Excenel Rtu*Fl 100ml Preparazione Iniettabile

Principio attivo: Ceftiofur Sodico

Forma: Preparazione Iniettabile

Fornitore: Pfizer Italia Srl (Div.Vet.)

Conservazione: A TEMPERATURA AMBIENTE

Degrassi: Specialita' Medicinali Veterinarie Con Prescrizione Medica

Categoria merceologica: FARMACO VETERINARIO

Confezione: FLACONE

Prodotto In Commercio

Excenel Rtu*Fl 100ml

Foglietto illustrativo - Bugiardino

Il foglietto illustrativo e la relativa posologia di questo prodotto sono indicazioni generali, soggette a cambiamenti. Vi consigliamo di rivolcervi sempre al vostro medico di cura per un utilizzo appropriato

Denominazione

EXCENEL RTU

Principi Attivi

Ceftiofur (come cloridrato) 50,0 mg/ml.

Eccipienti

Lecitina di soia idrogenata, sorbitano monooleato, olio di semi di cotone, acqua per preparazioni iniettabili.

Indicazioni

Infezioni associate a microrganismi sensibili al ceftiofur. SUINI: trattamento delle malattie respiratorie batteriche associate a Pasteurella multocida, Actinobacillus pleuropneumonia e Streptococcus suis . BOVINI. Trattamento delle malattie respiratorie batteriche associate a Pasteurella haemolytica (Mannheimia spp.), Pasteurella multocida e Haemophilus somnus. Trattamento della necrobacillosi interdigitale acuta associata a Fusobacterium necrophorum e Bacteroides melaninogenicus (Porphyromonas asaccharolytica). Trattamento della componente batterica della metrite acuta post-parto (puerperale) entro 10 giorni dopo il parto associata a Escherichia coli, Arcanobacterium pyogenes e Fusobacterium necrophorum, sensibili al ceftiofur, nei casi in cui il trattamentocon un altro antimicrobico non ha avuto risultati.

Controindicazioni/Eff.Secondar

Non somministrare in caso di ipersensibilita' al ceftiofur e ad altriantibiotici beta-lattamici. Non iniettare per via endovenosa. Non utilizzare nel pollame (comprese le uova) a causa del rischio di diffusione di resistenze antimicrobiche nell'uomo.

Sicurezza Nelle Specie Di Rif.

La bassa tossicita' di ceftiofur e' stata dimostrata nei suini somministrando sodio ceftiofur per via intramuscolare per 15 giorni consecutivi a dosi piu' di 8 volte maggiori della dose di ceftiofur giornalieraraccomandata. Nei bovini, nessun sintomo di tossicita' sistemica e' stato osservato in seguito a sostanziali sovradosaggi per via parenterale.

Posologia

SUINI: 3 mg di ceftiofur per kg di peso corporeo al giorno, somministrato per via intramuscolare per tre giorni, pari a 1 ml/16 kg p.c. perciascuna iniezione. BOVINI. Malattie respiratorie: 1 mg di ceftiofur per kg di peso corporeo al giorno, somministrato per via sottocutanea per tre/cinque giorni, pari a 1 ml/50 kg di p.c. per ciascuna iniezione. Necrobacillosi interdigitale acuta: 1 mg di ceftiofur per kg di pesocorporeo al giorno, somministrato per via sottocutanea per tre giorni, pari a 1 ml/50 kg di p.c. per ciascuna iniezione. Metrite acuta post-parto (puerperale) entro 10 giorni dopo il parto: 1 mg di ceftiofur per kg di peso corporeo al giorno, somministrato per via sottocutanea per cinque giorni consecutivi, pari a 1 ml/50 kg di p.c. per ciascuna iniezione. Iniezioni susseguenti devono essere eseguite in siti differenti. In caso di metrite acuta post-parto, una terapia aggiuntiva di supporto potrebbe essere richiesta in alcuni casi. Agitare bene il flacone prima dell'uso per riportare il prodotto in sospensione.

Conservazione

Non conservare a temperature superiori ai 25 gradi C. Periodo di validita' dopo la prima apertura del contenitore: 28 giorni.

