Kleanprep*Polv 4bust 68,95g Polvere Os

Principio attivo: Peg (Polietilenglicole)/Soluzione Elettrolitica Per Lavanda

Forma: Polvere Os

Fornitore: Norgine Italia Srl

Conservazione: IN LUOGO FRESCO E ASCIUTTO

Degrassi: Specialita' Medicinali Con Prescrizione Medica

Categoria merceologica: FARMACO ETICO

Confezione: BUSTINA

Prodotto In Commercio

Kleanprep*Polv 4bust 68,95g

Foglietto illustrativo - Bugiardino

Il foglietto illustrativo e la relativa posologia di questo prodotto sono indicazioni generali, soggette a cambiamenti. Vi consigliamo di rivolcervi sempre al vostro medico di cura per un utilizzo appropriato

Denominazione

KLEAN-PREP POLVERE PER SOLUZIONE ORALE

Categoria Farmacoterapeutica

Lassativi ad azione osmotica-Macrogol, associazioni.

Principi Attivi

Ogni bustina contiene: macrogol 3350, solfato di sodio anidro, bicarbonato di sodio, cloruro di sodio, cloruro di potassio.

Eccipienti

Aspartame, aroma vaniglia.

Indicazioni

Condizioni cliniche che richiedono uno svuotamento completo dell'intestino crasso.

Controindicazioni/Eff.Secondar

Ipersensibilita' ai principi attivi od ad uno qualsiasi degli eccipienti; insufficienza cardiaca congestizia; perforazione gastrointestinale; megacolon tossico; gravi malattie infiammatorie dell'intestino in fase acuta; forme occlusive subocclusive o stenotiche dell'intestino, stasi gastrica, ileo dinamico, ileo paralitico; grave stato di disidratazione; bambini di eta' inferiore a 8 anni e di peso inferiore a 20 kg;generalmente controindicato in gravidanza.

Posologia

Adulti: 4 litri di soluzione ottenuta sciogliendo il contenuto di ciascuna delle 4 bustine della confezione in un litro di acqua; la soluzione deve essere assunta la sera precedente l'esame medico. Il preparatova ingerito dopo un digiuno di 3-4 ore. In ogni caso non vanno ingeriti cibi solidi a partire da 2 ore prima dell'assunzione fino all'esecuzione dell'esame. L'apporto di acqua o altri liquidi e' invece libero.La soluzione risulta piu' gradevole se raffreddata. Non e' necessarioridurre la dose nei pazienti con insufficienza renale. Il medicinalee' di norma assunto per via orale, ma puo' essere somministrato per sonda nasogastrica in infusione continua. In questo caso, la quantita' da somministrare dovrebbe essere dai 20 ai 30 ml al minuto. Bambini (dieta' superiore a 8 anni e di peso superiore a 20 kg) e adolescenti: 25-30 ml/kg/ora fino ad ottenere un efflusso rettale limpido. Versare il contenuto di una bustina in un litro di acqua tiepida e mescolare fino a quando si e' sciolto. Bere un bicchiere pieno (250 ml) della soluzione ogni 10-15 minuti fino a quando si e' consumata tutta la soluzione. La prima evacuazione si verifica, di regola, circa 90 minuti dopol'inizio della somministrazione. Continuare questo procedimento con ogni bustina una dopo l'altra fino ad assumere tutta la soluzione o finoa quando il liquido fecale risulti chiaro. Cercare di bere la soluzione di tutte le 4 bustine in un periodo di tempo dalle 4 alle 6 ore. Tenere in frigo la soluzione ricostituita. Usare entro 48 ore. Scartarela soluzione che non viene usata. Non aggiungere altri ingredienti alla soluzione ricostituita.

Conservazione

Conservare a temperatura non superiore a 25 gradi C, nella confezioneoriginale per riparare il prodotto dall'umidita'. La soluzione ricostituita deve essere conservata a 2-8 gradi C (in frigorifero) e usata entro 48 ore dalla preparazione. La soluzione residua deve essere eliminata.

Avvertenze

Raramente sono stati riportati casi di disturbi elettrolitici in pazienti a rischio. Il medicinale va pertanto somministrato con particolarecautela in pazienti cardiopatici o nefropatici, in soggetti in trattamento con diuretici o in pazienti con riflesso della deglutizione e stato mentale compromessi, per il rischio di aspirazione da rigurgito. Ipazienti che si trovano in stato incosciente o semicosciente, o i pazienti inclini all'aspirazione o al rigurgito, dovrebbero essere tenutisotto controllo durante la somministrazione, soprattutto se si trattadi somministrazione per via naso-gastrica. Quando il farmaco e' somministrato con un sondino nasogastrico, devono essere prese opportune precauzioni per assicurarsi che il sondino sia posizionato correttamente. Sono stati segnalati casi di edema polmonare derivanti dall'aspirazione di soluzioni di pulizia del colon a base di macrogol che hanno richiesto un trattamento immediato. Il medicinale deve essere somministrato con cautela a quei pazienti che potrebbero reagire con conati di vomito, che soffrono di esofagite da reflusso, od a coloro i cui livellidi coscienza sono ridotti. Il medicinale deve essere somministrato con cautela a quei pazienti che presentano dolore addominale di originesconosciuta, coliti acute, nausea, vomito, marcata accentuazione o riduzione della peristalsi, sanguinamento rettale: tali segni e sintomi richiedono un adeguato approfondimento prima della somministrazione delmedicinale. Il medicinale deve essere somministrato con cautela in pazienti anziani, deboli o debilitati. Se si dovesse verificare dilatazione o dolore, si deve ridurre il ritmo di somministrazione o arrestarlo temporaneamente fino a quando scompaiono questi sintomi. Contiene aspartame.

Interazioni

I lassativi possono ridurre il tempo di permanenza nell'intestino, e quindi l'assorbimento, di altri farmaci somministrati contemporaneamente per via orale. Evitare quindi di ingerire contemporaneamente lassativi ed altri farmaci: dopo aver preso un medicinale lasciare trascorrere un intervallo di almeno 2 ore prima di prendere il lassativo. L'usodi liquirizia aumenta il rischio di ipopotassiemia.

Effetti Indesiderati

Disturbi del sistema immunitario. Non nota: reazioni allergiche incluse reazioni anafilattiche, dispnea, reazioni cutanee. Disturbi del metabolismo e della nutrizione. Non nota: squilibri elettrolitici, nello specifico ipokaliemia e iponatremia. Questi si manifestano piu' comunemente in pazienti che assumono medicinali concomitanti che hanno effetti sui reni, come ACE inibitori e diuretici. Patologie del sistema nervoso. Non nota: convulsioni associate a iponatremia grave, cefalea. Patologie gastrointestinali. Comune: nausea, distensione, addominale; noncomune: vomito, dolore addominale, irritazione rettale; raro: diarreagrave; non nota: flatulenza. Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo. Molto raro: reazioni allergiche cutanee incluso l'angioedema(gonfiore, localizzato specialmente al viso e alle mani; gonfiore o pizzicore alle labbra o alla gola), prurito, eruzioni cutanee o orticaria. Non nota: eritema. Patologie sistemiche e condizioni relative allasede di somministrazione. Non nota: brividi. Un aumento transitorio della pressione sanguigna e' stata osservata in associazione alle preparazioni intestinali.

Gravidanza E Allattamento

Non esistono studi adeguati e ben controllati sull'uso del medicinalein gravidanza o nell'allattamento. Pertanto il medicinale deve essereusato solo in caso di necessita' dopo aver valutato il beneficio atteso per la madre in rapporto al possibile rischio per il feto o per il lattante.