Foster*Inal 120d 100/6mcg Aerosol

Principio attivo: Beclometasone Diproprionato/Formoterolo Fumarato Diidrato

Forma: Aerosol

Fornitore: Chiesi Farmaceutici Spa *

Conservazione: DA +2 A +8 GRADI PRIMA DELLA DISPENSAZIONE / NON SUPERIORE A +25 GRADI DOPO LA DISPENSAZIONE

Degrassi: Specialita' Medicinali Con Prescrizione Medica

Categoria merceologica: FARMACO ETICO

Confezione: BOMBOLETTA

Prodotto In Commercio

Foster*Inal 120d 100/6mcg

Foglietto illustrativo - Bugiardino

Il foglietto illustrativo e la relativa posologia di questo prodotto sono indicazioni generali, soggette a cambiamenti. Vi consigliamo di rivolcervi sempre al vostro medico di cura per un utilizzo appropriato

Denominazione

FOSTER 100/6 MCG PER EROGAZIONE SOLUZIONE PRESSURIZZATA PER INALAZIONE

Categoria Farmacoterapeutica

Adrenergici per aerosol.

Principi Attivi

Beclometasone dipropionato e formoterolo fumarato diidrato.

Eccipienti

Norflurano (HFA-134a); etanolo anidro; acido cloridrico.

Indicazioni

Trattamento regolare dell'asma quando l'uso di un prodotto di associazione (corticosteroide per via inalatoria e beta 2 -agonista a lunga durata d'azione) e' appropriato: in pazienti non adeguatamente controllati con corticosteroidi per via inalatoria e beta 2 -agonisti per via inalatoria a rapida azione usati "al bisogno" oppure in pazienti che sono gia' adeguatamente controllati sia con corticosteroidi per via inalatoria che con beta 2 -agonisti a lunga durata d'azione.

Controindicazioni/Eff.Secondar

Accertata ipersensibilita' al beclometasone dipropionato, al formoterolo fumarato diidrato e/o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Posologia

Per uso inalatorio. Il farmaco non e' indicato per il trattamento iniziale dell'asma. Il dosaggio dei componenti del medicinale varia da paziente a paziente e deve essere adattato in relazione alla gravita' della malattia. Cio' deve essere considerato non solo quando si inizia iltrattamento con l'associazione, ma anche quando il dosaggio viene modificato. Se un paziente dovesse aver bisogno di una combinazione di dosi diverse da quelle disponibili con l'associazione fissa, si devono prescrivere le dosi appropriate di beta 2 -agonisti e/o corticosteroidiin inalatori separati. Il beclometasone dipropionato e' caratterizzato da una distribuzione di particelle extrafini tale da determinare uneffetto piu' potente delle formulazioni di beclometasone dipropionatocon una distribuzione di particelle non extrafini (100 mcg di beclometasone dipropionato extrafine nel farmaco sono equivalenti a 250 mcg dibeclometasone dipropionato in formulazione non extrafine). Pertanto la dose giornaliera totale di beclometasone dipropionato somministratamediante il farmaco deve essere inferiore alla dose giornaliera totaledi beclometasone dipropionato somministrata mediante una formulazionedi beclometasone dipropionato non extrafine. Si deve tenere conto diquesto quando un paziente passa da una formulazione di beclometasone dipropionato non extrafine al farmaco; la dose di beclometasone dipropionato deve essere inferiore e sara' necessario adattarla alle necessita' individuali del paziente. Ci sono due modalita' di trattamento. Terapia di mantenimento: il farmaco e' assunto come trattamento di mantenimento regolare con un altro broncodilatatore a rapida azione da utilizzarsi al bisogno. Terapia di mantenimento e al bisogno: il farmaco e'assunto sia quale trattamento di mantenimento regolare sia al bisognoin risposta ai sintomi. Terapia di mantenimento: consigliare ai pazienti di avere sempre a disposizione l'altro broncodilatatore a rapida azione per l'uso al bisogno. Adulti (18 anni in su): una o due inalazioni due volte al giorno. La dose giornaliera massima e' di 4 inalazioni. Terapia di mantenimento e al bisogno: i pazienti assumono una dose giornaliera di mantenimento e inoltre assumono il farmaco al bisogno inrisposta ai sintomi dell'asma. Consigliare ai pazienti di avere sempre il medicinale disponibile per l'uso al bisogno. Considerare la terapia di mantenimento e al bisogno con il farmaco specialmente per i pazienti con: controllo dell'asma inadeguato e necessita' di un farmaco albisogno; esacerbazioni dell'asma che hanno richiesto, in passato, unintervento medico. Nei pazienti che assumono frequentemente un alto numero di inalazioni al bisogno e' necessario uno stretto monitoraggio degli eventi avversi correlati alla dose. Adulti (18 anni in su): la dose di mantenimento raccomandata e' di 1 inalazione due volte al giorno(una inalazione al mattino ed una inalazione alla sera). assumere unaulteriore inalazione al bisogno in risposta ai sintomi. Se i sintomipersistono dopo alcuni minuti, assumere un'ulteriore inalazione. La dose massima giornaliera e' di 8 inalazioni. Ai pazienti che necessitanoun uso frequente giornaliero di inalazioni al bisogno deve essere fortemente raccomandato di richiedere un parere medico. Si deve procederead una rivalutazione della loro condizione asmatica e la loro terapiadi mantenimento deve essere riconsiderata. Bambini e adolescenti al di sotto di 18 anni: la sicurezza e l'efficacia del farmaco non sono ancora state stabilite. Sono disponibili soltanto dati limitati negli adolescenti tra i 12 ed i 17 anni; l'uso non e' raccomandato Controllarei pazienti regolarmente, in modo da garantire che il dosaggio rimangaottimale e che sia modificato solo su consiglio medico. Aggiustare ladose alla dose piu' bassa sufficiente a mantenere un efficace controllo dei sintomi. Una volta ottenuto il controllo dei sintomi con il dosaggio piu' basso raccomandato, allora come fase successiva si puo' provare la somministrazione del solo corticosteroide inalatorio. Avvisarei pazienti di assumere il farmaco tutti i giorni, anche quando sono asintomatici. Non occorre modificare il dosaggio nei pazienti anziani.Non ci sono dati disponibili sull'uso del farmaco in pazienti con funzionalita' renale o epatica compromessa. Per assicurare una corretta somministrazione del medicinale, mostrare al paziente come utilizzare correttamente l'inalatore.

