Farlutal*Im 1fl 1g/5ml Preparazione Iniettabile

Principio attivo: Medrossiprogesterone Acetato

Forma: Preparazione Iniettabile

Fornitore: Pfizer Italia Srl *

Conservazione: NESSUNA PARTICOLARE CONDIZIONE DI CONSERVAZIONE

Degrassi: Specialita' Medicinali Con Prescrizione Medica

Categoria merceologica: FARMACO ETICO

Confezione: SCATOLA

Prodotto In Commercio

Farlutal*Im 1fl 1g/5ml

Foglietto illustrativo - Bugiardino

Il foglietto illustrativo e la relativa posologia di questo prodotto sono indicazioni generali, soggette a cambiamenti. Vi consigliamo di rivolcervi sempre al vostro medico di cura per un utilizzo appropriato

Denominazione

FARLUTAL SOSPENSIONE INIETTABILE PER USO INTRAMUSCOLARE

Categoria Farmacoterapeutica

Ormoni e sostanze correlate – progestinici.

Principi Attivi

Medrossiprogesterone acetato.

Eccipienti

Macrogol 4000; polisorbato 80; metile-para-idrossibenzoato; propile-para-idrossibenzoato; sodio cloruro; acqua per preparazioni iniettabili.

Indicazioni

Trattamento palliativo di neoplasie ormono-dipendenti: carcinoma dell'endometrio, carcinoma mammario, ipernefroma, carcinoma della prostata.

Controindicazioni/Eff.Secondar

Il medrossiprogestreone (MPA) e' controindicato in pazienti con le seguenti condizioni: gravidanza accertata o presunta metrorragie di natura non accertata grave insuffi-cienza epa-tica ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti carcinoma mammario sospetto o in fase iniziale.

Posologia

Trattamento palliativo delle neoplasie ormono-dipendenti: gene-ralmente la posologia varia, a seconda della localizzazione, da 1.000 a 3.000mg per settimana (da frazionare in 2-3 somministra-zioni; iniezioni intramuscolari profonde). Normalmente i dosaggi piu' bassi sono stati utilizzati nel c.a dell'endometrio, quelli piu' elevati nel ca. della mammella in fase avanzata e metastatizzata. In casi particolari sono stati impiegati dosaggi giornalieri di 500-1.500 mg.

Conservazione

Nessuna istruzione particolare per la conservazione.

Avvertenze

Nel caso di perdite ematiche vaginali si consiglia un accertamen-to diagnostico. Poiche' i progestinici possono causare un certo grado di ritenzione idrica devono essere tenute sotto osservazione le condizioniche potrebbero essere influenzate da questo fattore. Pazienti con anamnesi di depressione clinica devono essere attentamente monitorati durante la terapia con medrossiprogesterone. E' stata notata una diminuzione nella tolleranza al glucosio durante il trattamento con progestinici. Per questo motivo i pazienti diabetici devono essere tenuti sotto stretta sorveglianza nel corso della terapia progestinica. I patologi (laboratorio) devono essere informati dell'uso di medrossiprogesteroneda parte del paziente se il tessuto endometriale o endocervicale vienesottoposto ad esame. Il medico/laboratorio devono essere informati che l'uso di medrossiprogesterone puo' diminuire i livelli dei seguentimarkers endocrini: steroidi del plasma/urine (ad es. cortisolo, estrogeno, pregnandiolo, progesterone, testosterone) Gonadotropine del plasma/urine (ad es. LH e FSH) Globulina legante l'ormone sessuale Se si dovesse verificare un'improvvisa parziale o totale perdita della vista oin caso di esoftalmo, diplopia o emicrania, prima di continuare il trattamento effettuare un controllo oftalmico onde escludere la presenzadi edema della papilla e di lesione vascolare retinica. Il medrossiprogesterone non e' stato associato con l'induzione di disturbi trombotici o tromboembolitici, tuttavia non e' raccomandato in pazienti con un'anamnesi di tromboembolismo venoso (TEV). Si raccomanda l'interruzione del trattamento con medrossiprogesterone in pazienti che sviluppanoTEV durante la terapia. Il medrossiprogesterone acetato puo' determinare sintomi cushingoidi. Alcuni pazienti in trattamento con il medrossiprogesterone possono manifestare una funzionalita' adrenale soppressail medrossiprogesterone puo' diminuire i livelli sanguigni di ACTH e di idrocortisone. Il medico/ laboratorio devono essere informati che inaggiunta ai biomarkers endocrini elencati, l'uso di medrossiprogestrone acetato per indicazione oncologica puo' inoltre determinare un'insufficienza parziale surrenalica (diminuzione della risposta dell'asse ipofisi-surrene) durante il test al metopirone. Cosi e' necessario dimostrare l'abilita' della corteccia surrenalica di rispondere all'ACTH prima di somministrare il metopirone. La somministrazione sia di una singola dose che di dosi multiple di medrossiprogesterone acetato iniettabile puo' determinare una prolungata anovulazione con amenorrea e/o flussi mestruali irregolari. Ipercalcemia in pazienti porta-tori di metastasi ossee. Insufficienza epatica. Insufficienza renale. L'eta' nonrappresenta un fattore limitante la terapia, tuttavia il trattamento progestinico puo' mascherare l'insorgenza del cli-materio. Il preparatopuo' portare alla formazione di infiltrati glutei: e' opportuno quindi agitare la sospensione prima dell'uso e iniet-tarla profondamente inzone muscolari indenni. Diminuzione della densita' minerale ossea Nonci sono studi degli effetti sulla densita' minerale ossea a seguito della somministrazione per via orale o di alte dosi per via parenteraledel medrossiprogesterone acetato (ad es. per uso oncologico). Si consiglia a tutte le pazienti l'assunzione di un'adeguata quantita' di calcio e vitamina D. Sarebbe inoltre opportuna una valutazione della densita' minerale ossea in quelle pazienti che assumono medrossiprogesterone acetato per trattamenti a lungo termine. La somministrazione concomitante con l'amminoglutetimmide puo' significativamente deprimere la biodisponibilita' del farmaco. Le pazienti che fanno uso di dosi elevate del farmaco devono essere avvertite della diminuzione dell'efficaciacon l'uso di amminoglutetimmide. Il medicinale puo' essere opportunamente associato ad altre modalita' di trattamento antineoplastico (chemioterapia, radiote-rapia).

