Ventolin*Scir 200ml 0,024% Sciroppo

Principio attivo: Salbutamolo Solfato

Forma: Sciroppo

Fornitore: Glaxosmithkline Spa *

Conservazione: AL RIPARO DALLA LUCE

Degrassi: Specialita' Medicinali Con Prescrizione Medica

Categoria merceologica: FARMACO ETICO

Confezione: FLACONE

Prodotto In Commercio

Ventolin*Scir 200ml 0,024%

Foglietto illustrativo - Bugiardino

Il foglietto illustrativo e la relativa posologia di questo prodotto sono indicazioni generali, soggette a cambiamenti. Vi consigliamo di rivolcervi sempre al vostro medico di cura per un utilizzo appropriato

Denominazione

VENTOLIN

Categoria Farmacoterapeutica

Farmaci per le sindromi ostruttive delle vie respiratorie - agonisti selettivi dei recettori beta2-adrenergici.

Principi Attivi

Compresse: salbutamolo solfato 2,4 mg pari a salbutamolo 2 mg. Sciroppo: salbutamolo solfato 2,4 mg pari a salbutamolo 2,0 mg.

Eccipienti

Compresse: sodio citrato bibasico, sodio bicarbonato, povidone, sodiobenzoato. Sciroppo: sodio citrato, acido citrico monoidrato, ipromellosa, sodio benzoato, saccarina sodica, aroma naturale, sodio cloruro, acqua depurata.

Indicazioni

Trattamento dell'asma bronchiale, broncopatia ostruttiva con componente asmatica.

Controindicazioni/Eff.Secondar

Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti. Le formulazioni di salbutamolo non devono essere impiegate nella minaccia d'aborto. Anche se tra le pazienti che hanno assunto il salbutamolo in gravidanza e' stata segnalata una percentuale di anomalie congenite sovrapponibile a quella riportata nella popolazione non espostaal farmaco, se ne sconsiglia l'uso in gravidanza tranne che nei casiin cui il beneficio per la madre sia superiore al possibile rischio per il feto.

Posologia

La durata d'azione del salbutamolo nella maggior parte dei pazienti e'di 4-6 ore. Un aumento della necessita' di ricorrere all'impiego deibeta2-agonisti puo' indicare un deterioramento delle condizioni dell'asma. Qualora cio' si presenti puo' essere necessaria una verifica delpiano terapeutico del paziente e dovrebbe essere presa in considerazione la necessita' di una terapia corticosteroidea concomitante. Dato che, a dosaggi elevati, possono comparire effetti indesiderati, il dosaggio e la frequenza delle somministrazioni devono essere variati solo su indicazione del medico. >>Sciroppo. Adulti: 1-2 cucchiai (2-4 mg) per 3-4 volte al giorno (1 cucchiaio pari a 10 ml). Bambini: 3-6 anni: mezza-1 cucchiaio (1-2 mg) per 3-4 volte al giorno; 6-12 anni: 1 cucchiaio (2 mg) per 3-4 volte al giorno. Oltre i 12 anni: come per gli adulti. Nei pazienti anziani o nei pazienti ipersensibili agli agonisti beta-adrenergici, e' consigliabile iniziare il trattamento con 1 cucchiaio (2 mg) di salbutamolo per 3 o 4 volte al giorno. Il dosaggio ottimale dipende da una precisa valutazione clinica delle necessita' individuali. Lo sciroppo, di gusto gradevole, e' particolarmente indicato inpediatria e permette una facile somministrazione negli anziani ed in tutti quei casi ove esista difficolta' nella deglutizione. >>Compresse.Adulti: 1-2 compresse (2-4 mg) per 3-4 volte al giorno. Bambini: 3-6anni: mezza-1 compressa (1-2 mg) per 3-4 volte al giorno; 6-12 anni: 1compressa (2 mg) per 3-4 volte al giorno. Oltre i 12 anni: come per gli adulti. Nei pazienti anziani o nei pazienti ipersensibili agli agonisti beta-adrenergici, e' consigliabile iniziare il trattamento con 1compressa (2 mg) di salbutamolo per 3 o 4 volte al giorno. Il dosaggioottimale dipende da una precisa valutazione clinica delle necessita'individuali. La compressa effervescente permette un'istantanea solubilizzazione del prodotto in poca acqua e ne consegue una maggiore praticita' nella somministrazione, specie nella prima infanzia e negli anziani. Inoltre la compressa, dotata di una linea di frattura, consente l'aggiustamento della posologia alle necessita' cliniche dei singoli pazienti.

