Fastum Gel*Tubo Disp 50g 2,5% Gel

Principio attivo: Ketoprofene

Forma: Gel

Fornitore: A.Menarini Ind.Farm.Riun.Srl *

Conservazione: NESSUNA PARTICOLARE CONDIZIONE DI CONSERVAZIONE

Degrassi: Specialita' Medicinali Da Banco O Di Automedicazione

Categoria merceologica: FARMACO DA BANCO

Confezione: TUBETTO

Prodotto In Commercio

Fastum Gel*Tubo Disp 50g 2,5%

Foglietto illustrativo - Bugiardino

Il foglietto illustrativo e la relativa posologia di questo prodotto sono indicazioni generali, soggette a cambiamenti. Vi consigliamo di rivolcervi sempre al vostro medico di cura per un utilizzo appropriato

Denominazione

FASTUM 2,5% GEL

Categoria Farmacoterapeutica

Antinfiammatori non steroidei per uso topico.

Principi Attivi

100 g contengono: ketoprofene 2,50 g.

Eccipienti

Carbomer 940, alcool etilico, essenza di neroli, essenza di lavanda, trietanolamina, acqua depurata.

Indicazioni

Trattamento locale di affezioni dolorose dell'apparato osteo-articolare e muscolare di origine reumatica o traumatica: contusioni, distorsioni, stiramenti muscolari, torcicollo, lombaggine.

Controindicazioni/Eff.Secondar

Pregresse reazioni di fotosensibilizzazione. Note reazioni di ipersensibilita', come ad es. sintomi d'asma, rinite allergica, orticaria, alketoprofene o ad uno qualsiasi degli eccipienti o altre sostanze correlate, quali fenofibrato, acido tiaprofenico, acido acetilsalicilico oad altri FANS. Storia di allergia cutanea al ketoprofene, acido tiaprofenico, fenofibrato, filtri solari UV o profumi. Esposizione alla lucesolare, anche quando il cielo e' velato, inclusa la luce UV del solarium, durante il trattamento e nelle due settimane successive alla suainterruzione. Ketoprofene gel non deve essere applicato in prossimita'di ferite aperte o lesioni di continuo della pelle, o nell'area perioculare.

Posologia

Applicare il gel, in strato sottile, una o due volte al di', sulla zona cutanea interessata, massaggiando delicatamente per favorirne l'assorbimento.

Conservazione

Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione.

Avvertenze

Lavarsi accuratamente e in maniera prolungata le mani dopo ogni applicazione del prodotto. Non utilizzare bendaggi occlusivi. L'impiego di grandi quantita' di prodotti per uso topico puo' dare origine ad effetti sistemici, quali ipersensibilita' ed asma. Usare con cautela Ketoprofene gel in pazienti con grave insufficienza renale. L'impiego, speciese prolungato, di prodotti per uso topico, puo' dare origine a fenomeni di sensibilizzazione o irritazione locale. Il trattamento deve essere sospeso immediatamente non appena si manifestino reazioni cutanee,comprese quelle che si sviluppano a seguito dell'uso concomitante di prodotti contenenti octocrilene. Al fine di evitare rischi di fotosensibilizzazione si raccomanda di proteggere le zone trattate con indumenti, durante tutto il periodo di utilizzo del prodotto e nelle due settimane successive alla sua interruzione il farmaco non determina assuefazione.

Interazioni

Non sono state riscontrate interazioni del medicinale con altri farmaci. E' pero' opportuno monitorare i pazienti in trattamento con cumarinici.

Effetti Indesiderati

Sono state segnalate: reazioni cutanee localizzate come eritema, prurito e sensazione di bruciore; rari casi di reazioni avverse piu' gravi,come eczema bolloso o flittenulare, che possono estendersi oltre la zona di applicazione o divenire generalizzate; reazioni di ipersensibilita'; reazioni dermatologiche: fotosensibilizzazione. Altri effetti sistemici dei FANS: questi dipendono dalla diffusione transdermica del principio attivo e quindi dalla quantita' di gel applicato, dalla superficie coinvolta, dal grado di integrita' della cute, dalla durata deltrattamento e dall'uso di bendaggi occlusivi (effetti digestivi e renali). Dopo la commercializzazione sono state riportate le seguenti reazioni avverse elencate per classi di organi e sistemi e classificate per frequenza adoperando la seguente convenzione: molto comune (>=1/10);comune (>=1/100, <1/10);non comune (>=1/1000, <1/100); rara (>=1/10000, <1/1000); molto rara (<1/10000) comprese segnalazioni isolate. Patologie gastrointestinali. Molto rare: disturbi gastrointestinali. >>Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo. Molto rare. Reazioni dermatologiche: fotosensibilizzazione; reazioni di ipersensibilit´┐Ż: eczema da contatto, dermatiti; reazioni cutanee di tipo allergico: eritema,orticaria, bruciature, prurito, eruzioni bollose. Patologie renali eurinarie. Molto rare: disturbi renali.

Gravidanza E Allattamento

Durante l'ultimo trimestre di gravidanza, l'impiego di FANS puo' causare tossicita' polmonare e cardiaca nel feto. Percio', si raccomanda dievitare l'uso di Ketoprofene durante la gravidanza. I FANS possono anche ritardare il parto. Dopo somministrazione sistemica, sono state rilevate tracce di Ketoprofene nel latte materno.