Avvertenze

Il prodotto seleziona ceppi resistenti come batteri vettori di beta-lattamasi a spettro esteso (ESBL) e puo' costituire un rischio per la salute umana se questi ceppi si diffondono nell'uomo, per esempio tramite gli alimenti . Per questa ragione, deve essere limitato al trattamento di condizioni cliniche che hanno risposto o che si ritiene possanorispondere scarsamente (si fa riferimento a casi molto acuti in cui iltrattamento deve essere iniziato senza diagnosi batteriologica) al trattamento di prima linea. Durante l'uso del prodotto, e' necessario attenersi ai regolamenti ufficiali, nazionali e regionali, sull'uso di prodotti antimicrobici. Un impiego piu' frequente, incluso un utilizzodi tale prodotto diverso dalle istruzioni fornite, puo' condurre a unaumento della prevalenza di tali resistenze. Ove possibile, deve essere utilizzato esclusivamente sulla base di test di sensibilita'. Non utilizzare come profilassi in caso di placenta ritenuta. Il prodotto e'destinato al trattamento di singoli animali. Non utilizzare per la prevenzione di malattie o come parte di programmi sanitari per allevamenti. Il trattamento di gruppi di animali deve essere rigorosamente limitato a epidemie in corso secondo le condizioni d'uso approvate. Precauzioni speciali per chi somministra il prodotto agli animali: le penicilline e le cefalosporine possono causare ipersensibilita' (allergia) inseguito ad iniezione, inalazione, ingestione o contatto con la pelle.L'ipersensibilita' alle penicilline puo' condurre a reazioni crociatealle cefalosporine e viceversa. Le reazioni allergiche a queste sostanze possono in alcuni casi essere gravi. Non maneggiare questo prodotto in caso di ipersensibilita' nota, o se si e' stati avvisati di non lavorare con questo tipo di preparazioni. Se si sviluppano sintomi dovuti all'esposizione al prodotto, come eruzioni cutanee, consultare il medico e mostrargli questa avvertenza. Gonfiore del viso, delle labbra,degli occhi o difficolta' respiratorie sono sintomi piu' gravi che richiedono un intervento medico urgente. Sovradosaggio: la bassa tossicita' di ceftiofur e' stata dimostrata nei suini somministrando sodio ceftiofur per via intramuscolare per 15 giorni consecutivi a dosi piu' di 8 volte maggiori della dose di ceftiofur giornaliera raccomandata. Nei bovini, nessun sintomo di tossicita' sistemica e' stato osservato in seguito a sostanziali sovradosaggi per via parenterale. Incompatibilita': non note.

Tempo Di Attesa

Carne, visceri. Suini: 2 giorni. Bovini: 6 giorni. Latte: zero giorni.

Specie Di Destinazione

Suini, bovini.

Interazioni

Le proprieta' battericide degli antibiotici beta-lattamici sono neutralizzate dall'uso concomitante di antibiotici batteriostatici (macrolidi, sulfonamidi e tetracicline).

Diagnosi E Prescrizione

Da vendersi soltanto dietro presentazione di ricetta medico veterinaria in triplice copia non ripetibile.

Effetti Indesiderati

Possono verificarsi reazioni di ipersensibilita' non correlate alla dose. Reazioni allergiche (per esempio reazioni cutanee, anafilassi) possono verificarsi occasionalmente. In caso di manifestazione di reazione allergica il trattamento deve essere sospeso. Nei suini, sono stateosservate in alcuni animali, nel sito dell'iniezione, lievi reazioni come lo scolorimento della fascia o del grasso per un periodo fino a 20giorni dopo l'iniezione. Nei bovini, possono essere osservate, nel sito dell'iniezione, lievi reazioni infiammatorie come edema e scolorimento dei tessuti sottocutanei e/o della superficie della fascia muscolare. Nella maggior parte degli animali, la risoluzione clinica si ottiene entro 10 giorni dall'iniezione sebbene un lieve scolorimento dei tessuti puo' persistere per 28 giorni o piu' a lungo.

Gravidanza E Allattamento

Sebbene negli studi su animali da laboratorio non si sia avuta prova di teratogenesi, aborto o influenza sulla riproduzione, la sicurezza diceftiofur sulla funzione riproduttiva non e' stata specificamente ricercata nelle scrofe e nelle bovine in gravidanza. Usare solo dopo la valutazione del rapporto rischio/beneficio.