Nuflor Bovini*Im Sc Fl 100ml Preparazione Iniettabile

Principio attivo: Florfenicolo

Forma: Preparazione Iniettabile

Fornitore: Intervet Italia Srl

Conservazione: A TEMPERATURA AMBIENTE

Degrassi: Specialita' Medicinali Veterinarie Con Prescrizione Medica

Categoria merceologica: FARMACO VETERINARIO

Confezione: FLACONE

Prodotto In Commercio

Nuflor Bovini*Im Sc Fl 100ml

Foglietto illustrativo - Bugiardino

Il foglietto illustrativo e la relativa posologia di questo prodotto sono indicazioni generali, soggette a cambiamenti. Vi consigliamo di rivolcervi sempre al vostro medico di cura per un utilizzo appropriato

Denominazione

NUFLOR BOVINI

Categoria Farmacoterapeutica

Antibatterici per uso sistemico. Amfenicoli.

Principi Attivi

Florfenicolo 300 mg/ml.

Eccipienti

Polipropilenglicole 150 mg/ml; n-metil-2-pirrolidone 250 mg/ml.

Indicazioni

Malattie causate da batteri sensibili al florfenicolo. Bovini: trattamento preventivo e terapeutico delle infezioni dell'apparato respiratorio dei bovini dovute a Mannheimia haemolytica, Pasteurella multocida ed Histophilus somni. Ovini: trattamento delle infezioni dell'apparatorespiratorio negli ovini causate da Manneheimia haemolytica e da Pasterurella multocida, sensibili al florfenicolo. Prima del trattamento preventivo, si deve stabilire la presenza della malattia nella mandria.

Controindicazioni/Eff.Secondar

Non usare in tori ed arieti adulti destinati alla riproduzione. Non usare in caso di ipersensibilita' nota al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. La sicurezza del prodotto non e' stata stabilita nelle pecore di eta' inferiore alle 7 settimane.

Sicurezza Nelle Specie Di Rif.

Effetti collaterali:

Uso/Via Di Somministrazione

Intramuscolare, sottocutanea.

Posologia

BOVINI. Trattamento: 20 mg/kg p.c. (1 ml/15 kg) per via IM 2 volte a distanza di 48 ore; 40 mg/kg p.c. (2 ml/15 kg) per via SC una volta sola. Prevenzione: 40 mg/kg p.c. (2 ml/15 kg) per via SC una volta sola.L'iniezione deve essere praticata solo nel collo. OVINI: 20 mg di florfenicolo/kg di peso corporeo (1 ml/15 kg) per via intramuscolare/die,per tre giorni consecutivi. Gli studi di farmacocinetica hanno evidenziato che le concentrazioni medie plasmatiche restano al di sopra dei valori di MIC90 (1 mcg/ml) fino a 18 ore dopo la somministrazione del prodotto alla dose raccomandata per il trattamento. I dati pre-clinicisupportano l'intervallo di trattamento raccomandato (24 ore) per i patogeni target con MIC fino a 1 mcg/ml. Il volume somministrato in ciascun sito di inoculo non deve superare i 10 ml per i bovini ed i 4 ml per gli ovini. L'iniezione deve essere praticata solo nel collo. Pulireil tappo prima di prelevare ogni dose. Usare aghi e siringhe asciuttie sterili. Poiche' il flacone non deve essere forato piu' di 20 volte,l'utilizzatore deve scegliere il flacone della dimensione rispondentealle proprie esigenze, tenendo in considerazione la specie da trattare. Qualora si trattino gruppi di animali in una volta sola, per prelevare il prodotto si consiglia di utilizzare un solo ago da posizionarenel tappo, con lo scopo di evitare un numero eccessivo di perforazioni. Questo ago deve essere rimosso al termine del trattamento. Per assicurare un dosaggio corretto, il peso corporeo deve essere determinato il piu' accuratamente possibile, per evitare sottodosaggi.

Conservazione

Conservare a temperature inferiori a 25 gradi C. Non refrigerare. Proteggere dal gelo. Utilizzare entro 28 giorni dal prelievo della prima dose.

Avvertenze

Il prodotto deve essere usato congiuntamente ad un test di sensibilita' e deve tenere conto delle politiche antimicrobiche ufficiali e locali. In casi molto rari, nei bovini sono stati riportati casi di shock anafilattico. Precauzioni speciali per chi somministra il prodotto aglianimali: non utilizzare il prodotto in caso di sensibilita' nota al propilenglicole ed ai polietilenglicoli. Prestare attenzione onde evitare l'auto-inoculazione accidentale. Sovradosaggio: negli ovini, e' stata osservata una riduzione del consumo di alimenti e di acqua dopo somministrazione di una dose pari a 3 volte o piu' la dose raccomandata.Sono stati notati ulteriori effetti secondari quali: aumentata incidenza di letargia, dimagrimento e perdita di feci. Dopo somministrazionedi una dose 5 volte superiore alla dose raccomandata, e' stata osservata inclinazione della testa, che e' stata considerata piu' probabilmente correlata all'irritazione al sito di inoculo. Incompatibilita': nonmiscelare il prodotto con altri medicinali veterinari.

Tempo Di Attesa

Carne, visceri. Bovini: 30 giorni IM (alla dose di 20 mg/Kg p.v., duesomministrazioni); 44 giorni SC (alla dose di 40 mg/Kg p.v., una somministraziona). Ovini: 39 giorni. Latte: uso non autorizzato in animaliin lattazione che producono latte per il consumo umano, compresi gli animali gravidi destinati alla produzione di latte per il consumo umano.

Specie Di Destinazione

Bovini, ovini.

Effetti Indesiderati

BOVINI: nel corso del trattamento si puo' verificare una diminuzione del consumo alimentare ed un transitorio rammollimento delle feci. Glianimali trattati recuperano rapidamente e completamente una volta terminato il trattamento. La somministrazione del prodotto per via intramuscolare e sottocutanea può causare lesioni di tipo infiammatorio al sito di iniezione, che possono persistere per 14 giorni. In casimolto rari, nei bovini sono stati riportati casi di shock anafilattico. OVINI: nel corso del trattamento si puo' verificare una diminuzionedel consumo alimentare. Gli animali trattati recuperano rapidamente ecompletamente una volta terminato il trattamento. La somministrazionedel prodotto per via intramuscolare puo' causare lesioni di tipo infiammatorio al sito di inoculo, che possono persistere fino a 28 giorni.Solitamente si tratta di episodi lievi e transitori.

Gravidanza E Allattamento

Studi condotti in animali di laboratorio non hanno evidenziato l'esistenza di potenziali effetti embrio- o fetotossici relativi al florfenicolo. Tuttavia, l'effetto del florfenicolo sulla performance riproduttiva e sulla gravidanza nei bovini e negli ovini non e' stato studiato.Usare solo conformemente alla valutazione del rapporto rischio/beneficio.