Otreon*Bb Os Fl 100ml Sospensione Os

Principio attivo: Cefpodoxima Proxetile

Forma: Sospensione Os

Fornitore: Daiichi Sankyo Italia Spa *

Conservazione: NON SUPERIORE A +25 GRADI

Degrassi: Specialita' Medicinali Con Prescrizione Medica

Categoria merceologica: FARMACO ETICO

Confezione: FLACONE

Prodotto In Commercio

Otreon*Bb Os Fl 100ml

Foglietto illustrativo - Bugiardino

Il foglietto illustrativo e la relativa posologia di questo prodotto sono indicazioni generali, soggette a cambiamenti. Vi consigliamo di rivolcervi sempre al vostro medico di cura per un utilizzo appropriato

Denominazione

OTREON BAMBINI 40 MG/5 ML GRANULATO PER SOSPENSIONE ORALE

Categoria Farmacoterapeutica

Antibatterici beta-lattamici, cefalosporine di terza generazione.

Principi Attivi

100 grammi di granulato contengono: cefpodoxima proxetil 6,261 g (paria cefpodoxima 4,800 g) corrispondenti a cefpodoxima 40 mg/5 ml di sospensione ricostituita.

Eccipienti

Carmellosa calcica, sodio cloruro, sodio glutamato, aspartame, ossidodi ferro, carmellosa sodica, saccarosio, acido citrico monoidrato, idrossipropilcellulosa, sorbitan trioleato, talco, silice colloidale anidra, aroma di banana polvere (isoamile acetato, isoamile isovalerianato, etilbutirrato, geranil formiato, aldeide acetica, citral, aldeide nonilica, olio d'arancio, gomma vegetale, sorbitolo, malto destrano), potassio sorbato, lattosio monoidrato.

Indicazioni

Cefpodoxima e' indicata per il trattamento delle seguenti infezioni causate da microrganismi sensibili alla cefpodoxima, nei bambini fino agli 11 anni di eta'. Infezioni delle vie respiratorie superiori: sinusite batterica acuta; tonsillite; otite media, acuta. Infezioni delle vie respiratorie inferiori: polmonite batterica. In caso di polmonite batterica la cefpodoxima potrebbe non essere l'opzione adatta a secondadel patogeno coinvolto. Occorre prendere in considerazione la guida ufficiale sull'uso appropriato degli agenti antibatterici.

Controindicazioni/Eff.Secondar

Ipersensibilita' alla cefpodoxima, ad altre cefalosporine o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Precedente storia di immediate e/o gravi reazioni di ipersensibilita' (anafilassi) alla penicillina o ad altri antibiotici beta-lattamici. Il prodotto non deve essere somministrato ai bambini affetti da fenilchetonuria per la presenza di aspartame tra glieccipienti (20 mg/5 ml).

