Ventolin Diskus*Inal 60d200mcg

Principio attivo: Salbutamolo Solfato

Forma:

Fornitore: Glaxosmithkline Spa *

Conservazione: IN LUOGO FRESCO E ASCIUTTO

Degrassi: Specialita' Medicinali Con Prescrizione Medica

Categoria merceologica: FARMACO ETICO

Confezione: SCATOLA

Prodotto In Commercio

Ventolin Diskus*Inal 60d200mcg

Foglietto illustrativo - Bugiardino

Il foglietto illustrativo e la relativa posologia di questo prodotto sono indicazioni generali, soggette a cambiamenti. Vi consigliamo di rivolcervi sempre al vostro medico di cura per un utilizzo appropriato

Denominazione

VENTOLIN

Categoria Farmacoterapeutica

Adrenergici per aerosol.

Principi Attivi

Salbutamolo.

Eccipienti

Lattosio (che contiene proteine del latte).

Indicazioni

Trattamento dell'asma bronchiale, broncopatia ostruttiva con componente asmatica.

Controindicazioni/Eff.Secondar

Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno uno qualsiasi degli eccipienti. Anche se tra le pazienti che hanno assunto il salbutamolo in gravidanza e' stata segnalata una percentuale di anomalie congenite sovrapponibile a quella riportata nella popolazione non esposta al farmaco se ne sconsiglia l'uso in gravidanza tranne che nei casi in cui il beneficio per la madre sia superiore al possibile rischio per il feto.

Posologia

Il farmaco Polvere per inalazione va somministrato esclusivamente pervia inalatoria. Un aumento della necessita' di ricorrere all'impiego dei beta2-agonisti puo' indicare un deterioramento delle condizioni dell'asma. Qualora cio' si presenti puo' essere necessaria una verifica del piano terapeutico del paziente e dovrebbe essere presa in considerazione la necessita' di una terapia corticosteroidea concomitante. Datoche, a dosaggi elevati, possono comparire effetti indesiderati, il dosaggio e la frequenza delle somministrazioni devono essere variati solo su indicazione medica. La durata d'azione del salbutamolo nella maggior parte dei pazienti e' di 4-6 ore. >>Trattamento del broncospasmo in fase acuta e controllo dell'asma episodica. Adulti: 200 mcg al bisogno. Bambini: 200 mcg al bisogno. >>Terapia continuata. Adulti: 200 mcgfino a quattro volte al giorno. Bambini: 200 mcg fino a quattro volteal giorno. Anziani: non sono necessari aggiustamenti del dosaggio. L'uso al bisogno del farmaco Polvere per inalazione non deve superare le4 somministrazioni al giorno. L'aumento della frequenza delle somministrazioni e del dosaggio delle stesse e' sintomo di un aggravamento improvviso delle condizioni dell'asma. Deve essere verificata la tecnicainalatoria del paziente in modo che il DISKUS venga impiegato nelle migliori condizioni possibili.

Conservazione

Conservare in luogo asciutto.