Conservazione

Compresse: il prodotto e' igroscopico; pertanto deve essere protetto dall'umidita'. Sciroppo: proteggere dalla luce.

Avvertenze

I pazienti con asma grave presentano una sintomatologia costante e frequenti riacutizzazioni; la loro funzionalita' polmonare e' ridotta, presentano valori di PEF inferiori al 60% del normale con variabilita' anche superiori al 30%. Normalmente tali valori non si normalizzano completamente dopo l'assunzione di un broncodilatatore. Tali pazienti richiedono quindi una terapia steroidea inalatoria ad alte dosi (es. > 1mg al giorno di Beclometasone dipropionato) oppure orale. Un improvviso aggravamento della sintomatologia puo' richiedere un aumento del dosaggio degli steroidi che devono essere somministrati con urgenza sottoil controllo del medico. Il trattamento dell'asma deve essere normalmente eseguito nell'ambito di un piano terapeutico adattato alla gravita' della patologia; la risposta del paziente alla terapia deve essereverificata sia clinicamente che mediante esami di funzionalita' polmonare. La necessita' di ricorrere piu' frequentemente ai beta2-agonistiinalatori a breve durata d'azione per il controllo della sintomatologia, indica un peggioramento del controllo dell'asma; in tale circostanza il piano terapeutico del paziente deve essere modificato. L'aggravamento improvviso e progressivo dell'asma e' potenzialmente pericoloso per la vita e si deve prendere in considerazione la possibilita' di instaurare una terapia con corticosteroidi o aumentarne il dosaggio. In pazienti considerati a rischio puo' essere raccomandato da parte del medico il controllo giornaliero del picco di flusso. E' necessario consultare il medico ogniqualvolta l'efficacia o la durata d'azione usualirisultino diminuite e non aumentare la dose o la frequenza della somministrazione. Gli agenti simpaticomimetici devono essere usati con molta cautela in pazienti che possono essere particolarmente suscettibiliai loro effetti. Ipokaliemia anche grave puo' conseguire alla terapiacon beta2-agonisti, soprattutto in caso di somministrazione parenterale e per nebulizzazione. E' necessaria particolare cautela nell'asma grave acuto poiche' questo effetto puo' essere potenziato dal trattamento concomitante con derivati xantinici, steroidi, diuretici e dall'ipossia. Si raccomanda, in tali situazioni, di controllare regolarmente ilivelli sierici di Potassio. Ci sono evidenze da dati post marketing edalla letteratura pubblicata di rari casi di ischemia miocardica associata all'uso di salbutamolo. I pazienti con preesistenti patologie cardiache gravi (ad es. cardiopatia ischemica, tachiaritmia o insufficienza cardiaca grave) che ricevono salbutamolo per patologie respiratorie, devono essere avvertiti di informare il proprio medico qualora si verifichi dolore toracico o sintomi di peggioramento della patologia cardiaca. Nei pazienti con malattie quali coronaropatie, aritmie, ipertensione arteriosa e nei pazienti affetti da glaucoma, ipertiroidismo, tireotossicosi, feocromocitoma, diabete ed ipertrofia prostatica, il prodotto va utilizzato solo in caso di assoluta necessita'. Poiche' sonostati riscontrati edema polmonare materno ed ischemia miocardica durante o a seguito del trattamento del parto prematuro con beta2-agonisti, deve essere posta particolare attenzione al bilancio dei fluidi e deve essere monitorata la funzione cardio-respiratoria, incluso l'ECG. Se si sviluppano segni di edema polmonare o di ischemia miocardica deveessere presa in considerazione l'interruzione del trattamento. Il medicinale, analogamente ad altri beta-agonisti, puo' determinare alterazioni metaboliche reversibili quali ad esempio iperglicemia che i pazienti diabetici non sempre sono in grado di bilanciare e sono stati riportati casi di chetoacidosi. La somministrazione contemporanea di glicocorticoidi puo' aggravare questo effetto. E' necessario consultare ilmedico ogniqualvolta l'efficacia del broncodilatatore a breve durata d'azione risulti diminuita o risulti necessario incrementarne le dosi.Nei pazienti affetti da asma grave o instabile, i broncodilatatori nondebbono essere l'unico o il principale trattamento terapeutico. L'asma grave richiede una verifica medica regolare, inclusi test di funzionalita' polmonare, dal momento che tali pazienti sono a rischio di attacchi gravi ed anche di morte. Il medico deve prendere in considerazione la necessita' di adottare le massime dosi raccomandate di steroidi inalatori e/o orali.