Conservazione

Prima della dispensazione al paziente : Conservare in frigorifero (2 -8 gradi C) (per un massimo di 15 mesi). Dopo la dispensazione: non conservare a temperature superiori ai 25 gradi C (per un massimo di 5 mesi). Il contenitore contiene un liquido pressurizzato. Non esporre a temperature piu' alte di 50 gradi C. Non forare il contenitore.

Avvertenze

Usare il farmaco con cautela in pazienti con aritmia cardiaca, specialmente nei casi di blocco atrioventricolare di terzo grado e tachiaritmia, stenosi aortica subvalvolare idiopatica, miocardiopatia ipertrofica ostruttiva, gravi malattie cardiache, in particolare infarto miocardico acuto, ischemia cardiaca, insufficienza cardiaca congestizia, patologie vascolari occlusive, in particolare arteriosclerosi, ipertensione arteriosa e aneurisma. Si deve prestare molta attenzione anche quando si trattano pazienti con noto o sospetto prolungamento dell'intervallo QTc, sia congenito che indotto da farmaci (QTc > 0.44 secondi). Ilformoterolo stesso puo' provocare un prolungamento dell'intervallo QTc. E' richiesta cautela anche quando il farmaco e' utilizzato da pazienti con tireotossicosi, diabete mellito, feocromocitoma ed ipokaliemianon trattata. La terapia con medicinali beta 2 -agonisti puo' provocare, potenzialmente, una grave ipokaliemia. Cautela in pazienti affettida asma grave poiche' questo effetto puo' essere potenziato dalla ipossia. La ipokaliemia puo' anche essere potenziata da trattamenti concomitanti con altri medicinali che possono indurre ipokaliemia, come i derivati xantinici, gli steroidi ed i diuretici. Si raccomanda di usarecautela anche nell'asma instabile, quando possono essere usati alcunibroncodilatatori "al bisogno". L'inalazione di formoterolo puo' causare un aumento dei livelli di glucosio nel sangue. Di conseguenza, nei pazienti diabetici monitorare la glicemia. Se si deve effettuare una anestesia con anestetici alogenati, somministrare il farmaco almeno 12 ore prima dell'inizio dell'anestesia. Somministrare il farmaco con cautela in pazienti con tubercolosi polmonare attiva o quiescente, infezioni fungine e virali delle vie respiratorie. Non interrompere bruscamente il trattamento. Occorre prestare molta attenzione se il paziente non ritiene il trattamento efficace. L'aumento dell'uso di broncodilatatori "al bisogno" e' indice di un peggioramento delle condizioni di base e giustifica una modifica della terapia. Il peggioramento improvvisoe progressivo del controllo dell'asma e' potenzialmente pericoloso per la vita. Considerare la necessita' di aumentare la terapia con corticosteroidi, per via inalatoria o per via orale, o iniziare una terapiacon antibiotici se si sospetta una infezione. I pazienti non devono iniziare la terapia durante un'esacerbazione oppure se hanno un significativo peggioramento o un deterioramento acuto dell'asma. Durante la terapia possono manifestarsi eventi avversi gravi correlati all'asma edesacerbazioni. Si puo' manifestare broncospasmo paradosso, con un immediato aumento di respiro sibilante e respirazione rapida dopo la somministrazione. Se si verifica questa situazione occorre somministrare immediatamente per via inalatoria un broncodilatatore ad effetto rapido. Sospendere immediatamente il farmaco ed sottoporre il paziente ad una terapia alternativa. Non usare il medicinale come terapia iniziale