Pulmist*Ad Nebul 15monod2mg/2m Aerosol

Principio attivo: Flunisolide

Forma: Aerosol

Fornitore: So.Se.Pharm Srl

Conservazione: NESSUNA PARTICOLARE CONDIZIONE DI CONSERVAZIONE

Degrassi: Specialita' Medicinali Con Prescrizione Medica

Categoria merceologica: FARMACO ETICO

Confezione: SCATOLA

Prodotto In Commercio

Pulmist*Ad Nebul 15monod2mg/2m

Foglietto illustrativo - Bugiardino

Il foglietto illustrativo e la relativa posologia di questo prodotto sono indicazioni generali, soggette a cambiamenti. Vi consigliamo di rivolcervi sempre al vostro medico di cura per un utilizzo appropriato

Denominazione

PULMIST

Categoria Farmacoterapeutica

Farmaci per disturbi ostruttivi vie respiratorie per aerosol.

Principi Attivi

Flunisolide.

Eccipienti

Propilenglicole, sodio cloruro, acido citrico, sodio citrato, acqua per preparazioni iniettabili.

Indicazioni

Patologie allergiche delle vie respiratorie: asma bronchiale, bronchite cronica asmatiforme; riniti croniche e stagionali.

Controindicazioni/Eff.Secondar

Ipersensibilita' verso uno dei componenti o sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico; tubercolosi polmonare attiva o quiescente. Infezioni fungine, batteriche o virali non trattate.

Posologia

Adulti: meta' contenuto di un contenitore monodose (1 ml) di medicinale 2 volte al giorno. Bambini: meta' contenuto di un contenitore monodose (1 ml) di faramco 2 volte al giorno. L'insorgenza dell'effetto none' immediata; e' quindi consigliabile usare il prodotto con regolarita' e per piu' giorni secondo prescrizione medica.

Conservazione

Questo medicinale non richiede alcuna particolare condizione per la conservazione. Il contenitore monodose aperto va utilizzato nell'arco delle 24 ore.

Avvertenze

Se ne sconsiglia l'uso in gravidanza e durante l'allattamento. L'impiego, specie se prolungato, del prodotto puo' dar luogo a fenomeni di sensibilizzazione ed agli effetti collaterali sistemici classici del medicamento. Non vanno superate le dosi raccomandate. L'aumento della dose, infatti, oltre a non migliorare l'efficacia terapeutica del prodotto, comporta il rischio di effetti collaterali sistemici da assorbimento. La condotta del trattamento nei pazienti gia' sotto corticoterapiasistemica necessita di precauzioni particolari e di una stretta sorveglianza medica, dato che la riattivazione della funzionalita' surrenalica, soppressa dalla prolungata terapia corticosteroidea sistemica, e'lenta. E' in ogni caso necessario che la malattia sia relativamente "stabilizzata" con il trattamento sistemico. Inizialmente il medicinaleva somministrato continuando il trattamento sistemico, successivamentequesto va progressivamente ridotto controllando il paziente ad intervalli regolari e modificando la posologia del farmaco a seconda dei risultati ottenuti. Durante i periodi di stress o di grave attacco asmatico, i pazienti, sottoposti a tale passaggio, dovranno avere un trattamento supplementare di steroidi sistemici. In questi pazienti inoltre,andrebbero effettuati periodici controlli della funzionalita' cortico-surrenalica, comprese le misurazioni effettuate di primo mattino deilivelli di cortisolo in condizioni di riposo. Non e' consigliabile somministrare il prodotto nei bambini al di sotto dei 4 anni, dato che non vi e' esperienza sufficiente in questo campo. Si possono presentareeffetti sistemici con i corticosteroidi inalatori, in particolare quando prescritti ad alte dosi per periodi prolungati. Tali effetti si verificano con meno probabilita' rispetto al trattamento con corticosteroidi orali. I possibili effetti sistemici includono la sindrome di Cushing, aspetto Cushingoide, soppressione surrenalica, ritardo della crescita in bambini e adolescenti, riduzione della densita' minerale ossea, cataratta, glaucoma e, piu' raramente una serie di effetti psicologici o comportamentali che includono iperattivita' psicomotoria, disturbi del sonno, ansieta', depressione o aggressivita' (particolarmente nei bambini). E' importante, quindi, che la dose del corticosteroide perinalazione sia la piu' bassa dose possibile con cui viene mantenuto il controllo effettivo dell'asma.

Interazioni

Non segnalate.

