Rinocidina*Nas Gtt15ml 3mg+7,5 Gocce Orl

Principio attivo: Tirotricina/Nafazolina

Forma: Gocce Orl

Fornitore: Valeas Ind.Chim.Farmac. Spa *

Conservazione: NON SUPERIORE A +25 GRADI

Degrassi: Specialita' Medicinali Senza Obbligo Di Prescrizione Medica S.O.P.

Categoria merceologica: FARMACO ETICO

Confezione: FLACONCINO CONTAGOCCIE

Prodotto In Commercio

Rinocidina*Nas Gtt15ml 3mg+7,5

Foglietto illustrativo - Bugiardino

Il foglietto illustrativo e la relativa posologia di questo prodotto sono indicazioni generali, soggette a cambiamenti. Vi consigliamo di rivolcervi sempre al vostro medico di cura per un utilizzo appropriato

Denominazione

RINOCIDINA 7,5 MG + 3 MG GOCCE NASALI, SOLUZIONE

Categoria Farmacoterapeutica

Decongestionanti nasali ed altre preparazioni per uso topico.

Principi Attivi

Un flacone da 15 ml contiene: nafazolina nitrato 7,5 mg, tirotricina 3mg.

Eccipienti

Glucosio, acqua depurata, metile p-idrossibenzoato, etile p-idrossibenzoato, alcool etilico, polietilenglicole 300.

Indicazioni

Terapia topica delle riniti e sinusiti di origine batterica.

Controindicazioni/Eff.Secondar

Ipersensibilita' ai componenti o sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico, malattie cardiache ed ipertensione arteriosa gravi, glaucoma, ipertiroidismo. Non somministrare durante e nelle due settimane successive a terapia con Inibitori delle Monoaminoossidasi (IMAO). Non si consiglia l'uso del prodotto nei bambini. Il farmaco e' controindicato nei bambini di eta' inferiore ai 12 anni.

Posologia

3-6 gocce per narice, 3-4 volte al giorno. Attenersi scrupolosamente alle dosi consigliate. Un dosaggio superiore del prodotto, anche se assunto per via topica e per breve periodo di tempo, puo' dar luogo ad effetti sistemici gravi. Un leggero sedimento non altera l'attivita' delpreparato. Bastera' agitare prima di servirsene.

Conservazione

Conservare a temperatura non superiore a 25 gradi C.

Avvertenze

Da usarsi solo per instillazioni nasali con esclusione di impiego nelcaso di interventi chirurgici profondi. Nei pazienti con malattie cardiovascolari, specialmente negli ipertesi, l'uso di decongestionanti nasali deve essere comunque di volta in volta sottoposto al giudizio delmedico. L'uso protratto di vasocostrittori puo' alterare la normale funzione della mucosa del naso e dei seni paranasali, inducendo anche assuefazione al farmaco. Il ripetere le applicazioni per lunghi periodipuo' risultare dannoso. Impiegare il preparato con cautela, per il pericolo di ritenzione urinaria, negli anziani e nei portatori di ipertrofia prostatica. L'uso, specie se prolungato, dei prodotti topici puo'dare luogo a fenomeni di sensibilizzazione; in tal caso e' necessariointerrompere il trattamento e, se del caso, istituire una terapia idonea. Comunque, in assenza di risposta terapeutica completa entro pochigiorni, consultare il medico; in ogni caso, il trattamento non deve essere protratto per oltre una settimana. Attenersi con scrupolo alle dosi consigliate. Non disperdere nell'ambiente il flacone dopo l'uso.

Interazioni

Non note.

Effetti Indesiderati

Il prodotto puo' determinare localmente fenomeni di rimbalzo, di sensibilizzazione e di congestione delle mucose. Per rapido assorbimento della Nafazolina attraverso le mucose infiammate, si possono verificareeffetti sistemici consistenti in ipertensione arteriosa, bradicardia riflessa, cefalea, disturbi della minzione.

Gravidanza E Allattamento

Nelle donne in stato di gravidanza il prodotto va somministrato nei casi di effettiva necessita' e sotto il diretto controllo del medico. Impiegare con cautela nei primi mesi di gravidanza.