dell'asma. Quando i sintomi dell'asma sono sotto controllo, si puo' prendere in considerazione l'opportunita' di ridurre gradualmente la dose. E' importante controllare regolarmente i pazienti se il trattamentoviene ridotto. Si deve usare la piu' bassa dose efficace. Si possono presentare effetti sistemici con i corticosteroidi inalatori, in particolare quando prescritti per periodi prolungati e ad alti dosaggi. Questi effetti e' molto meno probabile che compaiano con i corticosteroidiinalatori che con quelli orali. I possibili effetti sistemici includono: la sindrome di Cushing, aspetto cushingoide, soppressione surrenalica, riduzione della densita' minerale ossea, ritardo della crescita nei bambini e negli adolescenti, cataratta e glaucoma e, piu' raramenteuna serie di effetti psicologici o comportamentali che includono iperattivita' psicomotoria, disturbi del sonno, ansia, depressione o aggressivita' (particolarmente nei bambini). E' importante quindi che il paziente sia visitato regolarmente e che la dose di corticosteroide inalatorio sia la piu' bassa dose possibile con cui viene mantenuto il controllo effettivo dell'asma. Dati di farmacocinetica a dose singola hanno dimostrato che l'uso del farmaco con il dispositivo spaziatore AeroChamber Plus, se confrontato con l'utilizzo dell'erogatore standard, non aumenta l'esposizione totale sistemica al formoterolo e riduce l'esposizione sistemica al beclometasone-17-monopropionato; mentre c'e' unaumento per il Beclometasone dipropionato immodificato che raggiungela circolazione sistemica attraverso il polmone; comunque, dal momentoche l'esposizione totale sistemica di Beclometasone dipropionato piu'il suo metabolita attivo non cambia non aumenta il rischio di effettisistemici quando si usa il farmaco con il citato dispositivo spaziatore. L'uso di alte dosi di corticosteroidi inalatori per lunghi periodipuo' causare soppressione surrenale e crisi surrenali acute. I bambini di eta' inferiore ai 16 anni che assumono/inalano dosi di beclometasone dipropionato piu' alte di quelle raccomandate possono essere particolarmente a rischio. Le situazioni che possono potenzialmente scatenare delle crisi surrenaliche acute includono traumi, operazioni chirurgiche, infezioni o qualsiasi altro caso che implichi una rapida riduzione del dosaggio. Bisogna prestare attenzione quando si passa alla terapia con il medicinale, soprattutto se c'e' ragione di credere che la funzionalita' surrenalica sia compromessa da una precedente terapia consteroidi sistemici. Pazienti che sono stati trasferiti da una terapiacon corticosteroidi orali ad una con corticosteroidi inalatori possono rimanere a rischio di un peggioramento della riserva surrenale per un considerevole periodo di tempo. Possono essere a rischio anche pazienti che hanno avuto bisogno, in passato, di alti dosaggi di corticosteroidi in casi di emergenza o che sono stati trattati per un periodo prolungato con alte dosi di corticosteroidi per via inalatoria. Occorresempre considerare la possibilita' di una compromessa funzionalita' residua in situazioni di emergenza o elettive che producono stress, e sideve tenere in considerazione di adottare un appropriato trattamentocon corticosteroidi. Il farmaco contiene una piccola quantita' di etanolo Risciacquare la bocca o fare gargarismi con acqua o lavarsi i denti dopo inalazione del farmaco.

