Efferalgan*10supp 80mg Supposte

Principio attivo: Paracetamolo

Forma: Supposte

Fornitore: Medifarm Srl

Conservazione: LONTANO DA FONTI DI CALORE

Degrassi: Specialita' Medicinali Senza Obbligo Di Prescrizione Medica S.O.P.

Categoria merceologica: FARMACO ETICO

Confezione: SCATOLA

Prodotto In Commercio

Efferalgan*10supp 80mg

Foglietto illustrativo - Bugiardino

Il foglietto illustrativo e la relativa posologia di questo prodotto sono indicazioni generali, soggette a cambiamenti. Vi consigliamo di rivolcervi sempre al vostro medico di cura per un utilizzo appropriato

Denominazione

EFFERALGAN SUPPOSTE

Categoria Farmacoterapeutica

Analgesici ed antipiretici, anilidi.

Principi Attivi

Paracetamolo.

Eccipienti

Gliceridi semisintetici.

Indicazioni

Supposte da 80 mg: trattamento sintomatico del dolore da lieve a moderato e delle condizioni febbrili nei lattanti. Supposte da 150 mg: trattamento sintomatico del dolore da lieve a moderato e delle condizionifebbrili nei bambini. Supposte da 300 mg: trattamento sintomatico deldolore da lieve a moderato e delle condizioni febbrili negli adulti enei bambini.

Controindicazioni/Eff.Secondar

Ipersensibilita' al paracetamolo o al propacetamolo cloridrato (precursore del paracetamolo) o ad uno qualsiasi degli eccipienti. I prodottia base di paracetamolo sono controindicati nei pazienti affetti da grave anemia emolitica. Grave insufficienza epatocellulare e patologie epatiche in fase attiva.

Posologia

Lattanti (al di sotto di 2 anni) 3 - 6 mesi: 1 supposta da 80 mg 2 volte al giorno; 6 - 12 mesi: 1 supposta da 80 mg 2 - 3 volte al giorno;1 - 2 anni: 1 supposta da 80 mg 3 - 4 volte al giorno. Bambini (da 2 a6 anni) 2 - 4 anni: 1 supposta da 150 mg 2 - 3 volte al giorno; 4 - 6anni: 1 supposta da 150 mg 3 - 4 volte al giorno. Ragazzi (da 6 a 15anni) 6 - 8 anni: 1 supposta da 300 mg 2 - 3 volte al giorno; 8 - 12 anni: 1 supposta da 300 mg 3 volte al giorno; 12 - 15 anni: 1 suppostada 300 mg 3 - 4 volte al giorno. Adulti (oltre 15 anni) 2 supposte da300 mg 1 - 4 volte al giorno.

Conservazione

Conservare a temperatura non superiore a 30 gradi C.

Avvertenze

Dosi elevate o prolungate del prodotto possono provocare una epatopatia ad alto rischio e alterazioni, anche gravi, a carico del rene e delsangue. Non somministrare durante il trattamento cronico con farmaci che possono determinare l'induzione delle monoossigenasi epatiche o incaso di esposizione a sostanze che possono avere tale effetto. Il paracetamolo deve essere somministrato con cautela in soggetti con insufficienza renale (clearance della creatinina <= 30 ml/min) o epatica. Incaso di reazioni allergiche si deve sospendere la somministrazione. Usare con cautela in caso di alcolismo cronico, eccessiva assunzione dialcool (3 o piu' bevande alcoliche al giorno), anoressia, bulimia o cachessia, malnutrizione cronica (basse riserve di glutatione epatico),disidratazione, ipovolemia. Usare con cautela nei soggetti con carenzadi glucosio-6-fosfato deidrogenasi. Durante il trattamento con paracetamolo prima di assumere qualsiasi altro farmaco controllare che non contenga lo stesso principio attivo, poiche' se il paracetamolo e' assunto in dosi elevate si possono verificare gravi reazioni avverse. Invitare il paziente a contattare il medico prima di associare qualsiasi altro farmaco.

Interazioni

Il paracetamolo puo' aumentare la possibilita' che si verifichino effetti indesiderati se somministrato contemporaneamente ad altri farmaci.La somministrazione di paracetamolo puo' interferire con la determinazione della uricemia (mediante il metodo dell'acido fosfotungstico) econ quella della glicemia (mediante il metodo della glucosio-ossidasi-perossidasi). Nel corso di terapie con anticoagulanti orali si consiglia di ridurre le dosi. Farmaci induttori delle monoossigenasi: usare con estrema cautela e sotto stretto controllo durante il trattamento cronico con farmaci che possono determinare l'induzione delle monoossigenasi epatiche o in caso di esposizione a sostanze che possono avere tale effetto (per esempio rifampicina, cimetidina, antiepilettici qualiglutetimmide, fenobarbital, carbamazepina). Fenitoina: la somministrazione concomitante di fenitoina puo' risultare in una diminuita efficacia del paracetamolo ed in un aumentato rischio di epatotossicita'. I pazienti in trattamento con fenitoina devono evitare l'assunzione di dosi elevate e/o croniche di paracetamolo. I pazienti devono essere monitorati in caso di evidenza di epatotossicita'. Probenecid: il probenecid causa una riduzione di almeno due volte della clearance del paracetamolo attraverso l'inibizione della sua coniugazione con acido glucuronico. Deve essere presa in considerazione una riduzione della dose diparacetamolo se somministrato contemporaneamente al probenecid. Salicilamide: la salicilamide puo' prolungare l'emivita di eliminazione (t1/2) del paracetamolo.