Interazioni

Di norma il prodotto ed i farmaci beta-bloccanti non selettivi, come il propranololo, non devono essere prescritti contemporaneamente. Il salbutamolo non e' controindicato nei pazienti in trattamento con inibitori della monoaminossidasi (farmaci anti-MAO).

Effetti Indesiderati

Di seguito sono riportati gli eventi avversi elencati per organo, apparato/sistema e per frequenza. Le frequenze sono definite come: molto comune (>=1/10), comune (>=1/100, <1/10), non comune (>=1/1000, <1/100), raro (>=1/10.000, <1/1000) e molto raro (<1/10.000), incluse segnalazioni isolate. Gli eventi molto comune e comune sono stati determinatiin genere dai dati degli studi clinici. Gli eventi raro e molto rarosono stati determinati in genere dai dati provenienti dalla segnalazione spontanea. Disturbi del sistema immunitario. Molto raro: reazioni di ipersensibilita' incluse: angioedema, orticaria, broncospasmo, ipotensione e collasso. Disturbi del metabolismo e della nutrizione. Raro:ipokaliemia. Ipokaliemia potenzialmente grave puo' essere associata alla terapia con beta2-agonisti. Patologie del sistema nervoso. Molto comune: tremore; comune: cefalea; molto raro: iperattivita'. Patologie cardiache. Comune: tachicardia, palpitazioni; raro: aritmie cardiache incluse fibrillazione atriale, tachicardia sopraventricolare ed extrasistolia; molto raro: ischemia miocardica. Patologie vascolari. Raro: vasodilatazione periferica. Patologie del sistema muscolo scheletrico edel tessuto connettivo. Comune: crampi muscolari; molto raro: sensazioni di tensione muscolare.

Gravidanza E Allattamento

Anche se tra le pazienti che hanno assunto il salbutamolo in gravidanza e' stata segnalata una percentuale di anomalie congenite sovrapponibile a quella riportata nella popolazione non esposta al farmaco, se nesconsiglia l'uso in gravidanza, tranne che nei casi in cui il beneficio per la madre sia superiore al possibile rischio per il feto. Poiche' il salbutamolo viene probabilmente secreto nel latte materno non sene raccomanda l'uso nelle madri che allattano, a meno che i benefici prevedibili superino i rischi potenziali. Non e' noto se il salbutamolopresente nel latte materno possa determinare effetti dannosi sul neonato.

Consigli e commenti su Ventolin*Scir 200ml 0,024%

Domande e risposte su Ventolin

Aiuto.. asma e ventolin?

Sat, 02 Aug 2008 05:34:28 +0000

ma il ventolin è cortisone? e soprattutto, quali sono i suoi effetti collaterali sul lungo periodo?

Disepitelizzazione alla lingua ventolin?

Tue, 19 Feb 2013 11:31:03 +0000

Qualcuno di voi, e mi riferisco agli asmatici, ha avuto disepitelizzazione dopo l uso di ventolin?? E se si come l'avete curata??

Consigli su ventolin?

Sun, 09 Oct 2011 03:37:15 +0000

Ciao ragazzi, vorrei qualche consiglio su l'uso del ventolin sulla mia carriera da "calciatore"...certe partite do il massimo e faccio la differenza in altre invece non combino nulla sento molta stanchezza perche qualche volta ritorno anche tardi...dice che non fa semtire la stanchezza... Puo crearmi problemi??? Cioe ci posso rimanere secco anke a 17 anni?!? Puo aiutarmi ad alzare i ritmi della mia prestazione?!? Posso rendere ancora di piu?! Grazie Alessio

Differenza fra AIRCORT e VENTOLIN ?

