Indocollirio*Coll 20fl 0,1% Collirio

Principio attivo: Indometacina

Forma: Collirio

Fornitore: Bausch & Lomb-Iom Spa

Conservazione: NON SUPERIORE A +25 GRADI E AL RIPARO DALLA LUCE

Degrassi: Specialita' Medicinali Con Prescrizione Medica

Categoria merceologica: FARMACO ETICO

Confezione: FLACONCINO CONTAGOCCIE

Prodotto In Commercio

Indocollirio*Coll 20fl 0,1%

Foglietto illustrativo - Bugiardino

Il foglietto illustrativo e la relativa posologia di questo prodotto sono indicazioni generali, soggette a cambiamenti. Vi consigliamo di rivolcervi sempre al vostro medico di cura per un utilizzo appropriato

Denominazione

INDOCOLLIRIO 0,1% COLLIRIO

Categoria Farmacoterapeutica

Oftalmologici antinfiammatori non steroidei.

Principi Attivi

Indometacina.

Eccipienti

Flacone 5 ml: idrossipropil-b-ciclodestrina, arginina, acido cloridrico, tiomersale, acqua depurata. Contenitore monodose: idrossipropil-b-ciclodestrina, arginina, acido cloridrico, acqua depurata.

Indicazioni

Stati infiammatori eventualmente dolorosi, e non su base infettiva, acarico del segmento anteriore dell'occhio, in particolare per interventi di cataratta.

Controindicazioni/Eff.Secondar

Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Ulcera peptica attiva. Grave disfunzione epatocellulare. Grave compromissione della funzionalita' renale. Si raccomanda una particolareattenzione in caso di somministrazione del collirio a pazienti che presentino ipersensibilita' accertata ai salicilati o ad altri antiinfiammatori non steroidei. Non deve essere impiegato nei bambini sotto i tre anni di eta'. Controindicata nell'ultimo trimestre di gravidanza e durante l'allattamento.

Posologia

Instillare il collirio nel fornice congiuntivale inferiore dell'occhio.

Conservazione

Non conservare a temperatura superiore ai 25 gradi C. Conservare nellaconfezione originale per proteggere il medicinale dalla luce.

Avvertenze

Sono possibili delle reazioni di sensibilizzazione crociata con l'acido acetilsalicilico e altri FANS. La somministrazione topica di antiinfiammatori non steroidei puo' mascherare i segni della progressione dell'infezione. Impiegare con cautela con farmaci antiinfettivi nel corsodi infezioni oculari. I FANS possono ritardare il processo di cicatrizzazione corneale. I FANS possono provocare un aumento della tendenzaal sanguinamento dei tessuti oculari in fase di intervento chirurgico.Si raccomanda di usare con cautela nei pazienti con comprovata predisposizione al sanguinamento o che assumono altri trattamenti che possono prolungare il tempo di sanguinamento. Si raccomanda di non usare lenti a contatto durante il trattamento. Se e' necessario un trattamentoconcomitante con un altro collirio, attendere 15 minuti tra ogni instillazione. Contiene Tiomersale: puo' causare reazioni allergiche. Non essendo stata accertata l'efficacia e la sicurezza nei bambini, se ne sconsiglia l'uso in pediatria.

Interazioni

>>Associazioni sconsigliate. Anticoagulanti orali: aumentato rischio di sanguinamento causato dagli anticoagulanti orali, se tale associazione e' inevitabile, e' richiesta stretta supervisione clinica e di laboratorio. Altri FANS: aumentato rischio di induzione di ulcere e sanguinamento del tratto gastrointestinale. Diflunisal: sanguinamento fataledel tratto gastrointestinale con aumentate concentrazioni plasmatichedi indometacina. Eparine: aumentato rischio di sanguinamento, se taleassociazione e' inevitabile, e' richiesta stretta supervisione clinica. I livelli ematici di litio possono aumentare a livelli tossici, setale associazione e' inevitabile, e' richiesta stretta supervisione dei livelli ematici di litio e un aggiustamento posologico durante il trattamento concomitante e dopo la sospensione del farmaco. Metotrexatoutilizzato a dosi di 15 mg/settimana o piu': la tossicita' ematologicadel metotrexato aumenta poiche' la sua clearance renale e' diminuitadai farmaci antinfiammatori. Ticlopidina: aumentato rischio di sanguinamento, se tale associazione e' inevitabile, e' richiesta stretta supervisione clinica e di laboratorio, incluso il tempo di protrombina. >>Associazioni che richiedono cautela. Diuretici, inibitori dell'enzimadi conversione dell'angiotensina: insufficienza renale acuta in pazienti disidratati, inoltre, ridotto effetto antipertensivo; idratare il paziente e monitorare la funzionalita' renale all'inizio del trattamento. Metotrexato utilizzato a dosi minori di 15 mg/settimana: la tossicita' ematologica del metotrexato aumenta poiche' la sua clearance renale e' diminuita dai farmaci antinfiammatori, e' necessaria una conta settimanale delle cellule ematiche durante le prime settimane di trattamento concomitante. Prestare stretta supervisione in caso di modificazioni della funzionalita' renale e negli anziani. Pentoxifillina: aumentato rischio di sanguinamento, aumentare il monitoraggio clinico e controllare il tempo di protrombina con maggiore frequenza. Topici gastrointestinali: diminuito assorbimento gastrointestinale di indometacina,la somministrazione di qualunque antiacido deve essere ben distanziatadalla assunzione di indometacina. Zidovudina: aumentato rischio di tossicita' dei globuli rossi con anemia grave 8 giorni dopo l'inizio deltrattamento con i FANS. Eseguire controllo della conta delle celluleematiche e dei reticolociti 8-15 giorni dopo l'inizio del trattamentocon i FANS. >>Associazioni da considerare. Beta-bloccanti: per estrapolazione dell'indometacina, ridotto effetto antipertensivo. Ciclosporina: rischio di esacerbata nefrotossicita', specialmente negli anziani.Desmopressina: potenziamento dell'attivita' anti-diuretica. Dispositivi intrauterini: rischio di ridotta efficacia dello IUD (questo e' controverso). Trombolitici: aumentato rischio di sanguinamento.