Interazioni

Interazioni farmacocinetiche: il beclometasone dipropionato si metabolizza molto rapidamente tramite le esterasi senza coinvolgimento del sistema del citocromo P450. Interazioni farmacodinamiche: evitare l'utilizzo di beta-bloccanti in pazienti asmatici (inclusi i colliri). Se vengono somministrati beta-bloccanti per ragioni impellenti, l'effetto del formoterolo sara' ridotto o annullato. D'altra parte l'uso concomitante di altri medicinali beta adrenergici, puo' dar luogo ad effetti potenzialmente additivi, pertanto si richiede cautela nella prescrizione di teofillina o altri beta-adrenergici contemporaneamente al formoterolo. Il trattamento concomitante con chinidina, disopiramide, procainamide, fenotiazine, antiistaminici, inibitori delle monoaminossidasi eantidepressivi triciclici puo' causare un prolungamento dell'intervallo QTc e aumentare il rischio di aritmie ventricolari. Inoltre, L-dopa, L-tiroxina, ossitocina ed alcool possono alterare la tolleranza cardiaca nei confronti dei beta-2 simpaticomimetici. Il trattamento concomitante con inibitori delle monoaminossidasi, inclusi medicinali con proprieta' simili come furazolidone e procarbazina, possono causare reazioni ipertensive. C'e' un elevato rischio di aritmie in pazienti sottoposti simultaneamente ad anestesia con idrocarburi alogenati. Il trattamento concomitante con derivati xantinici, steroidi o diuretici puo'potenziare un possibile effetto di ipokaliemia dei beta2-agonisti. Inpazienti trattati con glucosidi digitalici, una ipokaliemia puo' incrementare la predisposizione alle aritmie. Il medicinale contiene una piccola quantita' di etanolo. Esiste una teorica possibilita' di interazione in pazienti particolarmente sensibili che assumono disulfiram o metronidazolo.