Posologia

Via di somministrazione: orale. Adulti e anziani: non applicabile perquesto medicinale. Neonati (> 28 giorni), bambini (fino a 11 anni): ladose media raccomandata per i bambini e' 8 mg/kg al giorno, somministrati in due dosi divise a intervalli di 12 ore. La dose da prendere e'indicata sul misurino. Le graduazioni corrispondono al peso del bambino in kg da 5 kg (2,5 ml) a 25 kg (12,5 ml) con graduazioni intermediedi 1kg ciascuna (0,5 ml). La dose da prendere e' letta direttamente sul misurino. Regime di dosaggio per i bambini secondo le graduazioni di peso corporeo indicate sul misurino. Peso corporeo 5 kg: 20 mg di cefpodoxima due volte al giorno; 2,5 ml di cefpodoxima due volte al giorno. Peso corporeo 10 kg: 40 mg di cefpodoxima due volte al giorno; 5 ml di cefpodoxima due volte al giorno. Peso corporeo 15 kg: 60 mg di cefpodoxima due volte al giorno; 7,5 ml di cefpodoxima due volte al giorno. Peso corporeo 20 kg: 80 mg di cefpodoxima due volte al giorno; 10ml di cefpodoxima due volte al giorno. Peso corporeo 25 kg: 100 mg dicefpodoxima due volte al giorno; 12,5 ml di cefpodoxima due volte al giorno. I bambini che pesano almeno 25 kg possono assumere 12,5 ml di sospensione due volte al giorno o in alternativa 1 compressa rivestitacon film da 100 mg, due volte al giorno. Compromissione epatica: non sono necessarie modifiche della dose in caso di compromissione epatica.Compromissione renale: non sono necessarie modifiche della dose di cefpodoxima se la clearance della creatinina supera i 40 ml.min-1/1.73m^2. Al di sotto di questo valore, gli studi di farmacocinetica indicanoun aumento dell'emivita di eliminazione plasmatica e delle massime concentrazioni plasmatiche e, quindi, il dosaggio deve essere aggiustatoin modo appropriato. Clcr 39-10 ml/min: una dose singola somministrata ogni 24 ore invece di due volte al giorno (ovvero meta' della dose abituale); clcr <10 ml/min: una dose singola somministrata ogni 48 ore(ovvero un quarto della dose abituale); pazienti in emodialisi: una dose singola somministrata dopo ogni sessione di dialisi.

Conservazione

Il granulato deve essere conservato ad una temperatura non superiore a25 gradi C.

Avvertenze

La cefpodoxima non e' l'antibiotico preferito per il trattamento dellapolmonite da stafilococco e non deve essere usato nel trattamento della polmonite atipica causata da organismi quali Legionella, Micoplasmae Clamidia. La cefpodoxima non e' raccomandata per il trattamento della polmonite causata da S. p neumoniae. Sono state segnalate reazionidi ipersensibilita' gravi e occasionalmente fatali. In caso di reazioni di ipersensibilita' gravi, il trattamento con cefpodoxima deve essere interrotto immediatamente e devono essere prese adeguate misure di emergenza. Prima di iniziare il trattamento occorre verificare se il paziente presenta una storia di reazioni di ipersensibilita' gravi allacefpodoxima, ad altre cefalosporine o a qualsiasi altro tipo di agentebeta-lattamico. Si deve prestare attenzione quando la cefpodoxima viene somministrata a pazienti con una storia di ipersensibilita' non grave verso gli altri agenti beta-lattamici. In caso di grave insufficienza renale puo' essere necessario ridurre il regime posologico a seconda della clearance della creatinina. Colite e colite pseudo-membranosaassociate ad agenti antibiotici sono state segnalate con quasi tutti gli agenti antibiotici, inclusa la cefpodoxima, e possono variare in gravita' da lieve a pericoloso per la vita. Pertanto e' importante prendere in considerazione questa diagnosi in pazienti che presentano diarrea durante o subito dopo il trattamento con cefpodoxima. L'interruzione della terapia con cefpodoxima e la somministrazione di uno specificotrattamento per Clostridium difficile devono essere prese in considerazione. Non devono essere somministrati medicinali che inibiscono la peristalsi. La cefpodoxima deve essere sempre prescritta con cautela inpazienti con una storia di disturbi gastrointestinali, in particolarecoliti. Possono svilupparsi neutropenia e piu' raramente agranulocitosi in particolare durante un trattamento prolungato. Per trattamenti di oltre 10 giorni, la conta ematica deve essere monitorata e il trattamento deve essere interrotto se si osserva neutropenia. Le cefalosporine possono essere assorbite dalla superficie delle membrane dei globuli rossi e reagire con gli anticorpi diretti contro il farmaco. Questopuo' dare luogo a un falso positivo nel test di Coombs e, molto raramente, ad anemia emolitica. A causa di questa reazione puo' verificarsireattivita' crociata con la penicillina. Sono state osservate alterazioni della funzionalita' renale con antibiotici cefalosporinici, in particolare quando somministrati in concomitanza con medicinali potenzialmente nefrotossici come aminoglicosidi e/o potenziali diuretici. In questi casi la funzionalita' renale deve essere monitorata. Come con altri antibiotici, l'uso prolungato di cefpodoxima puo' provocare la proliferazione di organismi non-sensibili (candida e Clostridium difficile), che possono richiedere l'interruzione del trattamento. Interazionicon i test di laboratorio: si puo' verificare un falso positivo con lesoluzioni di Benedict o di Fehling o con il test al solfato di rame per il glucosio nelle urine, ma non con i test basati sulle reazioni enzimatiche della glucosio ossidasi. I pazienti con rari problemi ereditari di intolleranza al galattosio, intolleranza al fruttosio, deficitdi Lapp lattasi, malassorbimento di glucosio-galattosio o insufficienza di saccarasi - isomaltasi non devono assumere questo medicinale.

