto l'inverno? non è che lui ha avuto una guarigione e poi una ricaduta, durante una terapia pare stare meglio, ma appena smette di prendere medicine torna la tosse, è una cosa normale?? grazie @craig: esatto, mi vengono mille dubbi, e se sono superficiale, e se sono troppo apprensiva, e perchè la nipote del figlio del collega... come fai sbagli si vispa, va al nido

Open Question: Bronchite...ultimo giorno antibiotico...ho fumato...?

Sun, 12 Oct 2014 05:06:04 +0000

Come ho scritto nel titolo, ho la bronchite da una settimana...il medico mi ha dato Supracef 400 per 5 giorni e Flogar 600 per 12 giorni...ieri andava meglio, tossivo di meno...ho fatto 6 tiri di sigaretta ieri sera e questa mattina avevo il naso tappato e la tosse...come all'inizio...ora mi chiedo...so che ho sbagliato, è inutile che lo scriviate...evitate. È ricominciato tutto da capo o cosa? Il mucolitico solo serve a far passare la bronchite? Grazie...

Antibiotico e sole...domanda facilissima?

Sat, 11 Aug 2012 04:50:35 +0000

Ciao ragazzi, recentemente ho avuto un po' di mal di gola, curato con l'antibiotico SUPRACEF CEXIMINA...dopo un giorno è passato tutto e quindi oggi vorrei andare al mare, però so che con il sole c'è il rischio di fotosensibilizzazione. La mia domanda è: considerando che non è un antibiotico di quelli micidiali e non è che mi metto sdraiato a prendere il sole, secondo voi oggi un tuffo in acqua e due palleggi a pallavolo sul bagnoasciuga li posso fare o rischio le macchie sulla pelle?? Grazie Mille :)

Iniziezioni di cortisone e pennicillina..?

Wed, 03 Aug 2011 12:03:21 +0000

Salve, una settimana fà mi è preso un forte mal di gola, con tonsille gonfie e placche. Prima ho preso un antibiotico, il Supracef, per 4 giorni, per 2 giorni ci ho unito anche il cortisone, ma la cosa non ha sortito effetto. Il medico mi ha dato delle punture di bentelan fiale da 1,5 e la pennicillina.. oggi ho fatto la terza, e mi sento sempre più dolorante nelle gambe e la schiena, oltre che a dolermi leggermente dietro l'ombellico quando mi sdraio a pancia in giù..è normale? Se si, posso comunque concedermi di guidare sotto questa cura?

A tutte le persone che soffrono con lo stomaco...?

Mon, 07 Feb 2011 06:34:02 +0000

Ragzze/i .... allora premetto che ho una bronchite non poi così preoccupante! Sono gastritica del genere che una tachipirina mi da fastidio provocandomi nause crampi etc etc. Sono stata dal medico (ma come mi è stato detto da molti i migliori medici del nostro corpo siamo noi) e mi ha prescritto l'areosol ed è ok.. e un medicinale supracef 400 antibiotico.. allora premesso che 400 è abbastanza altino... però se devo essere sincera ho paura che possa darmi fastidio. Visto che ci sono stata parecchio male con le medicine, c'è qualcuno che l'ha preso o cmq che è nella mia situazione e sa dirmi come posso fare? Cosa importante, non posso prendere protezioni x lo stomaco come Riopan... mi fanno male -.-' lo so sono un cerotto! Grazie per le possibili risposte =)

Febbre bassa tutti i giorni?

Sat, 04 Aug 2012 05:02:35 +0000

Ciao a tutti, vorrei dei piccoli pareri da voi... Il mio medico questa settimana è stato in ferie quindi non sono potuta andare. Domenica sera avevo mal di gola, in particolare alla tonsilla sinistra quando deglutivo, pensavo fosse un normale mal di gola. La mattina seguente mi sono svegliata e la gola non mi faceva male più però se toccavo la tonsilla mi faceva male e da li a poco ho notato un gonfiore in tutta la parte sinistra compreso dietro l'orecchio e la mandibola. Dallo stesso giorno ho cominciato ad avere la febbre a un massimo di 37 e 2. Allora sono andata in farmacia e mi hanno dato un antibiotico, che però non ha risolto nulla. Siccome il mio medico ancora non c'era sono andata da quello del mio ragazzo e anche lui mi ha dato un altro antibiotico. Ad oggi non è cambiato nulla, ancora un lieve gonfiore e questa febbre che non ha alcuna intenzione di sparire. Sto cominciando a preoccuparmi seriamente. Cosa potrebbe essere? Grazie =) In farmacia mi hanno dato il voltfast 50 mg e il medico il supracef 500 mg... comunque le tonsille ora come ora non mi fanno male... E' una settimana che prendo antibiotici... avrebbero fatto effetto credo. Ah, l'antibiotico lo prendo una volta al giorno. ...scusatemi in farmacia non mi hanno dato il voltfast che è l'antidolorifico ma amoxicillina acido clavulanico.