Thu, 11 Feb 2010 05:28:09 +0000

entrambi a spruzzo in bocca

VENTOLIN ASMA PREVENZIONE?

Wed, 20 Oct 2010 04:12:31 +0000

volevo sapere se il ventolin va usato solo quando si ha un attacco d'asma o anche quotidianamente per prevenire? lo chiedo perchè il medico me l'ha fatto comprare dato che l'altra notte mi era venuto un piccolo attacco d'asma con fischio in gola...sono un soggetto allergico da sempre (polvere, polline) asma in generale non è mai stata cronica ne preoccupante, per questo NON HO MAI USATO NE COMPRATO IL VENTOLIN!!! sempre e solo aereosol con clenil e fluimucil al massimo e qualche antistaminico... in poche parole quindi per concludere: il medico mi ha detto di comprare e usare sto ventolin...ma solo se noto asma o attacchi del genere??? e se non mi succede niente (meglio certo) che faccio col ventolin lo metto in un cassetto e ciao??? grazie a chi risponderà

Si può andare a correre se si è fatto il ventolin?

Fri, 10 Jun 2011 04:15:03 +0000

Beh correre relativo, diciamo 2 minuti di corsa nemmeno e il resto di camminata :P Ma si può o mi collassano il polmoni al primo passo? No no io lo uso solo per gli attacchi d'asma ma visto che ora respiro bene mi chiedevo appunto se potessi correre più tardi o meno :) Ciao Queen! La mia asma è dovuta da allergia principalmente (soprattutto quando sto con i gatti a cui sono allergica, mentre alle piume non sono allergica per questo allevo attila xD), però da quando sono piccola anche quando sono sottosforzo mi si gonfia la gola e comincio a non respirare troppo bene -.- Motivo per cui odiavo alle elementari e medie che ci facessero correre, perchè io davvero dopo un po' non respiravo più! Ora però sono entrata in un periodo in cui mi piace camminare e fare qualche scatto di corsa, però come dici tu forse perchè respiro a bocca aperta mi stronco subito o.O Ah no dimenticavo, ovviamente prendo sempre antistaminico e a volte aliflus ma quello cerco di evitarlo essendo anche a base di cortisone -.-

Tremore diffuso dopo Ventolin?

Wed, 04 Nov 2009 03:52:17 +0000

Buongiorno, stanotte a causa di un attacco d'asma ho dovuto prendere il Ventolin: due minuti (neanche) dopo, a parte il dolore al petto che mi impediva di far respiri profoni (ma questo penso sia normale), ho cominiciato a tremare, mi tremava anche la voce mentre parlavo come se fossi stata balbuziente quasi! E' normale un reazione simile (Non mi era mai successo, di solito mi stronca per un paio di giorni sì per debolezza e mi ricretinisce un po')? A cosa è dovuta? Grazie, buona giornata!

Ventolin e corsa, inutile? pericoloso?

Sun, 07 Sep 2008 00:06:24 +0000

Ciao a tutti... Non consideratemi una pazza per quello ke stò per chiedere e rispondete solo se lo sapete davvero per favore. Ho deciso ke andrò a correre tutte le sere x dimagrire un po.. il mio problema è ke avendo perennemente tosse,raffreddore,tonsillite.. ed essendo io l'antisportiva x eccellenza.. ho il fiato corto insomma! Qualche anno fa xò ho conosciuto un ragazzo ke facveva ciclismo agonistico e diceva ke lui, anke se chiaramente non poteva farlo, prima delle gare si faceva tipo 20 spruzzate di ventolin ( quel coso che usano x le crisi asmatiche).. Visto ke io nn ho problemi di controllo doppping.. se ne facessi un paio di spruzzi prima d correre.. solo per i primi 10-15 gg finke nn prendo il ritmo.. è pericoloso? è inutile? Non sono una sprovveduta, se v chiedo consiglio è perkè nn so se è rischioso.. grazie mille! bacioni

Quali sono le migliori alternative al ventolin?

Thu, 12 Jan 2012 16:07:45 +0000

Da piccolo ho subito uno schiacciamento polmonare a causa di un incidente stradale, in più sono allergico alla polvere, cosa mi consigliate per far fronte all'asma?