Effetti Indesiderati

Poiche' il farmaco contiene beclometasone dipropionato e formoterolo fumarato diidrato, le reazioni avverse attese per tipo e gravita' sonoquelle associate a ciascuno dei due componenti. Non vi e' incidenza dieventi avversi aggiuntivi in seguito alla somministrazione concomitante dei due principi attivi. Gli effetti indesiderati associati al beclometasone dipropionato ed al formoterolo, somministrati sia come associazione fissa che come singoli componenti, sono riportati di seguito,elencati per classificazione per organi e sistemi. Le frequenze sono cosi definite: molto comune (>=1/10) comune (>=1/100 e <1/10) non comune (>=1/1.000 e <1/100), rara (>= 1/10.000 < 1/1.000) e molto rara (<=1/10.000). Le reazioni avverse comuni e non comuni risultano dai datidegli studi clinici. L'incidenza con placebo non e' stata presa in considerazione. Infezioni ed infestazioni. Comune: faringite; non comune:influenza, infezione fungina orale, candidosi orofaringea, candidosiesofagea, candidosi vulvovaginale, gastroenterite, sinusite, rinite. Patologie del sistema emolinfopoietico. Non comune: granulocitopenia; molto raro: trombocitopenia. Disturbi del sistema immunitario. Non comune: dermatite allergica; molto raro: reazioni di ipersensibilita' quali eritema, edema delle labbra, del viso, degli occhi e della faringe.Patologie endocrine. Molto raro: soppressione surrenale. Disturbi delmetabolismo e della nutrizione. Non comune: ipokaliemia, iperglicemia.Disturbi psichiatrici. Non comune: agitazione; non nota: iperattivita' psicomotoria, disturbi del sonno, ansia, depressione, aggressivita',disturbi di comportamento (prevalentemente nei bambini). Patologie del sistema nervoso. Comune: mal di testa; non comune: tremore, vertigini. Patologie dell'occhio. Molto raro: glaucoma, cataratta. Patologie dell'orecchio e del labirinto. Non comune: otosalpingite. Patologie cardiache. Non comune: palpitazioni; prolungamento dell'intervallo QT corretto dell'elettrocardiogramma, modifiche elettrocardiografiche, tachicardia, tachiaritmia; raro: extrasistoli ventricolari, angina pectoris; molto raro: fibrillazione atriale. Patologie vascolari. Non comune:iperemia, arrossamenti. Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche. Comune: disfonia; non comune: tosse, tosse produttiva, irritazione della gola, crisi asmatiche; raro: broncospasmo paradosso; molto raro: dispnea, esacerbazioni dell'asma. Patologie gastrointestinali. Noncomune: diarrea, secchezza delle fauci, dispepsia, disfagia, sensazione di bruciore delle labbra, nausea, disgeusia. Patologie della cute edel tessuto sottocutaneo. Non comune: prurito, rash, iperidrosi; raro:orticaria, angioedema. Patologie del sistema muscoloscheletrico e deltessuto connettivo. Non comune: spasmi muscolari, mialgia; molto raro: ritardo della crescita in bambini e adolescenti. Patologie renali eurinarie. Raro: nefrite. Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione. Molto raro: edema periferico. Esami diagnostici. Non comune: aumento della proteina C-reattiva, aumento della conta piastrinica, aumento degli acidi grassi liberi, aumento dell'insulina ematica, aumento dei corpi chetonici del sangue; raro: aumento della pressione sanguigna, diminuzione della pressione sanguigna; moltoraro: diminuzione della densita' ossea. Come per altre terapie inalatorie, si puo' manifestare broncospasmo paradosso. Tra le reazioni avverse osservate, quelle tipicamente associate al formoterolo sono: ipokaliemia, cefalea, tremore, palpitazioni, tosse, spasmi muscolari e prolungamento dell'intervallo QTc. Le reazioni avverse tipicamente associate al beclometasone dipropionato sono: infezioni orali fungine, candidosi orale, disfonia, irritazione della gola. La disfonia e la candidosipossono essere alleviate con gargarismi o sciacquandosi la bocca conacqua o lavandosi i denti dopo aver usato il prodotto. La candidosi sintomatica puo' essere trattata con una terapia antimicotica topica mentre si continua il trattamento con il medicinale. Gli effetti sistemici dei corticosteroidi inalatori (ad esempio il beclometasone dipropionato) possono verificarsi in particolar modo quando si somministrano alte dosi del medicinale per lunghi periodi di tempo, e possono comprendere: soppressione surrenale, diminuzione della densita' minerale ossea, ritardo della crescita in bambini e adolescenti, cataratta e glaucoma. Si possono verificare anche reazioni di ipersensibilita' che includono rash, orticaria, prurito, eritema ed edema ad occhi, viso, labbrae gola.

Gravidanza E Allattamento

Non ci sono esperienze o dati sulla sicurezza del propellente HFA-134ain gravidanza o nell'allattamento nella specie umana. Tuttavia studisugli effetti di HFA-134a sulla funzione riproduttiva e sullo sviluppoembriofetale negli animali non hanno evidenziato eventi avversi clinicamente rilevanti. Non vi sono dati clinici rilevanti sull'uso del medicinale in donne in gravidanza. Studi nell'animale con l'associazionedi beclometasone dipropionato e formoterolo hanno evidenziato segni ditossicita' sulla sfera riproduttiva dopo elevata esposizione sistemica. A causa dell'effetto tocolitico dei beta2-simpaticomimetici occorreesercitare particolare cautela durante il travaglio. Non e' raccomandato l'uso di formoterolo durante la gravidanza ed in particolare allafine della gravidanza o durante il travaglio a meno che non esista nessuna (e piu' sicura) altra alternativa disponibile. Il farmaco deve essere usato durante la gravidanza solamente se i benefici attesi superano i potenziali rischi. Non ci sono dati clinici rilevanti sull'uso del medicinale nell'allattamento nella specie umana. Nonostante non ci siano dati in esperimenti su animali, e' ragionevole ritenere che il beclometasone dipropionato sia secreto nel latte materno, come altri corticosteroidi. Non e' noto se il formoterolo passi nel latte materno, ma e' stato ritrovato nel latte di animali. La somministrazione del farmaco durante l'allattamento deve essere presa in considerazione solo nei casi in cui i benefici attesi superino i potenziali rischi.

