Ketoprofene Sandoz*Cr 50g 5% Crema

Principio attivo: Ketoprofene Sale Di Lisina

Forma: Crema

Fornitore: Sandoz Spa *

Conservazione: NESSUNA PARTICOLARE CONDIZIONE DI CONSERVAZIONE

Degrassi: Farmaci Preconfezionati Prodotti Industrialmente - Generici

Categoria merceologica: FARMACO GENERICO

Confezione: TUBETTO

Prodotto In Commercio

Ketoprofene Sandoz*Cr 50g 5%

Foglietto illustrativo - Bugiardino

Il foglietto illustrativo e la relativa posologia di questo prodotto sono indicazioni generali, soggette a cambiamenti. Vi consigliamo di rivolcervi sempre al vostro medico di cura per un utilizzo appropriato

Denominazione

KETOPROFENE SANDOZ 5% CREMA

Categoria Farmacoterapeutica

Antinfiammatori non steroidei per uso topico.

Principi Attivi

100 g di crema contengono: ketoprofene sale di lisina 5 g.

Eccipienti

Acido stearico, acqua depurata, lanolina, metile p-idrossibenzoato, metilpolisilossano, monostearato di polietilenglicole, olio di vaselina,propile p-idrossibenzoato.

Indicazioni

Trattamento sintomatico degli episodi dolorosi acuti in atto nel corsodi affezioni infiammatorie dell'apparato muscolo-scheletrico. Trattamento delle affezioni flogistiche dolorose locali.

Controindicazioni/Eff.Secondar

Note reazioni di ipersensibilita', come ad es. sintomi d'asma, riniteallergica, al ketoprofene, fenofibrato, acido tiaprofenico, acido acetilsalicilico o ad altri FANS. Storia di ipersensibilita' ad uno deglieccipienti. Pregresse reazioni di fotosensibilizzazione. Storia di allergia cutanea al ketoprofene, acido tiaprofenico, fenofibrato, filtrisolari UV o profumi. Esposizione alla luce solare, anche quando il cielo e' velato, inclusa la luce UV del solarium, durante il trattamentoe nelle due settimane successive alla sua interruzione. Su alterazionipatologiche della pelle come eczema o acne; o in caso di infezioni della pelle o ferite aperte. Generalmente controindicato in gravidanza edurante l'allattamento. Non e' consigliato nell'infanzia

Posologia

2-3 applicazioni al giorno da cm 5-10 di crema o secondo prescrizionemedica. Spalmare sulla parte da trattare e massaggiare fino a completoassorbimento.

Conservazione

Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione.

Avvertenze

La crema deve essere usata con cautela in pazienti con ridotta funzionalita' cardiaca, epatica o renale: sono stati riportati casi isolati di disfunzioni renali come reazioni avverse sistemiche. La crema non deve essere utilizzata con bendaggi occlusivi. La crema non deve venirea contatto con le mucose e gli occhi. Il trattamento deve essere sospeso immediatamente non appena si manifestino reazioni cutanee, compresequelle che si sviluppano a seguito dell'uso concomitante di prodotticontenenti octocrilene. Al fine di evitare rischi di fotosensibilizzazione si raccomanda di proteggere le zone trattate con indumenti, durante tutto il periodo di utilizzo del prodotto e nelle due settimane successive alla sua interruzione. Lavarsi accuratamente le mani dopo ogniapplicazione del prodotto. La durata del trattamento raccomandata nondeve essere superata, in quanto il rischio di sviluppare dermatiti dacontatto e reazioni di fotosensibilita' aumenta con il tempo. L'uso della crema, specie se prolungato, puo' dare luogo a fenomeni di sensibilizzazione. Ove cio' accada, occorre interrompere il trattamento ed adottare idonee misure terapeutiche. Pazienti con asma associata a riniti croniche, sinusiti croniche e/o polipi nasali hanno un piu' alto rischio di allergie all'aspirina e/o ai FANS rispetto al resto della popolazione. La sicurezza e l'efficacia di ketoprofene crema nei bambininon e' stata stabilita. Non applicare il prodotto su piaghe o ferite aperte, ma applicarlo solo su pelle integra. Il prodotto contiene para-idrossibenzoati che possono provocare reazioni allergiche, generalmente di tipo ritardato e piu' raramente broncospasmo. La sicurezza e l'efficacia di ketoprofene crema nei bambini non e' stata stabilita.

Interazioni

Le interazioni con altri farmaci sono improbabili in quanto le concentrazioni sieriche a seguito di somministrazione cutanea sono basse. Nonsono note interazioni del medicinale con altri farmaci.

Effetti Indesiderati

Frequenze reazioni avverse: molto comune (>=1/10), comune (>=1/100, <1/10), non comune (>=1/1000, <1/100), raro (>=1/10.000, <1/1000), moltoraro (<1/10.000), non nota. Disturbi sistema immunitario. Non nota: shock anafilattico, angioedema, reazioni di ipersensibilita'. Patologiedella cute e del tessuto sottocutaneo. Non comune: reazioni locali sulla cute come eritema, eczema, prurito e sensazioni di bruciore; raro:reazioni dermatologiche: fotosensibilizzazione e orticaria. Rari casidi reazioni avverse piu' gravi come eczema bolloso o flittenulare chepossono estendersi oltre la zona di applicazione o divenire generalizzate. Patologie renali e urinarie. Molto raro: casi di peggioramento di precedente insufficienza renale.

Gravidanza E Allattamento

In assenza di esperienza clinica con la forma cutanea e in riferimentoalle forme sistemiche. Durante il primo e il secondo trimestre: poiche' la sicurezza del ketoprofene non e' stata valutata nelle donne in gravidanza, l'uso di ketoprofene durante il primo e il secondo trimestre di gravidanza e' sconsigliato. Durante il terzo trimestre: tutti gliinibitori delle prostaglandine, incluso il ketoprofene, possono indurre tossicita' cardio-polmonare e renale nel feto. Alla fine della gravidanza, puo' verificarsi un tempo di sanguinamento prolungato sia nella madre che nel bambino. Percio', ketoprofene e' controindicato durante l'ultimo trimestre di gravidanza. Non sono disponibili dati sull'escrezione di ketoprofene nel latte umano. Ketoprofene non e' raccomandato nelle madri che allattano.