Effetti Indesiderati

Con l'uso di paracetamolo sono state segnalate reazioni cutanee di vario tipo e gravita' inclusi casi di eritema multiforme, sindrome di Stevens-Johnson e necrolisi epidermica. Sono state segnalate reazioni diipersensibilita' quali ad esempio angioedema, edema della laringe, shock anafilattico. Inoltre, sono stati segnalati i seguenti effetti indesiderati: trombocitopenia, leucopenia, anemia, agranulocitosi, alterazioni della funzionalita' epatica ed epatiti, alterazioni a carico delrene (insufficienza renale acuta, nefrite interstiziale, ematuria, anuria), reazioni gastrointestinali e vertigini. La tabella sottostante elenca le reazioni avverse, alcune delle quali gia' precedentemente menzionate, associate alla somministrazione di paracetamolo, derivanti dalla sorveglianza successiva alla commercializzazione. La frequenza delle reazioni avverse riportate di seguito non e' nota. Alterazioni delsangue e sistema linfatico: trombocitopenia, neutropenia, leucopenia.Alterazioni dell'apparato gastrointestinale: diarrea. Dolore addominale. Alterazioni del sistema epatobiliare: aumento degli enzimi epatici.Alterazioni del sistema immunitario: shock anafilattico, edema di Quincke, reazioni di ipersensibilita'. Indagini diagnostiche: diminuzionedei valori dell'INR, aumento dei valori dell'INR. Alterazioni della cute e del tessuto sottocutaneo: orticaria, eritema, rash. Alterazionidel sistema vascolare: ipotensione (come sintomi di anafilassi). In caso di iperdosaggio, il paracetamolo puo' provocare citolisi epatica che puo' evolvere verso la necrosi massiva e irreversibile.

Gravidanza E Allattamento

L'esperienza clinica con l'uso di paracetamolo durante la gravidanza el'allattamento e' limitata. I dati epidemiologici sull'uso di dosi terapeutiche di paracetamolo orale indicano che non si verificano effetti indesiderati nelle donne in gravidanza o sulla salute del feto o neineonati. Studi riproduttivi con paracetamolo non hanno evidenziato alcuna malformazione o effetti fetotossici. Il paracetamolo deve, comunque, essere utilizzato durante la gravidanza solo dopo un'attenta valutazione del rapporto rischio/beneficio. Nei pazienti in gravidanza, laposologia raccomandata e la durata del trattamento devono essere strettamente osservati. Allattamento: Il paracetamolo e' escreto in piccolequantita' nel latte materno. E' stato riportato rash nei bambini allattati al seno. Tuttavia, la somministrazione di paracetamolo e' considerata compatibile con l'allattamento al seno. Deve, comunque, essere usata cautela nel somministrare il paracetamolo alle donne che allattano.

Consigli e commenti su Efferalgan*10supp 80mg

Domande e risposte su Efferalgan

Avete mai provato il Co-efferalgan 500+30mg?

Tue, 13 Apr 2010 03:04:59 +0000

Il mio medico di base mi ha prescritto per i forti mal di testa ed i dolori mestruali queste pastiglie. Ultimamente non tollero molto bene Aulin e simili perchè mi danno molto fastidio allo stomaco. Volevo sapere se però il fatto che contenga la Codeina (che è un oppiaceo) in genere dà sonnelenza! Ho visto nel foglietto che si possono prendere anche due compresse insieme, quindi forse la dose contenuta è minima...però vorrei sapere l'opinione di qualche consumatore! ;) Vi ringrazio molto! Allora...diciamo che i mal di testa forti sono abbastanza rari, ma essendo via di casa molto spesso preferirei avere a disposizione la classica pastiglia da prendere in caso di emergenza, ma dovendo anche guidare penso che non potrò prendere la codeina! Per i dolori del ciclo, ho fatto un'ecografia e il ginecologo mi ha detto che è tutto ok, semplicemente è...fisiologico! Lui è un po' restio a prescrivermi la pillola poichè sono molto magra (di costituzione, ho una dieta normalissima anzi mangio anche qualche schifezza di troppo) e cmq sono abbastanza regolare.

E' possibile prendere il Vivin C dopo ke in questi 2 giorni ho preso l'Efferalgan?

Mon, 22 Sep 2008 10:03:15 +0000

Sono raffreddatissima, e mi hanno detto ke in questi casi è migliore il Vivin C. C'è qualke interazione tra i 2 medicinali?

Curiosità Efferalgan!!!!?