Consigli e commenti su Foster*Inal 120d 100/6mcg

Domande e risposte su Foster

Ricarica palla foster?

Tue, 06 May 2014 12:55:58 +0000

Allora, faccio subito una precisazione, le armerie dalle mie parti non hanno una vasta scelta di polveri, anzi, non hanno quasi niente, pelf per fucile e pistola, e al massimo, sporadicamente gli capita qualche latta di cheddite granular s fine, è tutto, niente gm3, sipe ecc..ecc, senza menzionare il resto della componentistica, un miraggio, non hanno un ciufolo, vabbè, guardando le tabelle cheddite, le stesse dicono che va bene anche per un range di 28 grammi, il mio problema è questo, usando la cheddite, che è una polvere poco voluminosa, con bossolo 70, la borra che altezza dovrebbe essere? Che oal deve avere questa cartuccia? Come faccio a fare una bella chiusura a orlo tondo, quelle che faccio con gli 11/0 fanno pena, all'esterno fa un bel becco di civetta, ma all'interno viene orribile, eppure ho una bobina professionale, una om in acciaio per ot, comprata da siarm! Grazie mille a tutti coloro che mi sapranno aiutare!

Palla foster per ricarica calibro 12?

Thu, 13 Jan 2011 13:14:51 +0000

mi sto attrezzando per ricaricare il calibro 12 per poligono, sapete dirmi dove posso trovare palle FOSTER per ricarica grazie in anticipo

Amy foster?

Mon, 23 Jun 2008 09:25:02 +0000

scusate dove posso trovare il testo del racconto Amy Foster di Joseph Conrad in italiano? lo trovo facilmente in rete ma solo ed esclusivamente in inglese. . . . .:-(

John Foster è morto...?

Thu, 26 May 2011 13:39:58 +0000

ciao a tutti una cosa mio nonno voleva sapere se john Foster è morto!!! grazieee :) Se è possibile anche la data!! ... grazie mille :) 10 punti!!!!!!!!!

Romanzo di Stephen Foster?

Thu, 19 Mar 2009 14:21:25 +0000

Vorrei sapere se davvero esiste il romanzo "Jeanie with the light brown hair" (da cui hanno tratto il cartone animato "Fiocchi di cotone per Jeanie) in italiano. ma il romanzo, seppur in inglese, è reperibile da qualche parte?

FOSTER medicinale..(effetti indesiderati e non)?

Mon, 16 Nov 2009 09:08:00 +0000

salve..qualcuno mi saprebbe elencare gli effetti del medicinale foster? sul foglietto illustrativo si dice che nn va usato fino ai 18 anni..qualcuno sà come mai? e in caso venisse usato prima quali sarebbero i rischi? è mediamente ben tollerato??

Scott Foster?

Fri, 18 Jan 2008 10:42:34 +0000

Chi mi sa dare qualche informazione su questo bellissimo attore del telefilm Greek??

Vorrei informazioni sul farmaco foster?

Fri, 14 May 2010 12:01:23 +0000

vorrei interrompere l'assunzione del farmaco foster (iniziato circa un mese fa x sintomi di asma) che mi ha creato una specie di dipendenza...adesso non riesco più a farne a meno perchè mi manca il respiro, come fare?

Jodie foster?