Avvertenze

I pazienti con asma grave presentano una sintomatologia costante e frequenti riacutizzazioni; la loro funzionalita' polmonare e' ridotta, presentano valori di PEF inferiori al 60% del normale con variabilita' anche superiori al 30%. Normalmente tali valori non si normalizzano completamente dopo l'assunzione di un broncodilatatore. Tali pazienti richiedono quindi una terapia steroidea inalatoria ad alte dosi (es. > 1mg al giorno di beclometasone dipropionato) oppure orale. Una volta che sia stata instaurata una terapia steroidea di base, il salbutamolo rappresenta un intervento terapeutico essenziale nel trattamento delleriacutizzazioni dell'asma grave. In caso si osservi una risposta non pienamente o rapidamente soddisfacente a tale trattamento e' necessarioricorrere prontamente al medico curante. Il salbutamolo presenta unarapida insorgenza d'azione (entro 5 minuti) ed una broncodilatazione di breve durata (4 ore). Il medicinale e' particolarmente indicato neltrattamento dell'attacco acuto nell'asma lieve, moderato o grave; il suo impiego non deve comunque ritardare l'introduzione o l'uso regolaredella terapia corticosteroidea inalatoria. Il trattamento dell'asma deve essere normalmente eseguito nell'ambito di un piano terapeutico adattato alla gravita' della patologia; la risposta del paziente alla terapia deve essere verificata sia clinicamente che mediante esami di funzionalita' polmonare. La necessita' di ricorrere piu' frequentementeai broncodilatatori inalatori a breve durata d'azione ed in particolare ai beta2-agonisti per il controllo della sintomatologia, indica un peggioramento del controllo dell'asma; in tale circostanza il piano terapeutico del paziente deve essere modificato. L'aggravamento improvviso e progressivo dell'asma e' potenzialmente pericoloso per la vita e si deve prendere in considerazione la possibilita' di instaurare una terapia con corticosteroidi o aumentarne il dosaggio. In pazienti considerati a rischio puo' essere raccomandato da parte del medico il controllo giornaliero del picco di flusso. Ci sono evidenze da dati post marketing e dalla letteratura pubblicata di rari casi di ischemia miocardica associata all'uso di salbutamolo. I pazienti con preesistenti patologie cardiache gravi (ad es. cardiopatia ischemica, tachiaritmia o insufficienza cardiaca grave) che ricevono salbutamolo per patologie respiratorie, devono essere avvertiti di informare il proprio medico qualora si verifichi doloro toracico o sintomi di peggioramento della patologia cardiaca. Nei pazienti con malattie quali coronaropatie, aritmie, ipertensione arteriosa e nei pazienti affetti da glaucoma, ipertiroidismo, tireotossicosi, feocromocitoma e diabete, il prodotto va utilizzato solo in caso di assoluta necessita'. Ipokaliemia anche grave puo'conseguire alla terapia con beta2- agonisti, soprattutto in caso di somministrazione parenterale e per nebulizzazione. E' necessaria particolare cautela nell'asma grave acuto poiche' questo effetto puo' esserepotenziato dal trattamento concomitante con derivati xantinici, steroidi, diuretici e dall'ipossia. Si raccomanda, in tali situazioni, di controllare regolarmente i livelli sierici di potassio. Qualora l'effetto di una dose abitualmente efficace durasse meno di 3 ore e' opportuno rivolgersi al medico curante al fine di adottare le misure terapeutiche necessarie. Gli agenti simpaticomimetici devono essere usati con molta cautela in pazienti che possono essere particolarmente suscettibili ai loro effetti. Nei pazienti affetti da asma grave o instabile i broncodilatatori non devono essere l'unico o il principale trattamentoterapeutico. L'asma grave richiede una verifica medica regolare, inclusi test di funzionalita' polmonare, dal momento che tali pazienti sonoa rischio di attacchi gravi ed anche di morte. Consiederare la necessita' di adottare le massime dosi raccomandate di steroidi inalatori e/o orali. Dato che, a dosaggi elevati, possono comparire effetti indesiderati, il dosaggio e la frequenza delle somministrazioni devono essere variati solo su indicazione medica.

Interazioni

Di norma il medicinale ed i farmaci beta-bloccanti non selettivi, comeil propranololo, non devono essere prescritti contemporaneamente. Ilfarmaco non e' controindicato nei pazienti in terapia con inibitori della monoaminossidasi (farmaci anti- MAO).

