Tetralysal*28cps 300mg CAPSULE

Tetralysal*28cps 300mg Principio attivo: TETRACICLINA LEVOMETILENLISINA (LIMECICLINA)
Forma: CAPSULE
Fornitore: GALDERMA ITALIA SPA
Conservazione: NON SUPERIORE A +25, CONSERVARE IL PRODOTTO NELLA CONFEZIONE ORIGINALE
Degrassi: SPECIALITA' MEDICINALI CON PRESCRIZIONE MEDICA
Categoria merceologica: FARMACO ETICO

Cerca nella cartina dove trovare questo prodotto

Foglietto illustrativo Tetralysal*28cps 300mg

Il e la relativa posologia di questo prodotto sono indicazioni generali, soggette a cambiamenti.
.
.


DENOMINAZIONE
TETRALYSAL CAPSULE RIGIDE
CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA
Tetracicline.
PRINCIPI ATTIVI
Ogni capsula da 150/300 mg contiene: tetraciclina-L-metilenlisina (limeciclina).
ECCIPIENTI
Capsule rigide da 150 mg: magnesio stearato, levilite, gelatina, glicerilmonoleato. Capsule rigide da 300 mg: magnesio stearato, silice colloidale idrata. Componenti della capsula di gelatina: gelatina, titaniodiossido (E171), giallo di chinolina (E104), eritrosina (E127), indigo carmine (E132).
INDICAZIONI
Trattamento dell'acne infiammatoria da moderata a severa. Trattamentodell'infiammazione nell'acne mista.
CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR
Ipersensibilita' alle tetracicline o ad uno qualsiasi degli eccipienti. In gravidanza e durante l'allattamento. Bambini di eta' inferiore agli 8 anni per il rischio di sviluppare discromie dentali permanenti eipoplasia dello smalto. Trattamento concomitante con retinoidi orali.
POSOLOGIA
La dose raccomandata per il trattamento dell'acne e' rappresentata da300 mg/giorno per 12 settimane. Assumere il prodotto con una adeguataquantita' di acqua.
CONSERVAZIONE
Conservare nella confezione originale, conservare a temperatura non superiore ai 25 gradi C.
AVVERTENZE
Reazioni di fotosensibilizzazione, che si evidenziano con una esagerata reattivita' cutanea alla luce solare e ai raggi ultravioletti, possono manifestarsi in corso di trattamento in soggetti predisposti; e' opportuno tenere presente questa eventualita' ed interrompere il trattamento non appena compare eritema cutaneo. In pazienti con insufficienzarenale, dosi anche normali di tetracicline possono dare luogo ad accumulo in circolo con possibili danni epatici; in questi casi e' necessario adattare la posologia al grado di funzionalita' epatica. Inoltre e' da tenere presente che le tetracicline, per la nota azione antianabolica, possono aumentare l'azotemia e quindi aggravare ulteriormente unpreesistente stato d'insufficienza renale. Per evitare irritazioni esofagee, assumere il prodotto con una adeguata quantita' d'acqua. Comecon altri antibiotici, il trattamento con tetracicline puo' dar luogoa superinfezioni da agenti batterici resistenti o da miceti. E' da tenere presente in particolare la possibilita' di enterocoliti da stafilococchi resistenti. Cicli di trattamento a lungo termine richiedono periodici controlli della crasi ematica e della funzionalita' epatica e renale.
INTERAZIONI
Retinoidi orali: rischio di ipertensione endocranica. Preparati antiacidi contenenti alluminio, calcio o magnesio, e i prodotti contenenti sali di ferro, riducono l'assorbimento orale delle tetracicline, per cui e' necessario evitare l'assunzione contemporanea. E' opportuno evitare l'associazione con penicilline, per la possibile comparsa di interferenze fra le rispettive attivita' antibatteriche. Si puo' rendere necessario un adeguamento dei dosaggi di anticoagulanti eventualmente usati durante la somministrazione di tetracicline, dato che questi antibiotici possono deprimere l'attivita' protrombinica. Interferenze con itest di laboratorio: la limeciclina puo' provocare dei falsi positivinella determinazione del glucosio nell'urina. Puo' anche interferire con il dosaggio fluorimetrico delle catecolamine urinarie dando luogo avalori falsamente incrementati (metodo di Hingert). Didanosina: l'aumentare del pH gastrico a seguito di assunzione di compresse di didanosina contenenti antiacidi, riduce l'assorbimento delle cicline nel tratto digestivo.
EFFETTI INDESIDERATI
Patologie del sistema emolinfopoietico. Non nota: neutropenia, trombocitopenia. Patologie dell'occhio; non nota: disturbi visivi. Patologiegastrointestinali. Comune: nausea, dolore addominale, diarrea; non nota: glossite, enterocolite, vomito, epigastralgia (dolore del tratto gastrointestinale superiore). Patologie sistemiche e condizioni relativealla sede di somministrazione. Non nota: piressia. Patologie epatobiliari. Non nota: ittero. Disturbi del sistema immunitario. Non nota: ipersensibilita', orticaria, edema angioneurotico, reazione anafilattica. Esami di laboratorio. Non nota: aumento dei livelli delle transaminasi, aumento della fosfatasi alcalina, aumento della bilirubina. Patologie del sistema nervoso. Comune: mal di testa; non nota: capogiri, ipertensione endocranica. Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo. Non nota: rash eritematoso, reazioni da fotosensibilita', prurito, sindrome di Stevens Johnson. Inoltre sono stati osservati alcuni eventiavversi attribuibili, in generale, alla terapia con tetraciclina: sipossono verificare discromia dentale e/o ipoplasia dello smalto in caso di somministrazione in bambini di eta' inferiore a 8 anni; sono stati riportati casi di anemia emolitica, eosinofilia ed altri disordini ematologici; si possono verificare casi di iperazotemia di origine nonrenale correlata ad un effetto anti-anabolico che puo' essere aumentato dall' uso concomitante di diuretici e tetracicline; il trattamento con il farmaco deve essere interrotto nel caso in cui dovessero comparire sintomi attribuibili ad un aumento della pressione endocranica (es.vomito). Sono stati segnalati casi isolati di anoressia e vasculite allergica.
GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO
Nel tessuto osseo in via di formazione, le tetracicline possono dar luogo ad un complesso stabile di calcio senza che peraltro siano stati riportati nell'uomo particolari effetti dannosi. L'uso delle tetracicline durante il periodo della formazione dei denti (seconda meta' dellagravidanza) puo' causare pigmentazione dentaria permanente (giallo-bruna); l'inconveniente si verifica soprattutto in seguito all'uso protratto di questi antibiotici, ma e' stato osservato anche dopo periodi ditrattamento brevi e ripetuti. Le tetracicline passano sia attraversola placenta che nel latte materno. Pertanto, il medicinale e' controindicato in donne in gravidanza o in allattamento (rischio di ipoplasiadello smalto o di discromie dentali nell'infanzia).