Effetti Indesiderati

Occasionalmente dopo l'instillazione si puo' avvertire bruciore, generalmente di lieve intensita' o una sensazione di calore, accompagnati omeno da iperemia congiuntivale. In rari casi, i FANS possono indurrecomplicanze corneali come cheratiti ed ulcere corneali che possono peggiorare in perforazioni corneali qualora il medicinale venga somministrato a pazienti con cornea gia' compromessa. Raramente possono manifestarsi possibili fenomeni di fotosensibilita' e cheratite puntata.

Gravidanza E Allattamento

Nel corso del terzo trimestre di gravidanza tutti gli inibitori dellasintesi delle prostaglandine possono esporre il feto a tossicita' cardio-polmonare e renale e possono prolungare il tempo di sanguinamento nella madre e nel bambino nella fase finale della gravidanza. E' assolutamente controindicata durante il terzo trimestre di gravidanza. La somministrazione a donne che allattano deve essere precauzionalmente evitata.

Consigli e commenti su Indocollirio*Coll 20fl 0,1%

Domande e risposte su Indocollirio

Domanda per medico oculista o esperto in chirurgia oculistica.Per cortesia e' urgente mi srervirebbe oggi..grz?

Mon, 05 Sep 2011 08:17:21 +0000

circa 1 mese e mezzo fa sn stato operato all'occhio e dopo una lacerazione della cornea me la hanno suturata con 10 punti proprio sul campo visivo. Ora dall'operazione ho ancora i punti e i medici dicono che ci vogliono crca 2 mesi dall'operazione prima di toglierli;sapete dirmi qualcosa a riguardo? .Poi come terapia metto 1 goccia di Atropina al giorno:puo' far male per cosi' tanto tempo e quanto dura l'effetto dell'atropina(mi dicono che 2 gtt durano 5 giorni) e metto anche indocollirio 3 volte al gg e tobradex 3-4 volte al gg. Per favore potete dirmi se la terapia e' giusta e se e' utile oppure potrebbe recare danno? Domani ho il controllo e vorrei che mi levassero i punti, li ho dal 16 luglio,potrebbero toglierli domani?e che metodo useranno? Grazie in anticipo e mi rendo conto che solo un medico chirurgo oculista o chi ha avuto la stessa cosa potra' rispondere...grazie in anticipo per quanto possibile ve ne saro' riconoscente

"Marche" sostitutive ai medicinali costosi?

Thu, 28 Apr 2011 11:34:50 +0000

Ciao ragazzi, vorrei sapere se esistono "marche" sostitutive a medicinali che siano di diversa casa farmaceutica e che costino quindi di meno. Specialmente per questi 3 medicinali: -indocollirio 5ml -diamox 12 compresse codrase 20 bustine Dato e considerato che queste sono cure a lungo termine, ovvero all'incirca di 6 mesi, facendo un calcolo approssimativo, si andrebbe a spendere molto. Spero in un vostro aiuto il più presto possibile. Grazie.

Congiuntivite cronica occhio sinistro!!?

Thu, 03 Apr 2008 16:45:43 +0000

salve,mi sapreste dire il nome di qualche collirio e pomat per combattere la congiuntivite senza la prescrizione medica? grazie mille

Come si cura la corioretinite sierosa? grazie?

Sun, 06 Jul 2008 20:39:16 +0000

sembra essere una rara malattia che colpisce gli occhi e che porta alla cecita'. Purtroppo le poche persone contattate in Italia via internet (email) non hanno risposto.

Congiuntivite!!!e lenti a contatto?

Thu, 03 Apr 2008 16:04:25 +0000

il sintotrat pomata va bene per combattere la congiuntivite?

Farmaci pre-operatori per il trapianto di cornea?

Thu, 11 Nov 2010 18:39:57 +0000

Mi hanno consigliato dei colliri antibiotici e dei colliri antiinfiammatori! Quali sono meno fastidiosi? E quali più efficienti? Naflox collirio o Nettacin collirio come antibiotici e Ocufen collirio o Voltaren ofta collirio o INDO collirio come antiinfiammatori. Grazie!

Tobradex collirio : e' normale che..?

Wed, 14 Sep 2011 20:26:07 +0000

Ormai ho la congiuntivite da quasi un mese. Ho provato diversi colliri che mi hanno fatto parzialmente passare il rossore ma evidentemente non l'infezione visto che fino a qualche giorno fa avevo ancora della secrezione ai bordi dell'occhio. Adesso come 3 tentativo di cura sto prendendo il tobradex,ho iniziato lunedi' sera. Ho notato pero' che mentre al mattino applicarlo non mi provoca nessun bruciore alla sera invece l'occhio mi brucia per 4-5 secondi ma mi brucia. E' una cosa normale? sara' perche' a fine giornata l'occhio e' piu' irritato? 10 punti alla migliore risposta grazie.