Effetti Indesiderati

Di seguito sono riportati gli eventi avversi elencati per organo, apparato/sistema e per frequenza. Le frequenze sono definite come: molto comuni (>=1/10), comuni (>=1/100, <1/10), non comuni (>=1/1000, <1/100), rari (>=1/10.000, <1/1000) e molto rare (<1/10.000), incluse segnalazioni isolate. Gli eventi molto comuni e comuni sono stati determinatiin genere dai dati degli studi clinici. Gli eventi rari e molto rarisono stati determinati in genere dai dati provenienti dalla segnalazione spontanea. Disturbi del sistema immunitario. Molto rare: reazioni di ipersensibilita' incluse angioedema, orticaria, broncospasmo, ipotensione e collasso. Disturbi del metabolismo e della nutrizione. Rare: ipokaliemia. Ipokaliemia potenzialmente grave puo' essere associata alla terapia con beta2-agonisti. Patologie del sistema nervoso. Comuni: tremore, cefalea; molto rare: iperattivita'. Patologie cardiache. Comuni: tachicardia; non comuni: palpitazioni; molto rare: aritmie cardiache incluse fibrillazione atriale, tachicardia sopraventricolare ed extrasistolia, ischemia miocardica. Patologie vascolari. Rare: vasodilatazione periferica. Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche. Molto rare: broncospasmo paradosso. Cosi' come avviene per altri farmacisomministrati per via inalatoria, puo' manifestarsi broncospasmo paradosso, con un aumento del respiro affannoso subito dopo l'inalazione.Nell'eventualita' che cio' si presenti, assumere immediatamente un'altra preparazione di medicinale o un diverso broncodilatatore a rapida insorgenza d'azione; interrompere immediatamente la terapia con il farmaco polvere per inalazione in inalatore DISKUS, accertare la condizione del paziente e, se necessario, istituire una terapia alternativa. Patologie gastrointestinali. Non comuni: irritazione della bocca e dellagola. Patologie del sistema muscolo scheletrico e del tessuto connettivo. Non comuni: crampi muscolari.

Gravidanza E Allattamento

Anche se tra le pazienti che hanno assunto il salbutamolo in gravidanza e' stata segnalata una percentuale di anomalie congenite sovrapponibile a quella riportata nella popolazione non esposta al farmaco se nesconsiglia l'uso in gravidanza tranne che nei casi in cui il beneficioper la madre sia superiore al possibile rischio per il feto. Poiche'il salbutamolo viene probabilmente secreto nel latte materno non se neraccomanda l'uso nelle madri che allattano, a meno che i benefici prevedibili superino i rischi potenziali. Non e' noto se il salbutamolo presente nel latte materno possa determinare effetti dannosi sul neonato.

Consigli e commenti su Ventolin Diskus*Inal 60d200mcg

Domande e risposte su Ventolin Diskus

Scsate.... :) !!!!!!!!!!!!!!!!?

Mon, 05 Mar 2012 12:30:33 +0000

sapete il nome di quell'inalatore x asma e allergia che è verde acqua chiaro, si usa per fare le cure?? non è il ventolin . . .

Soffro d'asma chi è nella mia situazione?

Tue, 20 Oct 2009 23:08:04 +0000

ho un asma bronchiale causata da allergie(polline, fieno,graminacee )...solitamente questo periodo stavo bene(respiravo bene)..ma quest anno nn so come mai ho problemi a respirre ad ottobre...c'è qualcuno che è nella mia stessa situazione??? farmaci che utilizzo: montegen,flixotide diskus e ventolin al bisogno

Per prendere in farmacia un inalatore di cortisone per asma allergico ci vuole la prescrizione medica?

Wed, 28 Mar 2012 03:41:11 +0000

In entrambi i casi, quanto viene a costare?

X gli asmatici?

Tue, 05 Jun 2007 10:35:14 +0000

avete visto che c'è una nuova medicina? si chiama novartis o qualcosa del genere... qualcuno l'ha mai usata? Che tipo di cure avete fatto o state facendo? e siete migliorati un pò? io mi limito a spruzzarmi il ventolin quando comincio a sibilare... si...scusate...di questa nuova medicina io non ne so niente..ho visto vari poster pubblicitari in ospedale

L'asma e l'uso di cortisone possono bloccare la crescita? E se si, è possibile "curare" questo problema?