Interazioni

La somministrazione concomitante del farmaco con l'amminoglutetimmidepuo' significativamente deprimere la biodisponibilita' del medicinale.Le pazienti che fanno uso di dosi elevate del prodotto devono essereavvertite della diminuzione dell'efficacia con l'uso di amminoglutetimmide. il medicinale puo' essere opportunamente associato ad altre modalita' di trattamento antineoplastico (chemioterapia, radioterapia).

Effetti Indesiderati

Disturbi del sistema immunitario: reazioni di ipersensibilita'. Patologie endocrine: effetti simil-corticoidi, prolungata anovulazione. Disturbi del metabolismo e della nutrizione: ritenzione di liquidi/edema,variazioni di peso, esacerbazione del diabete mellito. Disturbi psichiatrici: confusione, depressione, euforia, modifica della libido, insonnia, nervosismo. Patologie del sistema nervoso: capogiri, cefalea, diminuzione della concentrazione, sonnolenza, infarto cerebrale, effettiadrenergico-simili. Patologie dell'occhio: disturbi alla visione, cataratta diabetica, trombosi retinica. Patologie cardiache: infarto del miocardio, insufficienza cardiaca congestizia, palpitazioni, tachicardia. Patologie vascolari: disturbi tromboembolici, tromboflebiti. Patologie respiratorie, toraciche e del mediastino: embolismo polmonare. Patologie gastrointestinali: costipazione, diarrea, bocca secca, nausea,vomito. Patologie epatobiliari: itterizia. Patologie della cute e deltessuto sottocutaneo: acne, alopecia, irsutismo, prurito, rash, orticaria. Patologie renali e urinarie: glicosuria. Disturbi del sistema riproduttivo e della mammella: perdite ematiche vaginali (irregolare, diminuzione, aumento), amenorrea, erosioni cervicali, galattorrea, mastodinia. Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione: affaticamento, reazioni al sito d'inoculo, malessere, piressia. Esami diagnostici: alterazioni delle secrezioni cervicali, modifica dell'appetito, funzionalita' epatica alterata, aumento dei globuli bianchi e della conta piastrinica, ipercalcemia, riduzione della tolleranza al glucosio, aumento della pressione sanguiga. Ulteriori eventi avversi segnalati nella fase di commercializzazione: nella fase di commercializzazione del prodotto sono stati segnalati rari casi di osteoporosi incluso fratture osteoporotiche in pazienti che assumevano medrossiprogesterone acetato per via intramuscolare.

Gravidanza E Allattamento

Il medrossiprogesterone acetato e' sconsigliato in donne in gravidanza. Alcuni dati suggeriscono una possibile relazione tra la somministrazione di progestinici nel primo trimestre della gravidanza e la presenza di malformazioni genitali congenite nei feti in particolari circostanze. I neonati nati da gravidanze inaspettate, che si verificano 1 o 2mesi dopo l'iniezione del medrossiprogesterone acetato, possono essere esposti ad un maggior rischio di basso peso alla nascita, che, di conseguenza, e' associato ad un aumento del rischio di morte neonatale.Il rischio attribuibile e' basso poiche' e' bassa la probabilita' di gravidanza mentre si fa uso di medrossiprogesterone acetato. Non ci sono informazioni definitive per le altre formulazioni di medrossiprogesterone acetato. Se la paziente resta incinta durante l'uso di questo farmaco, deve essere informata del potenziale rischio per il feto. Il medrossiprogesterone acetato ed i suoi metaboliti vengono escreti nel latte materno. Non ci sono evidenze che suggeriscano che questo rappresenta un rischio per il lattante.