Interazioni

Nessuna interazione clinicamente significativa con altri medicinali e'stata riportata durante il corso degli studi clinici. Gli anti-H 2 istaminici e gli antiacidi riducono la biodisponibilita' della cefpodoxima. Il probenecid riduce l'escrezione di cefalosporine. Le cefalosporine potenzialmente aumentano l'effetto anticoagulante dei cumarinici eriducono l'effetto contraccettivo degli estrogeni. Anticoagulanti orali: la somministrazione contemporanea di cefpodoxima e warfarin puo' aumentare l'effetto anticoagulante. Ci sono state numerose segnalazionidi un aumento dell'attivita' anticoagulante orale in pazienti che assumevano agenti antibiotici, incluse le cefalosporine. Il rischio puo' variare a seconda dell'infezione alla base, dell'eta' e dello stato generale del paziente pertanto e' difficile stabilire quale sia il contributo delle cefalosporine all'aumento in INR (Rapporto Internazionale Normalizzato). Si raccomanda di monitorare frequentemente il INR durante e subito dopo la somministrazione concomitante di cefpodoxima con unagente anticoagulante orale. Alcuni studi hanno dimostrato che la biodisponibilita' diminuisce di circa il 30% quando la cefpodoxima e' somministrata con medicinali che neutralizzano il pH gastrico o inibiscono la secrezione acida. Pertanto, medicinali quali gli antiacidi di tipo minerale e i bloccanti H 2 come ranitidina che possono causare un aumento del pH gastrico, devono essere presi 2-3 ore dopo la somministrazione di cefpodoxima.

Effetti Indesiderati

Frequenza effetti indesiderati: molto comune (>=1/10); comune (>=1/100,<1/10); non comune (>=1/1.000,<1/100); raro (>=1/10.000,<1/1.000); molto raro <1/10.000); non nota. Patologie del sistema emolinfopoietico.Raro: disordini ematologici come diminuzione dell'emoglobina, trombocitosi, trombocitopenia, leucopenia e eosinofilia; molto raro: anemia emolitica. Patologie del sistema nervoso. Non comune: cefalea, parestesia, capogiro. Patologie dell'orecchio e del labirinto. Non comune: tinnito. Patologie gastrointestinali. Comune: tensione gastrica, nausea,vomito, dolore addominale, flatulenza, diarrea. La diarrea con sanguepuo' verificarsi come sintomo di enterocolite. La possibilita' che siverifichi enterocolite pseudomembranosa deve essere presa in considerazione quando si sperimenta una diarrea grave o prolungata durante o dopo il trattamento. Disturbi del metabolismo e della nutrizione. Comune: perdita dell'appetito. Disturbi del sistema immunitario. Sono stateosservate reazioni di ipersensibilita' di ogni grado di gravita'. Molto raro: reazioni anafilattiche, broncospasmo, porpora e angioedema. Patologie renali e urinarie. Molto raro: livelli leggermente aumentati di creatinina e di urea nel sangue. Patologie epatobiliari. Raro: aumenti moderati temporanei di ASAT, ALAT e fosfatasi alcalina e/o bilirubina. Queste anomalie da laboratorio che possono anche essere spiegate dalla presenza dell'infezione, possono raramente superare di due volteil limite superiore dell'intervallo dichiarato e produrre una lesioneepatica, solitamente colestatica e molto spesso asintomatica; molto raro: danno epatico. Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo. Non comune: reazioni di ipersensibilita' muco-cutanee, eruzione cutanea,orticaria, prurito; molto raro: sindrome di Stevens-Johnson, necrolisi epidermica tossica ed eritema multiforme. Infezioni e infestazioni:puo' verificarsi uno sviluppo di microrganismi non sensibili. Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione. Noncomune: astenia o malessere.

