Trosyd*Soluz Ung.1fl 12ml 28% Soluzione

Principio attivo: Tioconazolo

Forma: Soluzione

Fornitore: Giuliani Spa

Conservazione: NESSUNA PARTICOLARE CONDIZIONE DI CONSERVAZIONE

Degrassi: Specialita' Medicinali Da Banco O Di Automedicazione

Categoria merceologica: FARMACO DA BANCO

Confezione: FLACONE

Prodotto In Commercio

Trosyd*Soluz Ung.1fl 12ml 28%

Foglietto illustrativo - Bugiardino

Il foglietto illustrativo e la relativa posologia di questo prodotto sono indicazioni generali, soggette a cambiamenti. Vi consigliamo di rivolcervi sempre al vostro medico di cura per un utilizzo appropriato

Denominazione

TROSYD

Categoria Farmacoterapeutica

Antimicotici per uso topico.

Principi Attivi

Tioconazolo.

Eccipienti

Crema 1%: polisorbato 60, sorbitan monostearato, alcol cetostearilico,2-ottildodecanolo, cera di esteri cetilici, alcool benzilico, acqua depurata. Polvere cutanea 1%: talco, miristato di magnesio, caolino, silice precipitata. Emulsione cutanea 1%: cera emulsionante, alcool cetilico, alcool cetilstearilico, olio di noce di cocco, glicerilstearatoe palmitato, glicole propilenico, alcool benzilico, acqua depurata. Soluzione cutanea per uso ungueale 28%: acido undecilenico, acetato di etile. Soluzione cutanea 1%: monoetanolammina laurilsolfato, lecitinammide, poliglicoleum, undebenzofene, acido lattico, lipoessenziale lenitivo, acqua depurata.

Indicazioni

Crema 1% - Polvere cutanea 1% - Emulsione cutanea 1%: dermatomicosi sostenute da dermatofiti, lieviti ed altri miceti sensibili al Tioconazolo; infezioni cutanee da batteri Gram-positivi sensibili al farmaco; per la concomitante attivita' antimicotica e antibatterica, e' particolarmente indicato nelle infezioni cutanee miste. Soluzione cutanea peruso ungueale 28%: onicomicosi sostenute da dermatofiti e lieviti; perla concomitante attivita' antibatterica, e' particolarmente indicata nelle infezioni miste. Soluzione cutanea 1%: indicata nel trattamento topico delle infezioni cutanee sostenute da miceti (dermatofiti e lieviti), anche se associate a sovrainfezioni da batteri Gram-positivi ad essa sensibili, come coadiuvante alla terapia con altre preparazioni topiche specifiche. La soluzione cutanea permette una maggiore facilita'di applicazione nelle dermatomicosi piu' estese ed esplica una detersione medicata della cute glabra o pelosa. Inoltre, consentendo il trattamento di un'ampia superficie cutanea, rende possibile l'eliminazionedell'agente patogeno non solo dove sono rilevabili variazioni morfologiche cutanee ma anche dove la cute e' apparentemente sana.

Controindicazioni/Eff.Secondar

Ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti; gravidanza.

Posologia

Crema 1% - Polvere 1% - Emulsione cutanea 1%: il medicinale va applicato mediante un leggero massaggio due volte al giorno, mattina e sera,sulla cute affetta e su quella immediatamente circostante. Nelle areedi intertrigine la crema va applicata in piccole quantita' e ben spalmata, per evitare fenomeni di macerazione. La polvere cutanea e' disponibile in un contenitore con cui puo' essere direttamente applicata inuno strato uniforme. L'emulsione cutanea va applicata con la punta delle dita e con un tampone di ovatta. La durata del trattamento richiesto per ottenere la guarigione varia da paziente a paziente ed in relazione all'agente infettante e alla sede di infezione. Un trattamento di7 giorni e' di solito sufficiente per ottenere la guarigione nella maggior parte dei pazienti con Pityriasis versicolor, mentre possono essere necessarie fino a 6 settimane di trattamento in caso di gravi formedi Tinea pedis (piede d'atleta), specialmente per quanto riguarda lavarieta' clinica cronica ipercheratosica. La durata del trattamento richiesto per infezioni dermatofitiche ad altre localizzazioni per Candidiasi ed Eritrasma e' di solito compresa tra le 2 e le 4 settimane. Soluzione cutanea 28% per uso ungueale: applicare il farmaco sull'unghiainfetta e nella regione periungueale due volte al giorno, mattina e sera, usando l'apposito pennello. Il solvente contenuto nel medicinaleasciuga in 5 minuti lasciando una sottile pellicola trasparente ed oleosa. Anche se questa pellicola viene casualmente rimossa cio' non diminuisce l'attivita' del farmaco, e quindi non e' necessario applicarlodi nuovo. Si consiglia di non usare un bendaggio occlusivo. La duratadel trattamento richiesto per ottenere la guarigione varia da pazientea paziente, ed e' in relazione all'agente infettante e all'estensionedella lesione. In genere la terapia puo' durare in media fino a 6 mesi, ma puo' essere prolungata fino ad un anno. Soluzione cutanea 1%: acontatto con la cute forma una soluzione schiumosa: impiegare la quantita' di soluzione necessaria in rapporto alla superficie cutanea da trattare, usando il prodotto come detergente liquido, una volta al giorno, e sciacquare con acqua dopo qualche minuto dall'applicazione. L'usodella soluzione cutanea deve essere effettuato insieme a concomitantetrattamento antimicotico specifico topico, applicato dopo l'uso dellasoluzione. La durata del trattamento richiesta per ottenere la guarigione varia in relazione all'agente infettante e alla sede di infezionee di solito e' compresa tra le due e le quattro settimane. A giudiziomedico, il trattamento con la soluzione cutanea puo' essere protrattoanche dopo il termine di altre terapie specifiche topiche allo scopodi ridurre il rischio di recidive.

Conservazione

Nessuna precauzione particolare per la conservazione.

Avvertenze

L'applicazione di prodotti per uso topico, specie se protratta, puo' dare origine a fenomeni di sensibilizzazione.

Interazioni

Non sono finora note interazioni od incompatibilita' con altri medicamenti.

Effetti Indesiderati

In casi molto rari e' stata osservata una lieve e transitoria irritazione locale. Tuttavia, in presenza di reazioni di ipersensibilita', sidovra' interrompere il trattamento ed istituire una terapia opportuna.

Gravidanza E Allattamento

Non esistono studi adeguati e ben controllati sull'uso del medicinalein gravidanza o nell'allattamento. Pertanto il medicinale deve essereusato solo in caso di necessita', dopo aver valutato il beneficio atteso per la madre in rapporto al possibile rischio per il feto o per illattante. Soluzione cutanea per uso ungueale: sebbene l'assorbimento sistemico dopo somministrazione topica sia trascurabile, tuttavia poiche' il trattamento delle onicomicosi puo' protrarsi per molti mesi, l'uso della soluzione cutanea per uso ungueale in gravidanza e' controindicato.