Thu, 17 Mar 2011 05:16:52 +0000

Salve a tutti, ho 18 anni e sono alto 1.65, ho l'asma da quando ero molto piccolo (circa 5 o 6 anni) e da sempre prendo ogni giorno medicinali a base di cortisone (oltre il normale ventolin, parlo di bentelan, singulair, seretide, diskus e così via) ormai da 12 anni con brevi periodi di spospensione, il mio problema è che da circa 3-4 anni non sono più cresciuto neanche di un solo centimetro, il che mi sembra decisamente strano, ricordo benissimo che in prima superiore ero alto circa quanto i miei compagni e anzi anche più di altri, ora in quinta sono in assoluto il più basso e non parlo di 1 o 2 cm ma anche di 5 o 10 e si vedono e si sentono, io sono rimasto uguale a 4 anni fa mentre tutti sono cresciuti e non solo in altezza... ho notato inoltre come la mia crescita fosse molto più lenta parlo di crescita di peli o simili... qualche giorno fa allora mi è sorto un forte dubbio, non è che la mia crescita si sia bloccata? Ok la mia famiglia non è altissima ma almeno 1.70 credo che l'avrei raggiunto, parlo solo di altezza perchè la mia corporatura è diversa dagli altri, o meglio i miei compagni sono tutti magri con muscoli evidenziati e fisico scolpito anche senza fare sport, io invece da piccolo ero grasso mentre ora sono molto più magro, pratico nuoto a livello agonistico 6 giorni alla settimana per 2 ore, e non ho un filo di pettorale o addominale nonstante sia molto più forte di quasi tutti i miei compagni... Ah e soprattutto cosa molto importante che ho notato, ho un'ossatura molto piccola e fine rispetto alla mia corporatura... L'anno scorso ho avuto la mononucleosi e so che anche questa interferisce molto sulla crescita perchè potrebbe bloccarla... Cercando poi su internet ho letto che esistono delle cure a base di ormoni sintetici gh o a base di stimolanti degli ormoni naturali. Inutile dire quanto questa situazione sia davvero frustante psicologicamente, oltre a soffrire d'asma mi ritrovo anche svantaggiato per il fatto della crescita. Volevo sapere quali sono i sintomi per sapere se ho questo problema, farò comunque una visita endocrinologa ma prima di farla vorrei dei pareri. Ora chiedo a voi più esperti di me ma sopratutto chiedo aiuto a chi ha avuto esperienze simili anche non personali ma vicine e mi sa dare un aiuto... è possibile che la mia crescita si sia bloccata data la continua e non leggerissima somministrazione di questi medicinali? ed è possibile sapere se la mia crescita è effettivamente bloccata o meno? Nel caso esistono realmente delle cure che mi permettano di recuperare ciò che ho "perso"? Grazie anticipatamente a tutti!

Ho scoperto di essere asmatico esiste una cura????????????????????????????????????????

Tue, 12 Jun 2012 15:02:08 +0000

sono stato in due settimane 3 volte al pronto soccorso,e alla fine dopo aver preso bentlan da 4mg,passai a quelle a pillola,e non mi hanno fatto più un cavolo sti medicinali,oggi ho avuto 3 attacchi,tamponati con ventolin,e il medico del pronto soccorso mi ha prescritto,una terapia per 60 giorni,con seretide diskus da prendere due volte al giorno e una pillola di kestine al giorno...il punto é che gli attacchi sono aumentati e le visite mediche pure,sono stato da un pneumologo,mi ha prescritto una terapia con ventolin 3 volte al giorno... in definitiva il medico del pronto soccorso oggi lasciando stare che non ha azzeccato il seretide diskus,che in parole povere mi fa manifestare più velocemente i sintomi...mi ha detto che la mia asma è un'asma di tipo allergico vedendo le prove allergiche che ho fatto lo scorso anno,e che in parole povere la mia allergia si stava evolvendo da starnuti a rinite allergica,a orticaria,ad asma,e che se mi fossi fatto un trattamento di immunologia,vaccino contro acaro della polvere con buone probabilità ne avrei tratto tanti benefici...il vaccino agli acari della polvere,può migliorare,questa insoportabile e insostenibile condizione di mancamento??