Gravidanza E Allattamento

Non applicabile.

Consigli e commenti su Otreon*Bb Os Fl 100ml

Domande e risposte su Otreon

Secondo voi è possibile ke l'antibiotico Otreon, che ho preso per curare un otite media...?

Tue, 13 Nov 2007 11:22:31 +0000

....sia riuscito anke a combattere non poco la mia acne papulo-pustolosa? è stato piu efficace del bassado addirittura! oppure è solo una coincidenza??????

Raga sto impazzendo...non fate caso al punto di domanda -->?

Mon, 23 Feb 2009 06:39:12 +0000

è da circa 1 settimana e mezzo che ho l'orecchio destro tappato, ho fatto la cura di antibiotico otreon x combattere un'otite media senza dolore, adesso ho il raffreddore e sto orecchiazzo chiuso... la situazione migliora se lo "stappo" spingendo in fuori il timpano, in + sento sempre fruscii insopportabili... mi date un consiglio x stapparlo??? venerdì vado dall'otorino ma fino ad allora mi date un consiglio casalingo? grazie :)

Deva 1 anno cortisone e antibiotico......quando?

Fri, 28 Jan 2011 00:51:27 +0000

ciao ragazze sono sfinita mentalmente e fisicamente ... allora DEva era piena di raffreddore quindi 10 giorni di otreon ( antibiotico) finiti i 10 giorni mi sembrava anche peggiorata anche tosse quindi mercoledi mattina pediatra e altri 10 giorni di antibiotico diverso dall'altro e in + 5 giorni di cortisone ( bentelan) oggi quindi è gia' il 3 giorno di antibiotico e bentelan e questa mattina mi sembra un po meglio.... quanto tempo ci vuole perche' stia meglio domenica ho la sua festa di compleanno e saranno gia' 5 giorni che prende ant+cortis.......sono sfinita vederla star male mi fa strare malissimo deva ha 1 anno............cortisone e antibiotico

Cosa posso usare per le gengive?

Tue, 05 Jul 2011 02:07:33 +0000

mi sta facendo male tutti i denti soprattuto le gengive, il dentista mi ha fatto la piombatura e da quel giorno mi sta facendo male la gengiva cosa posso usare per evitare il dolore alle gengive il dentista mi ha dato delle compresse otreon, e il collutorio erreflog per sciacquarmi i denti voi che mi dite di usare?

Gola gonfiaaaaaaaaaaaaaaaa urgentee vi pregoo ?????

Sun, 25 Mar 2012 01:11:25 +0000

ciao a tutti stamattina mi sn alzato cn la gola gonfia..in qst settimana ho un sacco di cose da fare e quindi dovrei ora subito prendermi un antibiotico x stroncare immediatamente qst gola gonfia..cosa mi consigliate ?? deve essere un antibiotico xk le altre cose di farmacia semplice a me nn fanno nulla..avevo pensato all otreon 200 consigliatemi ve ne prego =) PS. nn sn allergico a nnt RISPONDETE !!!

Sinusite..aiuto...vostre esperienze!!!?

