Condral*Os Grat 20bust 800mg Granulato

Principio attivo: Galatturoglicano Solfato Sodico

Forma: Granulato

Fornitore: Spa (Soc.Pro.Antibiotici)Spa *

Conservazione: NESSUNA PARTICOLARE CONDIZIONE DI CONSERVAZIONE

Degrassi: Specialita' Medicinali Con Prescrizione Medica

Categoria merceologica: FARMACO ETICO

Confezione: BUSTINA

Prodotto In Commercio

Condral*Os Grat 20bust 800mg

Foglietto illustrativo - Bugiardino

Il foglietto illustrativo e la relativa posologia di questo prodotto sono indicazioni generali, soggette a cambiamenti. Vi consigliamo di rivolcervi sempre al vostro medico di cura per un utilizzo appropriato

Denominazione

CONDRAL

Categoria Farmacoterapeutica

Farmaci per le affezioni del sistema muscolo-scheletrico.

Principi Attivi

Ogni capsula contiene 400 mg di condroitin solfato sodico. Ogni bustina di granulato contiene 400 mg di condroitin solfato sodico. Ogni bustina di granulato contiene 800 mg di condroitin solfato sodico.

Eccipienti

Capsule rigide. Contenuto della capsula: magnesio stearato; involucrodella capsula: gelatina, titanio diossido, E 132, E 104. Granulato persoluzione orale: acido citrico, saccarina sodica, aroma arancio, E 110, sorbitolo, silice colloidale anidra (Aerosil 200).

Indicazioni

Trattamento sintomatico dell'osteoartrosi del ginocchio e dell'anca.

Controindicazioni/Eff.Secondar

Ipersensibilita' al principio attivo o ad altre sostanze strettamentecorrelate da un punto di vista chimico e/o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Posologia

Salvo diversa prescrizione medica, si consiglia il seguente schema posologico, da seguire per un periodo di tempo non inferiore alle 3 settimane. Capsule e bustine 400 mg: da 2 a 3 capsule o bustine per via orale/die, secondo la gravita' dell'affezione; bustine 800 mg: 1 bustinaper via orale/die. Il contenuto delle bustine va sciolto in acqua prima dell'assunzione. Uso nei bambini: non c'e' evidenza a sostegno dell'uso del condroitin solfato nei bambini fino a 18 anni. Non e' quindi raccomandato l'uso di condroitin solfato nei bambini.

Conservazione

Capsule rigide: conservare a temperatura non superiore a 30 gradi C. Granulato per soluzione orale: nessuna condizione particolare di conservazione.

Avvertenze

L'uso del preparato e' sconsigliabile nei soggetti particolarmente inclini alle allergopatie. Il granulato per soluzione orale contiene sorbitolo. Pazienti con rari problemi ereditari di intolleranza al fruttosio non devono ricevere questo medicinale.

Interazioni

Non sono note interazioni o incompatibilita' con altri medicamenti. Non sono stati effettuati studi di interazione.

Effetti Indesiderati

Le reazioni avverse sono rare (<1/1.000) o molto rare (<1/10.000). Reazioni come nausea, diarrea, dolori, disturbi addominali e reazioni cutanee possono comparire con l'inizio della terapia ma sono solitamenterari e di modesta entita'. Reazioni avverse osservate durante la sorveglianza post-marketing: molto comune (>1/10); comune (>1/100, <1/10),non comune (>1/1.000, <1/100); raro (>1/10.000, <1/1.000); molto raro(<1/10.000). Alterazioni del sistema nervoso. Rari: vertigini. Alterazioni dell'apparato gastrointestinali. Rari: dolore alla parte superiore dell'addome, diarrea, nausea, disturbi gastrointestinali. Alterazioni della cute e del tessuto sottocutaneo. Rari: rash maculo-papuloso, eritema, rash; molto rari: orticaria, eczema, prurito. Disordini generali e alterazioni del sito di somministrazione. Molto rari: edema. Sinonimi o condizioni correlate non vengono elencate ma vanno comunque prese in considerazione.

Gravidanza E Allattamento

Nelle donne in stato di gravidanza e durante l'allattamento il prodotto deve essere somministrato solo nei casi di effettiva necessita' e sotto il diretto controllo del medico. Per il prodotto non sono disponibili dati clinici sull'esposizione in gravidanza. Studi sugli animali non indicano effetti nocivi diretti o indiretti relativi alla gravidanza, allo sviluppo embrio-fetale, al parto e allo sviluppo post-natale.Prescrivere con cautela il farmaco in gravidanza. Non e' noto se il prodotto sia escreto nel latte materno ne' l'escrezione nel latte e' stata studiata negli animali. La decisione se continuare o interrompere l'allattamento o continuare o interrompere la terapia con l farmaco deve essere fatta considerando il beneficio dell'allattamento materno peril bambino e il beneficio della terapia con il prodotto per la madre.