Lanitop*30cpr 0,1mg Compresse

Principio attivo: Metildigossina

Forma: Compresse

Fornitore: Adienne Srl

Conservazione: NESSUNA PARTICOLARE CONDIZIONE DI CONSERVAZIONE

Degrassi: Specialita' Medicinali Con Prescrizione Medica

Categoria merceologica: FARMACO ETICO

Confezione: BLISTER OPACO

Prodotto In Commercio

Lanitop*30cpr 0,1mg

Foglietto illustrativo - Bugiardino

Il foglietto illustrativo e la relativa posologia di questo prodotto sono indicazioni generali, soggette a cambiamenti. Vi consigliamo di rivolcervi sempre al vostro medico di cura per un utilizzo appropriato

Denominazione

LANITOP

Categoria Farmacoterapeutica

Glicosidi cardiaci.

Principi Attivi

Beta-metildigossina.

Eccipienti

Compresse 0,1 mg: cellulosa microcristallina, lattosio monoidrato, magnesio stearato, povidone, silice colloidale anidra, sodio amido glicolato. Fiale: etanolo 96%, glicole propilenico, acqua per preparazioni iniettabili. Gocce: glicerolo 85%, glicole propilenico, etanolo 96%, acqua depurata. Compresse 0,05 mg: cellulosa microcristallina, lattosiomonoidrato, magnesio stearato, povidone, silice colloidale anidra, sodio amido glicolato.

Indicazioni

Insufficienza cardiaca acuta e cronica.

Controindicazioni/Eff.Secondar

Intossicazione digitalica, ipercalcemia, blocco atrio-ventricolare incompleto, marcata bradicardia sinusale, tachicardia ventricolare e prima di una cardioversione.

Posologia

Considerato l'assorbimento enterico assai rapido e praticamente completo del medicinale, la via endovenosa va riservata ai casi in cui non sia possibile il ricorso al trattamento orale o sia richiesto un intervento urgente. Come per tutti i digitalici, la posologia deve essere stabilita individualmente. Si fornisce tuttavia uno schema di massima. Fiale 1 fiala ev (0,2 mg): 3 (0,6 mg) saturazione rapida 24-36 h; 2 (0,4 mg) saturazione lenta 3-5 giorni. Compresse (1compressa 0,1mg): 6 (0,6 mg) saturazione rapida 24-36 h; 4 (0,4 mg) saturazione lenta 3-5 giorni; 2 (0,2 mg) mantenimento. Gocce 45 gocce (1ml=0,6 mg) 15 gocce (0,2 mg): 15 gocce x 2 (0,4 mg) saturazione lenta 3-5 giorni; 7 gocce x2 (0,2 mg) mantenimento. Compresse0,05 mg: nei pazienti con ridotto fabbisogno glucosidico si consigliano di massima 2,3 compresse/die.

Conservazione

Nessuna speciale precauzione per la conservazione.

Avvertenze

Si raccomanda cautela nell'uso del digitalico nelle lesioni miocardiche acute (infarto miocardico e cardite reumatica in atto), nel blocco A-V completo, nel cuore polmonare. Negli squilibri elettrolitici (es. deplezione potassica manifesta) puo' aversi un potenziamento dell'azione del glucoside. In caso di alterata funzionalita' renale (di piu' frequente riscontro nel paziente anziano), va considerato un minor fabbisogno glucosidico. Evitare la somministrazione parenterale contemporanea di sali di calcio; usare prudenza nel somministrare farmaci simpaticomimetici. L'uso della digitale e dei suoi derivati per l'obesita' e'pericoloso poiche' non offre garanzie di efficacia e puo' provocare aritmie talora di notevole serieta' o altre reazioni secondarie. Preparazioni a base di Hypericum perforatum non dovrebbero essere assunte incontemporanea con medicinali contenenti digossina, a causa del rischiodi un decremento dei livelli plasmatici e di diminuzione dell'efficacia terapeutica di digossina.

Interazioni

Nei pazienti in trattamento con b-metildigossina, la somministrazionedi acido acetilsalicilico, insulina, corticosteroidi, farmaci ad azione lassativa, sali di calcio, diuretici tiazidici, furosemide, acido etacrinico puo' aumentare la tossicita' di b-metildigossina, determinando deplezione potassica, ipokaliemia, aritmia. La somministrazione di chinidina puo' interferire con l'azione di b-metildigossina, riducendone l'azione batmotropa e aumentandone l'azione cronotropa. L'assunzionecontemporanea di spironolattoni o neomicina e b-metildigossina puo' ridurre rispettivamente l'attivita' e l'assorbimento di quest'ultima. Le concentrazioni sieriche di digossina possono essere diminuite dallasomministrazione contemporanea di preparazioni a base di Hypericum perforatum. Cio' a seguito dell'induzione degli enzimi responsabili del metabolismo dei farmaci e/o della glicoproteina P da parte di preparazioni a base di Hypericum perforatum che pertanto non dovrebbero esseresomministrate in concomitanza con digossina. Se un paziente sta assumendo contemporaneamente prodotti a base di Hypericum perforatum i livelli plasmatici di digossina devono essere controllati e la terapia conprodotti a base di Hypericum perforatum deve essere interrotta. I livelli plasmatici di digossina potrebbero risultare aumentati con l'interruzione dell'assunzione di Hypericum perforatum. Il dosaggio di digossina potrebbe necessitare di un aggiustamento.

Effetti Indesiderati

Come in ogni terapia digitalica, specie in presenza di ipersensibilita' individuale o di alterazioni dell'equilibrio elettrolitico, possonocomparire disturbi gastrointestinali (anoressia, nausea, vomito), disturbi del ritmo e della conduzione, disturbi del SNC (disorientamento,afasia, disordini della percezione, confusione mentale, turbe visive).

Gravidanza E Allattamento

Si raccomanda cautela nell'uso del digitalico in gravidanza per evitare eventuali effetti uterotonici.