Fri, 28 May 2010 01:22:22 +0000

ciao ragzzi, ieri sono stata dall'allergologo il quale mi ha diagnosticato una brutta sinusite dovuta ad un'allergia...noi allergici in prtica produciamo piu' muco degli altri e in questo muco hanno colonizzato i batteri della sinusite...quindi febbre alta, tosse, naso lo sapete..tappato al massimo! il problema mio sono le medicine...sono troppo fobica...e lui giustamente mi ha prescritto otreon e deflan cortisone potente per 5 giorni!!! ma possibile che non ci sia una cura piu' leggera??? voi cosa avete usato??? ho paura dei cortisoni anche perche' io sono ansiosa e il cortisolo ce l'ho gia' parekkio di mio!!! sosooooo

Leucemia: sono a rischio?

Thu, 19 May 2011 03:06:56 +0000

Nel Dicembre 2010 ho contratto una mononucleosi (febbre a 37.3 C°, debolezza); A febbraio 2011 ho effettuato dei prelievi; Ad Aprile 2011 ho contratto un raffreddore (37.3 C° di febbre) e, nello stesso tempo, una gastroenterite; Dal dì 11/05/11 accuso i seguenti sintomi: Febbre (37.3/37.6 C°), mal di gola, tosse; Ho affrontato una visita con una laringoiatra, la quale mi ha detto che notava del pus nelle tonsille, le quali erano molto gonfie; Il 18/05/11 ho effettuato nuovamente gli esami; nello stesso tempo sto assumendo due compresse di Otreon al giorno (ma la febbre non cala). I primi esiti degli esami saranno pronti la settimana prossima: dato che ho letto che c'è una forma di leucemia (beta fulminante) che colpisce in modo silente, dando sintomi generici, potrei essere a rischio? Potrebbe essere troppo tardi? Grazie.

AIUTOOOOOOO!!!!INFEZIONE VIE AEREE ALTE?

Sat, 30 Apr 2011 09:01:50 +0000

Ciao a tutte le mammine. Il mio piccolo di 1anno e mezzo ha quest infezione.è da domenica che ha la febbre che è arrivata fino a 41.Domenica sera lo sentivo caldo ma pensavo che fosse dovuta alle 2vaccinazioni fatte il giorno 21/04.Tachipirina e ha dormito tranquillo.Lunedi si sveglia con la febbre e di nuovo tachipirina.Lunedi notte lo sentivo lamentarsi e sono entrata in cameretta e l'ho trovato con le mani in testa e bruciava.41.2 di febbre.Supposta e un panno freddo sulla fronte e in mezz ora la febbre scende.Martedi chiamo la pediatra spiegandoli tutto mi dice di chiamare la segretaria e prendere 1appuntamento,poi dato x giovedì.Martedi notte ancora la febbre altissima e poi la mattina l'ho portato al pronto soccorso.Li hanno fatto il prelievo e tutti i valori erano sballati.mi hanno dato Otreon cefpodoxima x 10gg 2volte al di e ferralgan supposte.Ma il discorso è che la febbre li sale ancora a 40 come mezz ora fà.Ho paura x il mio piccolo. Quando la mia pediatra ha visto le analisi ha detto che secondo i valori potrebbe soffrire di ''anemia mediterrania'' ma siccome cè in corso un infenzione i valori non sono attendibili e sono da rifare. Tempo fà ho visto l'intervista di una signora che dopo una vaccinazione nel giro di un mese con la febbre alta è rimasta sulla sedia a rotelle. Ho così tanta paura xkè è una settimana che la febbre lo sta sfinendo.Beve tanto la mia piccola stella xkè dentro bolle.Oggi pomeriggio aspirandoli il naso ho visto anche 1macchia di sangue. Qualcuna di voi mamme ha avuto la SFORTUNA di aver a che fare con questa malatia??? Ho provato a chiamare anche la pediatra ma quandomai.....Introvabili.Ritorno in ospedale?Le dott.se mi hanno detto di tenerlo meglio a casa il piccolino xkè in ospedali cè il raduno dei virus. Vi prego mammine rispondetemi Grazie a tutte

Open Question: Ho bisogno di un consiglio: posso fumare se...?