Fri, 05 Nov 2010 12:58:27 +0000

salve ragazzi... avrei bisogno di un chiarimento; ho un raffreddore tremendo seguito da mal di gola ovviamente. Mi hanno consigliato le efferalgan 1000... vorrei chiedere al medico ma purtroppo nel week end nn c'è! cosa ne pensate? grazie mille a tutti

Efferalgan????????????????aiutooooooooooo?

Mon, 05 Oct 2009 08:54:21 +0000

ragazzi e una settimana ke ho sempre febbre 37 massimo 37.2 ogni tanto si toglie.xo e na settimana ke va e viene il dottore ha dtt e una forma virale, mi ha dato efferalgan, l ho presa oggi la prima volta ma la febbre e rimasta 37. volevo sapere questo l efferalgan la toglie del tutto la febbre gia dalla prima compressa ooppure e normale ke sia rimasta 37?? io non dico ke mi deve passare tutto, ma dicono ke e come tachipirina cioe cvome la prendo toglie la febbre per circa 6 ore, a me da quando lo presa 37 avevo 37 ho nelle 6 ore....quindi vorrei sapere se e normale oppure abbassa la febbre solo se e alta.. io ne prendo 2 insieme. voglio solo sapere questo. la prima ke prendi dovrebbe abbassaare la febbre come fa la tachipirina oppure se a me era 37 ed e rimasta tale e noemale o no? io comunque ho preso per 1 settimana biochetasi e non hanno fatto effetto sulla febbre mentre il senso di stomaco me lo hanno fatto passare del tutto. io alla gola sto apposto non mi fa male-

VORREI ACQUISTARE L'EFFERALGAN IN UNA FARMACIA FRANCESE?

Mon, 24 Jun 2013 01:24:00 +0000

mi serve questo prodotto che in italia costa sui 9 euro ogni 8 compresse mentre in fracia lo trovo a 1,80 euro.E' un prodotto a base di paracetamolo e mi serve per una persona malata che ne usa tanto, ovviamente su consiglio del medico di di famiglia. Grazie in anticipo per le eventuali informazioni

SPASMEX E EFFERALGAN?

Fri, 24 Jul 2009 06:08:35 +0000

Ciao.. se per i dolori mestruali prendo una compressa di spasmex posso prendere anche mezza compressa(cioè 500mg) di efferalgan??? o mi fa male?

Ma posso bere se prendo un efferalgan?

Sat, 24 Jan 2009 04:06:41 +0000

Se prendo un efferalgan(o un'aspirina) dopo cena, poi verso le 22 non posso bermi un drink alcoolico vero? E se invece lo prendo verso le 17 posso?? Eruditemi un po' =) scusate dovevo metterla su salute ma automaticamente mi è venuto da mettere su adolescenza!! ahahah va be' a parte quello, e boh sul fogliettino non c'è scritto!! L'ho letto e non dice niente -.-

Differenza tra Efferalgan e Tachipirina?

Fri, 12 Feb 2010 09:35:21 +0000

Ciao a tutti, sapete dirmi perchè l'Efferalgan 1000mg è considerato un sostituto della Tachipirina 500mg, nonstante abbia la quantità doppia di paracetamolo?

Tossicodipendenza dovuta al farmaco EFFERALGAN...?

Sun, 08 Aug 2010 00:41:32 +0000

Buongiorno. Un mio parente ha iniziato ad assumere il farmaco Efferalgan circa 3 anni fa a causa di forti dolori in maniera sempre crescente. Dalle due compresse al giorno inizialmente richieste e` arrivata in breve tempo ad assumerne oltre dieci. Ora sono dieci compresse al giorno che assume da due anni. L' Efferalgan contiene codeina, che e` un derivato della morfina e cio porta questa persona a stare sempre a letto, a non alzarsi mai, i suoi muscoli sono praticamente spariti, e vuole in continuazione solo una cosa: l`EFFERALGAN!! In settimana abbiamo iniziato ad abassare il numero delle pastiglie e siamo arrivati a dargliene solo 7 (ora glielo diamo noi perche`prima ERA in grado di somministraselo da solo, e non chiedeva a nessuno perche faceva quello che voleva), ma apriti cielo, inveiva e gridava ed era peggio, ma Molto peggio di come potessi immagginare la situazione di un drogato. Tutta la notte a soffrire, voleva le pastiglie in continuazione, anche 5 minuti dopo che gliela avevamo somministrata. Questa persona ha 79 anni. Chiedo consiglio a voi perche` nel mio paese d`origine vige ancora molta ignoranza in materie ome la tossicodipendenza. Come posso fare? un dottore dice di buttare l`efferalgan dalla finestra, l`altro mi dice che se sospendo immediatamente la somministraziomne di efferalgaan rischio di ucciderla, l`altro che la tossicodipendenza dalla codeina (=morfina) non ` un problema grave. Come posso fare per curare questa persona? Avete ragione, il farmaco contiene codeina, quindi si chiama co-efferalgan

Lisomucil e efferalgan?

Mon, 07 Jan 2013 11:37:54 +0000

Ho la tosse sto prendendo efferalgan ma non passa ora vorrei prendere lisomucil mucolitico , dato che da poco ho preso efferalgan posso prendere lisomucil?