Fungilin*Os Sosp 60ml 500mg/5m Sospensione Os

Principio attivo: Amfotericina B

Forma: Sospensione Os

Fornitore: Bristol-Myers Squibb Srl *

Conservazione: NON SUPERIORE A +25 GRADI

Degrassi: Specialita' Medicinali Con Prescrizione Medica

Categoria merceologica: FARMACO ETICO

Confezione: FLACONE

Prodotto In Commercio

Fungilin*Os Sosp 60ml 500mg/5m

Foglietto illustrativo - Bugiardino

Il foglietto illustrativo e la relativa posologia di questo prodotto sono indicazioni generali, soggette a cambiamenti. Vi consigliamo di rivolcervi sempre al vostro medico di cura per un utilizzo appropriato

Categoria Farmacoterapeutica

Antimicrobico intestinale, antibiotico.

Indicazioni

Trattamento delle candidosi orali e del tratto gastrointestinale. Soppressione di eventuali serbatoi intestinali di C. albicans che potrebbero sostenere candidosi cutanee, mucocutanee e vaginali.

Controindicazioni/Eff.Secondar

Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. La sospensione orale non va usata per le infezioni fungine sistemiche. Generalmente controindicato in gravidanza, allattamento.

Posologia

Agitare bene prima dell'uso. Alla confezione e' annesso un cucchiainodosatore. Adulti: 2-4 cucchiaini al giorno (pari a 1-2 g di amfotericina B). Bambini: 1 cucchiaino per ogni 10 kg di peso corporeo, pro die(pari a 50 mg/kg/die). Lattanti: 1/2 cucchiaino per ogni 5 kg di pesocorporeo, pro die (pari a 50 mg/kg/die). Il dosaggio quotidiano si suddivide in 2-3 somministrazioni, preferibilmente dopo i pasti. La suddetta posologia puo' essere opportunamente aumentata su consiglio del medico. I cicli di cura possono all'occorrenza essere ripetuti senza inconvenienti. Nei casi di candidosi del cavo orale (mughetto) si consiglia di associare al trattamento per via orale un trattamento locale applicando 2-4 volte al giorno la sospensione direttamente in cavita' orale con un tampone.

Avvertenze

Somministrata per via orale, l'amfotericina B e' di norma ben tollerata e raramente induce disturbi gastrointestinali tali da richiedere l'interruzione del trattamento. L'antibiotico non viene praticamente assorbito dal tratto gastrointestinale. Eccezionale quindi e' la possibilita' che si manifestino gli effetti tossici sistemici propri dell'amfotericina B descritti in seguito alla sua somministrazione endovenosa. Tuttavia, in via precauzionale, tenendo presente che per fattori inerenti al singolo soggetto possa inaspettatamente verificarsi un certo assorbimento gastrointestinale dell'antibiotico, nel corso di trattamentiprolungati o con dosaggi particolarmente elevati e' bene controllarel'eventuale comparsa di manifestazioni secondarie sistemiche. Il prodotto contiene para-idrossi-benzoati che possono provocare reazioni allergiche di tipo ritardato, come dermatite da contatto; piu' raramente possono provocare reazioni di tipo immediato, con orticaria e broncospasmo. Il prodotto contiene, inoltre, sodio benzoato che e' un leggero irritante della pelle, degli occhi e delle mucose e puo' aumentare il rischio di ittero nei neonati. Il prodotto contiene, infine, glicerinache e' pericolosa ad alte dosi e puo' provocare emicrania, problemi gastrici e diarrea.

Interazioni

Nessuna nota nell somministrazione orale.

Effetti Indesiderati

Dato che l'amfotericina B non e' assorbita in misura apprezzabile quando somministrata per bocca, anche ad alte dosi, gli eventi avversi chepossono comparire per dosi fino a 3 g al giorno sono occasionali. Traquesti vengono riportati: rash, glossite, disturbi gastrointestinali,compresi nausea, vomito e diarrea. Raramente sono stati segnalati: orticaria, angioedema, sindrome di Stevens-Johnson e epidermolisi necrotica, sebbene non sia chiara l'associazione di questi eventi con la somministrazione del prodotto. Puo' comparire un transitorio ingiallimento dei denti che viene facilmente rimosso con la consueta pulizia. Conl'uso endovenoso sono stati riscontrati alcuni effetti indesiderati.

Gravidanza E Allattamento

Non ci sono studi adeguati e ben controllati su donne in gravidanza. La forma orale di amfotericina B dovrebbe essere usata in gravidanza solo se i potenziali benefici giustificano il rischio potenziale per ilfeto e, comunque, sotto il diretto controllo del medico. Non e' noto se l'amfotericina B sia escreta nel latte materno. Sebbene l'assorbimento gastrointestinale non sia significativo, l'amfotericina B deve essere usata con cautela nelle madri in allattamento.