Sat, 25 Sep 2010 08:16:54 +0000

allora giovedì mi era salita la febbre e l'avevo a 38.8. il giorno dopo (venerdì) oltre alla febbre, avevo le placche sulle tonsille e il dottore mi ha dato da prendere l'antibiotico otreon 200 mg. Oggi mi fa male la gola solo dalla parte destra e infatti le placche le ho solo sulla tonsilla destra e la temperatura ce l'ho a 36 e 9.. Quindi se fumassi tipo mezza sigaretta che mi succede, essendo sotto antibiotico e con le placche su una tonsilla?

Dolore alle tempie, dopo 2 mesi di dolori facciali. Cos'è?

Mon, 04 Aug 2008 06:05:37 +0000

Salve ragazzi, sono Claudio e sto vivendo un calvario da circa 2 mesi, vi espongo tutto quello che ho passato fino ad ora, se qualche santo ha pazienza di leggere tutto e sa aiutarmi ve ne sarò molto grato, grazie... - Primi di giugno, dopo serata in discoteca con abuso di alcol e droghe, shock notturno, delirio, compressione facciale e dolore fortissimo tempie, impossibilità a dormire. La mattina riesco a riprendermi il dolore è meno intenso di quella nottata ma c'è sempre, dolore tempie, compressione facciale, dolore zigomi, sopra mascelle, occhi, soprattutto alla pressione di questi punti. Inoltre chiudendo occhi mi fanno male la testa e gli occhi. Mi sveglio come se non fossi riposato con dolore agli occhi e tempie, a volte fino alla sera, momenti di sollievo rari. Vado dal medico e mi dice che può essere un'infiammazione facciale e mi da pasticche antinfiammatorie ma non fanno nulla Ci ritorno e mi dice che può essere una sinusite, mi da per 3 giorni antibiotici e aereosol, non succede nulla, inoltre mi dice di farmi una radiografia ai seni paranasali Passato un mese Intanto il dolore facciale e il senso di compressione è diminuito, al tatto non mi fanno male gli zigomi, le arcate laterali delle tempie e le mascelle, rimane dolore occhi, sulle arcate interne degli occhi e le tempie, inoltre al risveglio il dolore è presente, sempre occhi e tempie; accuso stanchezza generale Ho provato efferlagan, aulin, novalgina, otreon e naprosene sodico, solo la novalgina e il naprosene mi attenuano un po i dolori Faccio la lastra, dove è evidenziata un'ipertrofia dei turbinati, vado dall'otorino che mi fa fare una risonanza magnetica all'encefalo, intanto mi da delle gocce di levopraid, sulla risonanza non risulta niente di particolare a quanto dice lei ( deviazione lieve setto nasale, piccola ciste aracnoidea), secondo lei è una cefalea muscolo tensiva. Prendo le gocce una settimana ma non mi fanno nulla. Passato 2 mesi Ora come ora il dolore è che altro sulle tempie, mi ci sveglio fino alla sera con rari momenti di sollievo, ho avuto 2-3 giorni di tregua ma poi è ricominciato. Mi fanno male sempre gli occhi, soprattutto a pressione. A volte è minore, a volte mi prendono attacchi fortissimi proprio sulle tempie. La novalgina me lo calma ma non del tutto, ho provato anche il naprosene sodico, mi calma solo un po ma non lo fa passare. Inoltre accuso sempre stanchezza generale, e la mattina mi sveglio come se non avessi riposato nulla , sempre con dolore agli occhi e dolore e pressione sulle tempie con attacchi improvvisi di dolore forti che posso solo calmare con analgesici. Inoltre uniti a questi forti attacchi avverto stanchezza generale. Ora provo con un neurologo.. Sono un fumatore, 15 sigarette al giorno e un discreto bevitore, con qualche eccesso di troppo - Fatemi sapere cosa ne pensate a quanto pare dopo la lastra e risonanza hanno detto che non è sinusite.....