Effetti Indesiderati

Non e' stato riferito alcun grave effetto collaterale in seguito all'uso del prodotto alle dosi consigliate. Occasionalmente possono comparire nel cavo oro-faringeo infezioni localizzate di tipo fungino (candidosi) che regrediscono rapidamente dopo terapia locale con antimicoticisenza sospendere il trattamento. L'insorgenza di tali infezioni fungine puo' essere minimizzata sciacquandosi regolarmente la bocca dopo ogni applicazione. In pazienti particolarmente sensibili dopo l'inalazione dell'aerosol si puo' avere tosse e irritazione delle vie respiratorie superiori. Talora puo' manifestarsi un lieve e transitorio senso dibruciore della mucosa nasale. Altri effetti osservati sono: irritazione nasale, epistassi, naso chiuso, rinorrea, raucedine, irritazione del cavo orale o delle fauci. Se gravi, questi effetti collaterali possono richiedere una sospensione della terapia. L'effetto collaterale piu' comune riscontrato in pazienti corticodipendenti e' stata la comparsa di congestione nasale e polipi nasali, dovuti appunto alla riduzionedella corticoterapia sistemica. I pazienti vanno comunque tenuti sotto stretto controllo nel caso di trattamenti prolungati, al fine di accertare tempestivamente l'eventuale comparsa di manifestazioni sistemiche (osteoporosi, ulcera peptica, segni di insufficienza cortico-surrenale secondaria, quali ipotensione e perdita di peso), al fine di evitare in quest'ultima evenienza gravissimi incidenti da iposurrenalismo acuto. A dosi elevate utilizzate per lunghi periodi possono insorgere soppressione surrenalica, ritardo della crescita in bambini ed adolescenti, riduzione della densita' minerale ossea, cataratta e glaucoma. Con frequenza sconosciuta possono insorgere eventi avversi psichiatriciche includono iperattivita' psicomotoria, disturbi del sonno, ansieta', depressione, aggressivita', disturbi di comportamento (particolarmente nei bambini).

Gravidanza E Allattamento

Non e' consigliabile l'impiego di flunisolide durante i primi tre mesidi gravidanza. L'impiego nel secondo e terzo trimestre di gravidanzae nell'allattamento deve avvenire sotto stretto controllo medico e dopo attenta valutazione del rapporto tra benefici e rischi potenziali.

Consigli e commenti su Pulmist*Ad Nebul 15monod2mg/2m

Domande e risposte su Pulmist

PERCHè IL MEDICO MI HA DATO QUESTO MEDICINALE?

Tue, 04 May 2010 08:23:24 +0000

IO GLI DISSI CHE AVEVO TIPO UN LEGGERO MAL DI GOLA NON CURATO CHE MI DAVA FASRDIO MI VISITO' MA DICE CHE NON HO NULLA PERO' DICE INTANTO PRENDI QUESTO MEDICINALE VEDIAMO SE TI PASSA. NEL FOGLIO ILLUSTRATIVO CI STA SCRITTO :controllo dell'evoluzione della malattia asmatica e delle condizioni di broncostenosi. perchè?????? che centra con il mio fastidio da mal di gola leggero forza napoli si forza napoli ma non ho capito la risp :D wuàààààààààà rispondimi di nuovo nome medicinale:pulmist 250microgrammi sospensione presurizzata per inalazione è uno spray tipo principio attivo: flunisolide emildrato pari a flunisolide 50.00 mg eccipienti:sorbitan trioleato,triclorofluorometano,diclorodifluorometano,aroma di menta,lecitina di soia ecco ora meglio????

Ma è normale che una tosse secca sia così violenta?!?

Sat, 17 Nov 2012 13:12:40 +0000

allora è da lunedì ke avevo tosse secca fastidiosa e senza voce piena di catarro da martedì ho iniziato lo sciroppo fluimucil sedativo tosse e areosol con fluibron ma siccome non avevo risultati ieri sn and dalla dott.sa e miha prescritto fluimucil antibiotico x fiale areosol e clenil e mi ha detto xò se x domenica dv prendere l antibiotico.beh vi dico ke sto malissimo ho il catarro ke non si vuole staccare mi fa un male cane xk mi vengon attacchi di tosse violenti non esagero!talmente tanto è lo sforzo ke mi fanno male le tempie diventò rosso peperone i timpani ke fanno male e la schiena non ne parliamo mi sento spaccata!ma è normale?mi sento soffocare qnd tossisco e finisco col vomitare.ma quando passa?sn distrutta sn gg ke non dormo bene xk mentre dormo mi vengono qst attacchi.sto facendo di tutto..brodo latte caldo miele..e allora xk non passa?!:-(

AIUTO Placche tonsille e Mal di gola?

Sat, 16 Jun 2012 07:37:44 +0000

è da settimana scorsa piu o meno che ho un po di mal di gola, ma credendo che non fosse niente di che domenica sono andata in discoteca. E bam mi è aumentato tantissimo mi era venuta la febbre e placche bianche in gola e sulle tonsille.... la prima volta che mi vengono!!!-.- è da mercoledi che resto in casa.. ho preso un antibiotico poi due giorni fa l'ho cambiato con un'altro piu forte... non ne posso piu!!! adesso che iniziano le belle giornate io sono confinata nella mia stanza!! Quanto ci vuole perchè mi passi secondo voi??? Domani o lunedi potrò uscire?? adesso febbre non ne ho piu e con le cure la gola mi fa meno male, ma le placche le ho sempre.... aiuto