Sat, 19 Jul 2008 08:15:31 +0000

che cosa ne pensate di questo personaggio,sugli schermi dall'età due o tre anni (pubblicità di abbronzanti coppertone o cose cosi') ,solo per citare i primissimi incarichi sullo schermo (piccolo o grande).....passando per il ruolo di mini prostituta nel film taxy driver,fino alla consacrazione più totale(talvolta totalitaria hehe) quale è stato il film <il silenzio degli innocenti>. HO solo ricordato alcune fra le boe di questa sua carriera,non quindi una filmografia(dio solo sa quante interpretazioni ha al suo attivo questa signora (45 enne?) mi chiedevo se il fatto di avere avuto a che fare con la tv e il cinema sin dalla primissima infanzia ,non si sia venuta a creare nella sua vita non dico roba accostabile a qualcosa da<truman show>, ,però ,sarà mai possibile che una persona non ne sia inquinata se si può usare questo termine ,comportamentalmente e caratterialmente ,abituata da sempre a interperetare ruoli? potrei fare questo discorso su altre tipologie e tipi di attori però parlo della foster in quanto mi colpisce l'assoluta impenetrabilità del suo privato verso i media,e questo fa di lei un perfetto caso di persona consapevole della propria condizione personale comportamentale,stia per cosi dire cercando di riparare ed evitando minuziosamente di far trapelare neanche un granello di polvere del suo prv,credo in più che questa donna sia dotata di senso da auto analisi propria,altrimenti non mi spiego,per quanto ho avuto modo di vedere i suoi film,certe sue scelte professionali,come per esempio non aver concesso di nuovo la propria figura di detective nel film <hannibal> uno dei seguiti del <silenzio degli innocenti>e voglio ricordare unico insinme a un paio di altre pellicole nella storia del cinema americano ad aver vinto tutto quello che c'era da vincere agli oscar lasciando a bocca asciutta tutti,di questa attrice ho avuto modo di vedere solo tre film ( vedi dettagli sotto) <il silenzio..> appunto, <nell> (del 1994 se non sbaglio) e il recente <alla ricerca dell'isola di nim> ,il film <nell> è la storia di una giovane selvaggia(jodie foster)che vive sola e in armonia nella foresta,lontanissima dai rumori delle auto e del trambusto delle modernità ,non avvicina nessuno ,se non un giornalista che vuole difenderla e man mano riesce a intuire l'origine della sua parlata peculiare,e apparentemente indecifrabile,il film mi ha fatto davvero schifo se proprio devo essere onesto,non sono riuscito a digerirlo con tutto il rispetto per l'utente che in una mia domanda mi aveva consigliato di vederlo. passiamo ora ad <alla ricerca dell'isola di nim>:è la storia di una bella bambina che abita sola con il padre in un'isola tropicale abitata da otarie mi pare iguane o draghi non so..comunque un isoletta disabitata,mai calcata da nessuno umano e dispersa nell'oceano pacifico, e nim,con il padre ricercatore hanno fatto casa loro.. un giorno il padre di nim si perde nell'oceano e la piccola resta sola tra la vegetazione lussureggiante ed un vulcano sulla testa per dire..ha un idolo la bambina.una scrittrice (jodie foster) viene a sapere della piccola e con molti patemi ,si mette in viaggio verso l'altra parte del mondo nell'intenzione di aiutare la bambina solitaria,la scrittrice soffre di agorafobia (paura degli spazi aperti) e molto "ciabattaia" ed è 4 mesi che non mette letteralmente piede fuori dalla porta del suo appartamento essendo molto impegnata a scrivere i suoi romanzi davanti al pc..vabbe il film è bellino,e da perfetta commedia all'americana si conclude nel migliore dei modi,però,ritornando a jodie,bhe credo stiate capendo dove intenda andare a parare,gran donna davvero,quanto meno essere cosi' selettiva nel segliere sempre ruoli molto diversificati la arricchisce proffessionalmente,poi non so con la psiche ... per finire,siete d'accordo che le persone in eta infantile recitino ruoli nei film ? e ultimissimo ,ma perchè questa donna è lesbica,mannaggia.. mannaggia a me.......... scusate i tanti errori ortografici e periodi anacoluti però se qui spedisci dei testi ,non c'è nessuna gomma poi a rimediare ok vediamo un po ora samanta non credo che hai capito che cosa intendevo mettere all'attenzione della platea (o_O),grazie comunque che hai risposto cosi non mi cancellano la domanda,però non penso proprio che una persona di due anni che sia gia sotto l'influenza del falso( i copioni... a prescindere se sono storie vere),dicevo,non penso proprio che la foster sia stata all'eta di due anni dotata di quella forte personalita che tu dici,il mio intento era vedere le reazioni di persone come jodie fostr,che sono delle specie di truman show come riescono a elaborare una vita di copioni e schifezze holliwoodiane,questa era l'essenza del mio intervento