Luvion*40cpr 50mg COMPRESSE

Luvion*40cpr 50mg Principio attivo: CANRENONE
Forma: COMPRESSE
Fornitore: THERABEL GIENNE PHARMA SPA *
Conservazione: NESSUNA PARTICOLARE CONDIZIONE DI CONSERVAZIONE
Degrassi: SPECIALITA' MEDICINALI CON PRESCRIZIONE MEDICA
Categoria merceologica: FARMACO ETICO

Cerca nella cartina dove trovare questo prodotto

Foglietto illustrativo Luvion*40cpr 50mg

Il e la relativa posologia di questo prodotto sono indicazioni generali, soggette a cambiamenti.
.
.


DENOMINAZIONE
LUVION
CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA
Farmaci risparmiatori di potassio - Antagonisti dell'aldosterone.
PRINCIPI ATTIVI
>>Compresse, capsule: canrenone. >>Soluzione iniettabile: canrenoato di potassio 200 mg.
ECCIPIENTI
>>Compresse: lattosio monoidrato, amido di mais, macrogol 4000, silicecolloidale, magnesio stearato. >>Capsule rigide: lattosio monoidrato,amido di mais, macrogol 4000, silice colloidale, magnesio stearato. Composizione della capsula: gelatina, titanio diossido, indigotina (E132), ferro ossido giallo (E172). >>Polvere e solvente per soluzione iniettabile per uso endovenoso: trometamol 10 mg. Fiala di solvente: acqua per preparazioni iniettabili 2 ml.
INDICAZIONI
Compresse e capsule rigide: iperaldosteronismo primario, stati edematosi da iperaldosteronismo secondario (scompenso cardiaco congestizio, cirrosi epatica in fase ascitica, sindrome nefrosica) ed ipertensione arteriosa essenziale laddove altre terapie non sono risultate sufficientemente efficaci o tollerate. Polvere e solvente per soluzione iniettabile per uso endovenoso: trova indicazione in tutte quelle situazioniin cui sia necessaria la somministrazione per via endovenosa, in particolare e' adatto all'uso in reparti di terapia intensiva e ospedalieri.
CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR
Iperkaliemia o iponatriemia gravi, insufficienza renale grave, ipersensibilita' al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.
POSOLOGIA
Adulti. Compresse e capsule rigide: per via orale, nella maggior partedei casi sono sufficienti 50-200 mg al di', ripartiti in una o piu' somministrazioni giornaliere. Nei casi piu' gravi o resistenti questa posologia puo' essere portata a 300 mg o piu' secondo prescrizione medica. Polvere e solvente per soluzione iniettabile per uso endovenoso: per via endovenosa la posologia deve essere regolata dal medico curantein funzione delle condizioni del malato e della risposta alla terapia. In generale le dosi utili sono comprese tra 200 e 600 mg/die (1-3 flaconi) per via endovenosa. E' consigliabile non superare il dosaggio giornaliero di 800 mg. L'iniezione va praticata lentamente o preferibilmente in perfusione con soluzione glucosata al 5% o soluzione fisiologica. In caso di iniezione diretta endovenosa e' consigliabile non iniettare piu' di 2 flaconi per volta. Per eventuali trattamenti associati, a seconda delle indicazioni (diuretici, betabloccanti, ecc.) bisognatener conto, nella scelta posologica, degli effetti additivi. Agitarebene durante la preparazione e prima dell'uso.
CONSERVAZIONE
Capsule, polvere e solvente per soluzione iniettabile per uso endovenoso: nessuna speciale precauzione per la conservazione. Compresse: nonconservare a temperatura superiore ai 25 gradi C.
AVVERTENZE
Poiche' possono verificarsi nel corso del trattamento iperpotassiemia,iposodiemia, rialzi azotemici, stati di acidosi metabolica, e' necessario controllare con frequenza i tassi ematici del sodio, del potassio, del cloro e la riserva alcalina. In caso di intervento chirurgico, questi controlli devono essere praticati prima dell'intervento stesso.Il trattamento deve essere interrotto allorche' la sodiemia risulti inferiore a 126 mEq/l e la potassiemia superiore a 5 mEq/l. Durante il trattamento deve evitarsi una dieta ricca di potassio. In caso di trattamento concomitante con ACE inibitori si raccomanda un frequente controllo dei tassi ematici di potassio. Compresse e capsule contengono lattosio e quindi non sono adatti per i soggetti con deficit di lattasi,galattosemia o sindrome di malassorbimento di glucosio/galattosio. Anche se molto raramente, con la polvere e solvente per soluzione iniettabile per uso endovenoso, possono verificarsi disturbi locali (dolori in prossimita' del punto di iniezione, parestesie) che possono essere completamente evitati mediante la somministrazione per fleboclisi.
INTERAZIONI
I farmaci antiipertensivi, specie se ganglioplegici, possono risultarepotenziati dalla contemporanea somministrazione del prodotto, onde sirende necessario aggiustare il dosaggio.
EFFETTI INDESIDERATI
Molte delle reazioni avverse di seguito riportate sono reversibili e/orispondono ad una riduzione del dosaggio. Le reazioni di seguito riportate sono indicate in ordine di frequenza decrescente di comparsa: molto comune (>1/10), comune (>1/100, <1/10), non comune (>1/1.000, <1/100), raro (>1/10.000, <1/1.000), molto raro (<1/10.000). >>Disturbi del sistema nervoso centrale e periferico. Non comune: rialzi termici, tendenza all'atassia; Raro: sonnolenza. >>Disturbi dell'apparato digerente. Raro: nausea, dolori addominali tipo crampi. >>Disturbi della cute. Non comune: eruzioni cutanee su base allergica. >>Disturbi del sistema riproduttivo. Non comune: ginecomastia, lievi effetti androgeni (irsutismo), disturbi transitori della libido, irregolarita' mestruali.
GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO
Nelle donne in stato di gravidanza, allattamento e nella primissima infanzia il prodotto va somministrato nei casi di riconosciuta ed elettiva indicazione, sotto il diretto controllo del medico.


Cerca nelle nostre farmacie