Consigli e commenti su Tetralysal*28cps 300mg

Domande e risposte su: Tetralysal powered by Yahoo Answer
Sat, 19 Mar 2011 16:58:26 GMT
ho perdite ematiche da 3 giorni. E sono a metà ciclo. Ho avuto il ciclo dal 1 al 4 marzo e non ho avuto rapporti. Prendo il Tetralysal da un mese, è possibile che mi abbia causato queste perdite?
Tue, 01 Mar 2011 08:07:22 GMT
Devo ingoiare la capsula o devo aprire la capsula e sciogliere nell'acqua la polvere ke è nella capsula? sul foglio illustrativo non c'è scritto.. scusate l'ignoranza ma voglio essere sicura :)
Tue, 14 Dec 2010 15:18:44 GMT
Oggi sono andata dalla dermatologa e mi ha detto di prendere una di queste pillole al giorno per 3 mesi. Chi di voi le ha provate ? Funzionano ? Dopo quanto tempo migliora ? Grazie mille in anticipo : ) Bacii .
Sun, 12 Dec 2010 15:49:25 GMT
ciao a tutti pochi giorni fa sono andato dal dermatologo x l'acne x la seconda volta a distanza di un anno e mi ha prescritto quasi le stesse cose dell'anno scorso...in particolare tetralysal che sono le pastigli che sevo prendere 1 volta al giorno...bè le ho perse da 6 giorni e venerdi non sono andato a scuola perche avevo il vomito, ho vomitato due volte ma la sensazione va avanti ancora tutt'oggi...nn so cosa fare, non ho fame, adesso mangio pochissimo e prima mangiavo...oggi sono tornato dalla partita di calcio e dopo due ore avevo un sonno assurdo ed è la prima volta...poi oggi mia mamma ha letto gli effetti indesiderati dell'antibiotico e direi che corripondono...cosa ne dite? E la cosa ancora piu strana è che lo prendevo anche l'anno scorso e sono stato malissimo verso dicembre...avevo ansia, vomito e mooolte cose...chiaritemi un po le idee, cosa devo fare?
Sun, 12 Dec 2010 15:48:59 GMT
ciao a tutti pochi giorni fa sono andato dal dermatologo x l'acne x la seconda volta a distanza di un anno e mi ha prescritto quasi le stesse cose dell'anno scorso...in particolare tetralysal che sono le pastigli che sevo prendere 1 volta al giorno...bè le ho perse da 6 giorni e venerdi non sono andato a scuola perche avevo il vomito, ho vomitato due volte ma la sensazione va avanti ancora tutt'oggi...nn so cosa fare, non ho fame, adesso mangio pochissimo e prima mangiavo...oggi sono tornato dalla partita di calcio e dopo due ore avevo un sonno assurdo ed è la prima volta...poi oggi mia mamma ha letto gli effetti indesiderati dell'antibiotico e direi che corripondono...cosa ne dite? E la cosa ancora piu strana è che lo prendevo anche l'anno scorso e sono stato malissimo verso dicembre...avevo ansia, vomito e mooolte cose...chiaritemi un po le idee, cosa devo fare?
Sun, 12 Dec 2010 15:48:05 GMT
ciao a tutti pochi giorni fa sono andato dal dermatologo x l'acne x la seconda volta a distanza di un anno e mi ha prescritto quasi le stesse cose dell'anno scorso...in particolare tetralysal che sono le pastigli che sevo prendere 1 volta al giorno...bè le ho perse da 6 giorni e venerdi non sono andato a scuola perche avevo il vomito, ho vomitato due volte ma la sensazione va avanti ancora tutt'oggi...nn so cosa fare, non ho fame, adesso mangio pochissimo e prima mangiavo...oggi sono tornato dalla partita di calcio e dopo due ore avevo un sonno assurdo ed è la prima volta...poi oggi mia mamma ha letto gli effetti indesiderati dell'antibiotico e direi che corripondono...cosa ne dite? E la cosa ancora piu strana è che lo prendevo anche l'anno scorso e sono stato malissimo verso dicembre...avevo ansia, vomito e mooolte cose...chiaritemi un po le idee, cosa devo fare?

Cerca nelle nostre farmacie