Consigli e commenti su Farlutal*Im 1fl 1g/5ml

Domande e risposte su Farlutal

FARLUTAL conseguenze?????!!!!!?

Thu, 04 Oct 2007 23:55:53 +0000

Ho iniziato ieri a prendere il medicinale FARLUTAL (amenorrea). Qualcuno sa dirmi quali sono le conseguenze per quanto riguarda l'assunzione di tale farmaco!!!??? Grazie! ...ma l'assunzione di questo farmaco a cosa può portare!!?? gonfiori? aumento peso?....e???

Anoressia, ciclo, ormoni ? FARLUTAL ne sapete qualcosa?? :)?

Mon, 10 Jun 2013 14:37:09 +0000

Buona sera :) premetto che mi sto riprendendo dall'anoressia e ho praticamente raggiunto un buon peso.. ora sono 45 kg per 1, 59 ! ( quest'estate ero a 35 kg) e ovviamente mi è sparito il ciclo.. mi sto riprendendo con l'aiuto della dietista.. ma il ciclo ancora nulla :( quindi ho pensato di andare dalla ginecologa che mi ha tranquillizzata dicendo che le ovaie cmq un po' lavorano :) e devo fare le analisi e dopodichè prendere il FARLUTAL.. che mi dovrebbe aiiutare a fare risvegliare gli ormoni .. volevo chiedervi se il ciclo mi arriva è uno artificiale come quello della pillola solo che indotto dal farlutal oppure è il mio reale? ah devo pure prendere delle gocce omeopatiche ! grazie del vostro aiuto :D

Farmaco farlutal, cos'è?

Wed, 19 Nov 2008 13:18:53 +0000

a fine agosto ho smesso la pillola..dp nn mi sn più venute le mestruaz, cosi dopo due mesi ho chiamato il ginec. e mi ha detto d fare il test:negativo. cosi dopo altre due settimane l'ho richiamato e mi chiede se ho sintomi d gravidanza. no nn ho nulla. cosi mi ha somministrato questo farlutal dicendomi che se nemmeno cn questo farmaco mi vengono bisogna fare un'ecografia.vorrei sapere se è possibile che sia rimasta incinta(preciso che dp aver smesso la pillola nn ho più avuto rapporti) oppure è improbabile..nn dico impossibile xk il dottore mi ha detto che qualche probabilità c'è. e inoltre vorrei sapere cosa fa cn precisione questo farmaco e se può avere effetti negativi. help!!!

Farlutal....informazioni?

Fri, 22 Apr 2011 04:22:54 +0000

Ciao a tutte, dato che soffro di amenorrea (e per ora preferisco non prendere la pillola) la mia ginecologa mi ha prescritto il Farlutal, da prendere dopo 7 giorni di ritardo, per cinque giorni. Volevo sapere, in caso di gravidanza...questo farmaco è pericoloso?

Farlutal + cerotto anticoncezionale?

Sat, 01 May 2010 06:10:15 +0000

il Farlutal può far perdere efficacia al cerotto anticoncezionale? Eh, purtroppo mi sono dimenticata di dirlo al dottore.. Quindi non devo prenderlo? Prima di chiedere la pillola facevo il trattamento con la metformina e il farlutal...

Il Farlutal non funziona???? Aiuto?

Thu, 27 Feb 2014 04:14:47 +0000

E' dagli inizi di febbraio che, dopo aver avuto un normale ciclo mestruale, ho continuato ad avere perdite di sangue. Prima trattavasi di spotting, ma poi si è trasformato in un vero e proprio flusso come se mi fossero ritornate. Dura da più di 25 giorni, sono già andata in pronto soccorso e da un ginecologo. Mi hanno diagnosticato un ovaio in tendenza policistica e mi hanno prescritto il Farlutal da 10 mg, una compressa al giorno. Sto assumendo Farlutal ormai da una settimana. All'inizio mi aveva arrestato questo flusso, ma poi è ricominciato anche assumendo il farmaco. Che cosa posso fare? Il ginecologo mi ha detto che in caso si verificassero ancora sanguinamenti, dovrei smettere di prendere il farmaco. Qualcuno mi può dire qualcosa???

Farlutal per amenorrea?

Thu, 29 Jul 2010 08:09:08 +0000

Sto usando questo farmaco da due giorni e mi interessa sapere se provoca un aumento di peso. E' efficace per la ricomparsa del ciclo mestruale?

Farlutal e ciclo successivo?

Sat, 09 Jul 2011 02:50:25 +0000

Il farlutal preso a maggio può bloccare il ciclo di luglio sono al 2 gg di ritardo! nel mese di giugno si è presentato l'8